Avanzi

LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


3 partecipanti

    LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO


    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Gio Ago 17, 2023 2:06 pm

    JOHN WICK 5 SI FARÀ OPPURE NO? TUTTO SUL FUTURO DELLA SAGA CON KEANU REEVES

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    John Wick 5 si farà oppure no? Sebbene Lionsgate abbia dei piani ben delineati per il franchise action creato da Chad Stahelski con nuovi film spin-off e serie tv, il futuro della saga madre capitanata da John Wick è ancora molto incerto.

    John Wick 5 venne annunciato originariamente insieme a John Wick 4, con la produzione che prima del covid contava di realizzare i due film back-to-back: successivamente i piani sono cambiati, e John Wick 4 ha finito con l'includere nelle sue quasi tre ore di durata molte idee previste inizialmente per il quinto episodio (in sostanza i due progetti sarebbero stati una sorta di Parte Uno e Parte Due, poi incorporati in un unico film). In una vecchia intervista esclusiva con The Direct, il regista Chad Stehelski si è detto disposto a fare John Wick 5, aggiungendo però: "Riteniamo di aver messo tutto ciò che avevamo in John Wick 4 e sentiamo di aver completato il ciclo. L'idea è di essere arrivati alla fine e siamo soddisfatti di ciò che abbiamo fatto."

    Tuttavia il presidente di Lionsgate Joe Drake ha dichiarato durante una chiamata sugli utili del 2023 che John Wick 5 è ufficialmente in fase di sviluppo, sottolineando che i fan possono aspettarsi "nuove uscite della saga di John Wick a cadenza regolare" in futuro: questo perché nei prossimi mesi uscirà su Prime Video la serie tv prequel The Continental, mentre nel 2024 arriverà il primo film spin-off Ballerina, con protagonista Ana de Armas e il ritorno di Keanu Reeves nei panni di John Wick (il film sarà ambientato tra gli eventi di John Wick 3 e John Wick 4). Inoltre, la Lionsgate ha dichiarato che oltre a Ballerina il team sta sviluppando altri tre film, uno dei quali è appunto John Wick 5: attualmente, gli altri due titoli spin-off in lavorazione rimangono segreti.
    Fonte: Cinema.EveryEye.It
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Ago 19, 2023 1:41 pm

    BIANCANEVE, IL FIGLIO DEL REGISTA DEL CLASSICO CONTRO IL REMAKE: "TUTTA ROBA WOKE"

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Rachel Zegler ha bollato le polemiche sul live-action di Biancaneve come "discorsi senza senso", ma non tutti sono d'accordo: tra i detrattori figura anche David Hand, un ex designer di Mouse House che (guarda caso) è anche il figlio del regista di Biancaneve e i sette nani - ci riferiamo al film d'animazione del 1937.

    "È un progetto completamente diverso" ha dichiarato l'anziano, 91 anni appena compiuti. "Personalmente, non sono d'accordo nella maniera più assoluta. So per certo che anche mio padre, così come Walt, non sarebbe stato affatto d'accordo".

    Ha poi ribadito: "No, questo progetto non mi piace proprio per nulla. [La Disney] tenta di realizzare qualcosa di nuovo a partire da un enorme successo. I loro ideali sono così radicalizzati, adesso. Cambiano le storie, cambiano il processo di creazione dei personaggi... Insomma, stanno 'resuscitando' moltissime opere passate e io non provo interesse per nulla di tutto ciò. Anzi, trovo offensivo il modo in cui trattano i film Classici: non c'è rispetto né per il lavoro della Disney né per quello di mio padre. Probabilmente, lui e Walt si rivolterebbero nella tomba".

    Eppure, non sono mancate le opinioni opposte: in molti considerano le parole di Hand come le farneticazioni di un vecchio, mentre Halle Bailey ha difeso Rachel Zegler di Biancaneve dai commenti degli hater. La questione rimane aperta e probabilmente soltanto la visione del film riuscirà a decretare una volta per tutte la qualità del progetto.

    E voi cosa ne pensate? Rileggere i grandi Classici in chiave moderna è legittimo, oppure rischierebbe di denaturarli (come sostiene lo stesso Hand)?
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Lun Ago 21, 2023 1:50 pm

    I film più spaventosi della storia: per scoprirlo hanno misurato i battiti cardiaci

    Forse ce lo siamo sempre chiesti, ma oggi la scienza può dircelo con certezza: ecco il film più spaventoso di sempre.

    La paura è soggettiva, non v’è dubbio alcuno. Tuttavia, più volte ci siamo chiesti quale sia stato il film più terrorizzante della storia del cinema. Oggi uno studio è in grado di dircelo e… no, non è quello che pensate.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il cinema è una passione per molte persone. E tantissime persone amano molto i film horror, che danno loro quel brivido, che li tengono incollati davanti allo schermo, sebbene siano terrorizzati da ciò che stanno vedendo. Si tratta del fascino dell’occulto, del proibito.

    Non è un caso che, assai spesso, i film con maggiori incassi siano proprio degli horror e non è un caso che il genere si sia, negli anni, rinnovato sempre e che maestri del brivido come, per esempio, Stephen King, continuino a sfornare testi cui poi la cinematografia attinge a piene mani.

    Ma vi siete mai chiesti quale sia il film più pauroso della storia? Oggi c’è uno studio che ce lo dice con evidenza scientifica, avendo misurato il numero dei battiti cardiaci al minuto per dircelo. Scopriamo insieme la classifica.

    Il film più pauroso della storia
    Siamo certi che molti di voi stiano pensando a uno dei capisaldi della cinematografia horror, anzi, forse, l’horror per eccellenza: “L’esorcista”. Il suo artefice, peraltro, William Friedkin, è scomparso proprio in questi giorni. E invece no, non è “L’esorcista” il film più pauroso di sempre.

    Lo studio ha preso come punto di partenza la frequenza cardiaca media a riposo delle persone esaminate, che era di 65 battiti al minuto. Durante la visione di questo film è salita addirittura a 86, con un incremento sostanzialmente di un terzo: del 32%. Nessun altro film ha avuto una media del genere.

    Stiamo parlando del film “Sinister”, film per la regia di Scott Derrickson, uscito nel 2012. Non vogliamo spoilerare, ma, anzi, dirvi che se siete amanti del brivido, allora forse questo film fa al caso vostro, se non lo avete già visto. Tuttavia, il record di palpitazioni è di un’altra pellicola: il film del 2010 “Insidious”, che ha raggiunto il picco più alto con 133 battiti al minuto durante una scena.

    Nel complesso, “Insidious” si è piazzato al secondo posto, mentre un altro cult del genere come “The Conjuring” è arrivato terzo, “Hereditary” quarto, “Paranormal Activity” quinto e “It Follows” sesto. “The Conjuring 2” si è piazzato al settimo posto, mentre “The Babadook”, “The Descent” e “The Visit” chiudono la top ten dei film più spaventosi della storia all’ottavo, nono e decimo posto.
    Fonte: CityRumors.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mer Ago 23, 2023 8:25 am

    MonsterVerse, il futuro cinematografico (e non solo) dell'universo di Godzilla e King Kong

    Tutti i progetti in arrivo nel MonsterVerse targato Legendary Pictures, più grande e transmediale e pronto a sorprendere i fan dei mostri giganti più amati del grande schermo. Ne parliamo nel nostro approfondimento.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il prossimo anno, nel 2024, il MonsterVerse targato Legendary Pictures compirà 10 anni. Usciva infatti nel 2014 il Godzilla di Gareth Edwards, primo film americano dedicato al mitico kaiju giapponese dopo sedici anni di oblio a causa della visione fin troppo "giurassica" di Roland Emmerich del 1998. Rivelatosi un discreto successo di critica e di pubblico, con un incasso complessivo di 524 milioni di dollari a fronte di un budget di 160, l'opera di Edwards convinse Legendary a seguire l'esempio dei Marvel Studios e sviluppare un universo cinematografico condiviso a base di mostri giganteschi, rilanciando sul grande schermo e in salsa yankee l'intero parterre dei kaiju Toho insieme alla creatura più grande, primitiva e meravigliosa mai concepita dal cinema americano: King Kong.

    Il sorprendente Skull Island di Jordan Vogt-Roberts esce già nel 2017, settando le basi del worldbuilding di quello che sarà conosciuto da lì in poi come MonsterVerse. Incassa la bellezza di 566 milioni di dollari e spiana la strada a Godzilla II: King of the Monsters di Michael Dougherty nel 2019, epico ed elegante ma di bellezza incompresa, che frana ai botteghini con appena 386 milioni di dollari, rientrando appena nell'investimento. Poi la pandemia di Coronavirus, la crisi del mercato cinematografico e l'uscita ibrida di Godzilla vs Kong nel 2021, in un periodo di grande incertezza dove però lo spettacolare monster movie di Adam Wingard conquista pubblico e critica con ottime recensioni e un incasso di 470 milioni di dollari al netto del concomitante approdo anche in piattaforma streaming. Un successo inaspettato in uno dei momenti più difficili per il cinema e per il mondo che rivela che i fan vogliono che il MonsterVerse continui ancora. E così, a un anno di distanza dal decimo anniversario dell'universo condiviso dei kaiju, abbiamo adesso ben due progetti in arrivo in questo grande calderone creativo di mostruosità, diversi l'uno dall'altro ma entrambi promettenti. Scopriamoli insieme.

    Un nuovo impero
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il primo ma non necessariamente più importante dei due titoli MonsterVerse attualmente in post-produzione è il sequel diretto di Godzilla vs Kong, intitolato Godzilla X Kong: The New Empire. In pratica una moltiplicazione cinematografica per la fondazione di un nuovo impero dei titani - come vengono chiamate queste creature. Trama e sinossi del progetto sono ancora sotto chiave, ma sappiamo che il film terrà conto degli eventi conclusivi del precedente capitolo del MonsterVerse, con la pace tra Godzilla e Kong e lo stanziamento di Monarch nella Terra Cava, culla dei titani nel cuore del mondo. Questa sorta di regno dimenticato e incontaminato diventa a tutti gli effetti la casa di Kong, mentre Godzilla torna nelle profondità abissali oceaniche, ancora indiscusso Re dei Mostri. Seguendo alcune dichiarazioni di Adam Wingard, nuovamente regista del progetto, l'idea potrebbe essere quella di ri-adattare sotto una nuova veste King Kong - Il gigante della foresta del 1967, terzo film dell'Era Showa sul Re delle Scimmie diretto dal leggendario Ishiro Honda. Il regista ne ha parlato come "uno dei suoi film preferiti sul personaggio", ma soprattutto per la presenza di Mecha Kong e dell'eccentrico Doctor Who (no, non quello della BBC).

    Nel teaser di presentazione del film c'è però un particolare da non dimenticare: sul trono della Terra Cava siede una scimmia più piccola e giovane di Kong, tant'è che tra i tanti scheletri che circondano la sala ci sono anche i teschi dello stesso Kong e di Godzilla, come a voler sottolineare l'inizio di qualcosa di nuovo, l'arrivo di una generazione differente e la fine di un epoca. In questo senso, in The New Empire potremmo forse ammirare una versione aggiornata di Kiko, storica prole di Kong introdotta per la prima volta ne Il figlio di Kong del 1933 di Ernst B. Shoedsack. In fondo, sin dalla sua creazione, il destino di King Kong è sempre stato quello di morire, e chissà che non sia arrivata la sua ora anche nel MonsterVerse, considerando comunque la sua età, la solitudine e l'arco narrativo vissuto dal 2017 ad ora. Nel cast torneranno comunque Rebecca Hall nel ruolo della Dottoressa Ilena Andrews, Brian Tyree Henry nei panni di Bernie Heyes e la piccola Kylee Hottle in quelli di Jia. Grande new entry protagonista è invece Dan Stevens in un ruolo ancora misterioso. L'idea è che Godzilla x Kong: The New Empire setterà il futuro del MonsterVerse per i prossimi 10 anni, non senza l'aiuto di una "collega seriale" davvero intrigante.

    L'eredità dei mostri
    Come pre-annunciato, il MonsterVerse sbarcherà anche sul piccolo schermo con degli spin-off. A dire la verità lo ha già fatto pochi mesi fa su Netflix con la serie animata Skull Island, passata purtroppo inosservata dai più a causa di una promozione non proprio brillante. Sembra però che con questo secondo progetto streaming Legendary voglia fare le cose in grande. Si tratta di una serie live-action sviluppata per Apple TV plus e ad alto budget intitolata Monarch: Legacy of Monsters, e come anticipa il nome sarà dedicata all'associazione che all'interno dell'universo cinematografico dei kaiju si occupa della ricerca e della cattura dei titani. La serie sarà ambientata durante la fondazione dell'agenzia governativa negli anni '50 e anche dopo gli eventi di Godzilla II: King of the Monsters, il film dove viene rivelata al mondo l'esistenza dei titani. Protagonisti della storia due fratelli intenzionati a scoprire il legame segreto che unisce la loro famiglia a Monarch. Un viaggio che li porterà fino a Lee Shaw, ufficiale dell'esercito le cui conoscenze sull'agenzia sono ritenute una minaccia per la sopravvivenza della stessa.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    A vestire i panni di Shaw a cavallo di due periodi storici differenti troveremo Wyatt Russell negli anni '50 e il padre Kurt Russell nel presente, sfruttando così la loro incredibile somiglianza con fini narrativi più che adeguati. Nel cast anche l'ottimo caratterista Christopher Heyerdahl, Kiersey Clemons, Joe Tippett, Mary Yamamoto e Anna Sawai. Quest'ultima appare anzi in due delle immagini pubblicate da Apple negli ultimi giorni, una delle quali la vede direttamente faccia a faccia con Godzilla. La regia dei primi due episodi è stato inoltre affidata al talentuoso Matt Shakman, già dietro a WandaVision e scelto come regista del reboot Marvel Studios dei Fantastici 4. Tra gli altri registi anche Hiromi Kamata (Shogun), Julian Holmes (The Boys, Daredevil), Andy Goddard (Downton Abbey, Doctor Who) e Mairzee Almas (The Sandman, Outlander), mentre sceneggiatori e showrunner sono Chris Black (Scissione, Invincible) e Matt Fraction (Hawkeye). Un progetto ambizioso e di grande risalto che potrebbe settare addirittura un nuovo e promettente standard per il continuum seriale del MonsterVerse, con possibili ed eventuali crossover tra cinema e piccolo schermo.
    Fonte: MoviePlayer.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Gio Ago 24, 2023 2:44 pm

    Biancaneve, la protagonista Rachel Zegler ha «odiato il cartone animato». E il figlio del regista Disney si scaglia contro il live action: «Nessun rispetto»

    Il film uscirà a marzo 2024 ma le polemiche non mancano di certo.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Biancaneve e «le polemiche del Regno». Potrebbe chiamarsi così il nuovo film con protagonista la giovane donzella dalla pelle bianca come la neve. La nuova pellicola della Disney, firmata dalla sceneggiatrice e regista del momento, Greta Gerwig, uscirà solo a marzo 2024 ma ha già scatenato un acceso dibattito. C'è chi accusa il film di aver snaturato la fiaba del 1937 in nome del «politically correct» e chi acclama la nuova versione, in live action, perché una «necessaria attualizzazione» di una storia datata.

    Ma le polemiche non finiscono qui. Da una parte c'è Rachel Zegler, attrice protagonista della nuova pellicola, dall'altra David Hale Hand, figlio di David Dodd Hand.

    Biancaneve «odia»...Biancaneve
    Rachel Zegler, attrice 22enne scelta per il ruolo di Biancaneve, ha rivelato di aver «odiato» il classico originale Disney del 1937, in quanto da piccola non «aveva compreso quanto potesse essere politicamente scorretto».
    In un'intervista a Variety, Zegler ha anche detto che non avrebbe interpretato l'amato personaggio (Biancaneve, ndr.), nello stesso modo in cui è stata raffigurata nel cartone animato del 1937.

    Le novità riguardano anche il principe - che non sarà presente nel nuovo film. Zegler, ha infatti sottolineato che il lungometraggio avrebbe preso «una nuova direzione» sottolineando che «non sarà salvata (Biancaneve, ndr.) dal principe e non sognerà il vero amore».

    Il ritorno del figlio prodigo
    Le polemiche sul film non si fermano di certo qui. L’ultima critica arriva da un figlio d’arte. Il suo nome è David Hale Hand ed è il figlio di David Dodd Hand, regista del classico d’animazione «Biancaneve e i sette nani», uscito nel 1937. Anche David Hale Hand ha espresso il suo scetticismo nei confronti del live action ancora inedito.

    In una recente intervista rilasciata a The Telegraph, il figlio di David Dodd Hand (che a sua volta ha lavorato con Disney negli Anni ’90) si è scagliato contro il live action esprimendo disappunto e sostenendo che anche Walt Disney in persona avrebbe disapprovato la produzione. «Si tratta di un concetto totalmente diverso e con cui non sono per nulla d'accordo, e so che mio padre e Walt, a loro volta, non sarebbero d'accordo con il nuovo film. I loro pensieri sono diventati così radicali ora. Cambiano le storie, cambiano i pensieri dei personaggi. Stanno "resuscitando" molte opere passate e io non provo interesse per nulla di tutto ciò. Anzi, trovo offensivo il modo in cui trattano i film classici: non c'è rispetto né per il lavoro della Disney né per quello di mio padre.

    Probabilmente, lui e Walt si rivolterebbero nella tomba
    ».
    Fonte: IlMessaggero.It
    👎


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Ago 26, 2023 1:49 pm

    IL SIGNORE DEGLI ANELLI: IL LOOK DI SAURON È FEDELE AI LIBRI O È MERITO DI PETER JACKSON?

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Per i nuovi film de “Il signore degli anelli”, Warner vuole Peter Jackson all’interno dei prossimi progetti. Una domanda che circola spesso sul web è quella riguardante l'armatura di Sauron. Il design è fedele al libro o è un’idea del regista?

    J.R.R. Tolkien effettivamente non descrive mai Sauron con un'armatura nera nei libri. Durante la Prima e la Seconda Era, Sauron è un essere mutevole, anche se si stabilizza su una forma simile a "un uomo di statura più che umana, ma non gigantesca". A un certo punto dei libri, Gollum descrive Sauron come se avesse una "mano nera" (e un dito mancante), anche se poco altro viene scritto sull'aspetto fisico del secondo Signore Oscuro. Non c'è alcuna indicazione negli scritti di Tolkien che Sauron indossi l'armatura nera.

    Sebbene l'oscuro signore non venga mai descritto come corazzato o con un elmo appuntito, il suo ex signore, Morgoth, viene descritto in termini simili, ed è ipotizzabile che il suo aspetto sia mutuato da quello canonico di Morgoth. In The Lay of Leithian, J.R.R. Tolkien fornisce una breve descrizione di Morgoth: "Armato di nero, torreggiante, e coronato di ferro". Anche le rappresentazioni artistiche del primo signore oscuro, tra cui alcune dello stesso Tolkien, lo raffigurano con un'armatura nera e spinata. Queste descrizioni di Morgoth hanno probabilmente ispirato l'aspetto ormai definitivo di Sauron nella trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson.

    Brutte notizie per i fan della saga però, il nuovo film animato de Il Signore degli Anelli è stato rinviato. La pellicola in questione è Il Signore degli Anelli: La Guerra dei Rohirrim, diretto da Kenji Kamiyama.
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Ago 26, 2023 1:53 pm

    IL SIGNORE DEGLI ANELLI, RINVIATO IL NUOVO FILM DELLA SAGA: L'ATTESA SARÀ LUNGHISSIMA!

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Oltre al posticipo di un mese di Godzilla x Kong e al rinvio di Dune: Parte Due al 2024, in queste ore Warner Bros ha rinviato anche il nuovo film de Il signore degli anelli atteso sul grande schermo il prossimo anno.

    E purtroppo si tratta del rinvio più sostanzioso del nuovo calendario uscite Warner Bros dato che, come segnalato da Variety, New Line Cinema ha annunciato che Il Signore degli Anelli: La Guerra dei Rohirrim è stato posticipato dal 12 aprile 2024 al 13 dicembre 2024: la decisione di questo importante rinvio - ben otto mesi! - è la conseguenza diretta dei rinvii di Dune: Parte 2 e Godzilla x Kong, dato che il film di Denis Villeneuve passerà dal 3 novembre 2023 al 14 marzo 2024, e a cascata Godzilla x Kong: Il nuovo impero passerà dal 14 marzo 2024 al 12 aprile, rubando la data d'uscita a La guerra dei Rohirrim.

    Non è chiaro, al momento, se gli otto mesi di rinvio scelti da Warner e New Line siano necessari per completare la produzione del film (trattandosi di un film d'animazione, è possibile che il lavoro di doppiaggio sia rimasto incagliato nello sciopero degli attori SAG) oppure se si tratta semplicemente di una decisione strategica per distribuire il film nel periodo delle vacanze natalizie. Ambientato 183 anni prima degli eventi de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri, Il Signore degli Anelli: La Guerra dei Rohirrim racconta la storia di Helm Hammerhand, leggendario re di Rohan che deve difendersi da un esercito di Dunlendings. Il cast include Brian Cox, Gaia Wise, Miranda Otto, Luke Pasqualino, Lorraine Ashbourne e Yazdan Qafouri.

    Ricordiamo che, oltre al nuovo film animato, Warner Bros sta preparando anche nuovi film live-action de Il signore degli anelli.
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Ago 26, 2023 1:56 pm

    GODZILLA X KONG: IL NUOVO IMPERO, RINVIATO IL SEQUEL DEL MONSTERVERSE: QUANDO USCIRÀ?

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Dopo la gioia delle prime immagini della serie tv prequel di Godzilla in arrivo su Apple TV+, i fan del MonsterVerse dovranno sopportare il dolore del rinvio di Godzilla x Kong: Il nuovo impero, sequel dell'amato Godzilla vs Kong.

    Come riportato da Variety, infatti, a causa degli scioperi del sindacato degli attori SAG e del sindacato degli sceneggiatori WGA attualmente in corso a Hollywood ha spinto Legendary Pictures e Warner Brothers a rinviare la data d'uscita dell'atteso Godzilla X Kong: Il nuovo impero, che però fortunatamente non subirà un ritardo troppo esteso: in base al nuovo calendario fornito da Warner Bros, infatti, il sequel si sposta di un solo mese dal 14 marzo al 12 aprile 2024.

    La notizia arriva insieme all'ufficialità del rinvio di Dune: Parte 2 al 2024, comunicata sempre da Variety e decisa da Warner Bros e Legendary sempre a causa degli scioperi sopracitati: sebbene entrambi i film siano prossimi al completamento, il proseguimento degli scioperi di sceneggiatori e attori significa che il cast all-star di Dune: Parte Due, così come quello di Godzilla x Kong: Il nuovo impero, non sarebbe in grado di fare attività stampa per il film, sponsorizzandone l'uscita di fronte al grande pubblico e causando un danno alla macchina promozionale allestita dalla major: le interviste, le apparizioni agli show serali e i post sui social contribuiscono notevolmente al successo di questi film ad alto budget, e per Warner Bros il male minore è il rinvio della data d'uscita.

    Il cast di Godzilla x Kong include, tra gli altri, anche Dan Stevens, Rebecca Hall e Brian Tyree Henry.
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mar Ago 29, 2023 7:59 am

             -   FREELANCE Trailer (2023) John Cena, Action Movie   -


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mar Ago 29, 2023 8:10 am

    Aggiornamento su John Wick 5 conferma la posizione di Keanu Reeves sul sequel dopo il massiccio successo del Capitolo 4

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il regista Chad Stahelski conferma che Keanu Reeves è disponibile a fare John Wick 5, ma sottolinea che hanno bisogno di un’idea di trama solida per giustificarne il ritorno. Stahelski spiega di amare lavorare con Reeves e di amare il mondo di John Wick, ma sottolinea che non faranno un altro sequel solo per farlo. Sebbene John Wick: Capitolo 4 abbia fornito una conclusione soddisfacente per il personaggio, un altro film ha il potenziale per superare i suoi predecessori sia in termini di successo al botteghino che di qualità, spingendo i confini del cinema d’azione.

    Il regista di John Wick: Capitolo 4, Chad Stahelski, conferma la posizione di Keanu Reeves su John Wick 5 e affronta la questione se il film si realizzerà o meno. Dopo tre successivi film di successo, Reeves è tornato come l’abile assassino per un quarto film pieno d’azione, che è risultato il più di successo del gruppo. Dopo l’uscita del film quest’anno, era incerto se un quinto sarebbe effettivamente proseguito con il ritorno di Reeves.

    Ora, in un’intervista recente con Josh Horowitz sul podcast Happy Sad Confused, Stahelski spiega chiaramente come Reeves si sente riguardo al ritorno per John Wick 5.

    Sottolineando quanto sia fortunato ad avere la possibilità di realizzare progetti che gli interessano, in particolare i film di John Wick, Stahelski conferma che lui e Reeves stanno solo aspettando che arrivi l’idea giusta per un quinto film. Stahelski conferma di avere già un numero di idee per le scene principali, ma è solo una questione di poterle sostenere con una trama solida migliorando ciò che hanno fatto in John Wick: Capitolo 4. Ecco il commento completo di Stahelski su Reeves:

    Sì, io e Keanu abbiamo parlato. Keanu, se gli chiedi ora, ‘Faresti John Wick 5?’ Risponderebbe, ‘ca***o sì’. Ma poi guarderebbe e direbbe, ‘Bene, cosa sarebbe? Non ne ho idea’. Questo è tutto. Credimi. Non è come dire, ‘Lo scopriremo oggi’. Come, guarda, faremo altre cose per un po’, ma se fossi in macchina o se stessi passeggiando il cane e mi venisse in mente un’idea, entro 30 secondi sarei al telefono con Keanu e cominceremo a creare.

    È una buona idea John Wick 5?

    Dal punto di vista finanziario, John Wick 5 è una scelta ovvia per la Lionsgate, con l’azienda che in realtà ha annunciato il progetto quest’anno. John Wick: Capitolo 4 non solo è stato un successo con la critica, ma ha guadagnato $432,2 milioni in tutto il mondo, un record per la serie. La serie è cresciuta di popolarità con ogni installazione successiva, e non c’è nulla che suggerisca che un quinto film sarebbe diverso.
    Attenzione, spoiler sul finale di john wick 4, se non l'avete visto è a vostro rischio:
    Detto questo, ogni nuovo film di John Wick non solo migliora il suo predecessore dal punto di vista del botteghino, ma potrebbe essere argomentato anche dal punto di vista della qualità. Il quarto film potrebbe essere il migliore del gruppo, con sequenze d’azione incredibili e coreografie complesse che sono davvero insuperabili a Hollywood. Se Reeves e Stahelski si riunissero per John Wick 5, è del tutto possibile che si avrebbe il miglior film della serie, servendo come un altro grande passo avanti per il cinema d’azione in generale.
    Fonte: Asiaticafilmmediale.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mer Ago 30, 2023 2:19 pm

    John Wick 4, il regista conferma di aver girato un finale alternativo col protagonista vivo al suo funerale

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Che il finale di John Wick 4 non andasse inteso in senso troppo “drastico” l’abbiamo capito da quando il film è diventato il capitolo di maggior successo della saga (anche se è stato il più costoso) generando immediatamente dei palesi ripensamenti in seno sia alla Lionsgate che “in casa” del regista Chad Stahelski e del protagonista Keanu Reeves.

    Già a fine marzo, si parlava di come il finale ambiguo di John Wick 4 non precludesse in alcun modo la possibilità di un quinto film e, in seguito, di come quello alternativo decisamente più diretto, in cui durante il funerale, si capiva che il personaggio di Keanu Reeves era ancora vivo e vegeto, sia stato tagliato dal montaggio della pellicola.

    Ed è proprio di questo “finale scartato” di John Wick 4 che ha discusso Chad Stahelski nella chiacchierata fatta all’Happy, Confused podcast. Josh Horowitz gli ha domandato se avessero davvero girato una scena del funerale in cui si vedeva John Wick in piedi sopra al suo sepolcro.

    "Sì. Abbiamo letteralmente girato qualcosa di poco ispirato come quello. Ma sai, più esperienza di regia acquisisci più sicurezza finisci per avere e diventi un po’ più adulto invece di… Sai, il mio istinto normale sarebbe fare una scenata, minacciare, distruggere, gettare le cose e rompere tutto. Ma col tempo impari anche, osservando il pubblico, che non sai mai quale sarà l’effetto emotivo, quindi sono sempre felice fare delle prove, ma quando sai che hai tempo, soldi e possibilità di ricerca, devi perseguire ciò in cui credi. L’abbiamo fatto in un modo e poi le persone intorno a noi hanno chiesto “Cosa accadrebbe se proviamo a farlo vedere ancora vivo?”. Avevo un po’ di tempo a disposizione. Avremmo girato quella scena, solo una ripresa che rivela John ancora vivo, e la mia unica condizione di poter fare delle proiezioni test con entrambe le versioni. Volevo testare il pubblico. Nel mio cuore sapevo quale fosse la strada giusta da seguire, ma ho pensato “Al diavolo, proviamolo e vediamo”. Lo abbiamo testato e abbiamo ottenuto una reazione così intensa dal pubblico. Era come se non fossimo nemmeno arrivati ai titoli di coda, è stato tutto molto Hollywoodiano."

    I quattro lungometraggi di John Wick hanno incassato 1,018 miliardi di dollari a fronte di un budget cumulativo di 210.
    Fonte: BadTaste.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mer Ago 30, 2023 2:27 pm

    John Wick 4: il regista rivela la prima reazione dello studio al finale e parla della versione alternativa

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Attenzione: l'articolo contiene spoiler
    In un’intervista con The Hollywood Reporter, Chad Stahelski, regista di John Wick 4 ha raccontato alcuni aneddoti sul finale dell’ultimo capitolo della saga action con Keanu Reeves, ora nelle sale. Ovviamente non proseguite la lettura se non avete ancora visto il film e non volete incappare in SPOILER.

    La pellicola si conclude con Wick che vince il duello finale contro Marchese Vincent de Gramont (Bill Skarsgard), ma è apparentemente ferito a morte, mentre pronuncia “Helen”, nome della moglie morta all’inizio del primo film. La scena conclusiva vede Winston (Ian McShane) in piedi davanti alla tomba del protagonista.

    Il regista inizia raccontando la prima reazione dello studio alla proposta su come terminare la storia e perché lui e Reeves hanno insistito così tanto per fare in modo che arrivasse sullo schermo:

    "Non dirò esattamente la frase, ma la risposta è stata: “A che c*zzo state pensando?“. La nota era: “Siete impazziti, c*zzo?“. E io e Keanu abbiamo sorriso e detto: “Sì“. [Ride]. Onestamente, per me e Keanu è tutta una questione relativa al “perché”. Perché farlo solo per fare altri combattimenti? L’abbiamo già fatto. Quando abbiamo deciso di fare il quarto film, è stato perché avevamo un perché. Ne abbiamo fatto uno alla volta in modo così disordinato, quindi questa era la nostra occasione per chiudere tutto il resto. Se stessi guardando John Wick 3, direi: “C*zzo, andiamo! Datemi un finale! Come ne uscirà?“.

    Così, quasi un anno dopo, abbiamo deciso di legare tutto insieme e ci siamo chiesti: “Come si fa a dare un addio adeguato?“. È così che l’abbiamo venduto allo studio perché, a un certo punto, tutto questo deve finire. Loro lo vedevano come una cosa ripetitiva, ma noi abbiamo pensato: “Il modo per fare un John Wick migliore, più grande, più forte, più veloce è dare qualcosa che non abbiamo dato agli altri, e cioè una conclusione“. È una conseguenza. Non si può fare un film sulle conseguenze e non avere a che fare con queste. Quindi, fortunatamente, [il chairman del Lionsgate Motion Picture Group] Joe Drake e [il presidente del Lionsgate Motion Picture Group] Nathan Kahane ci hanno sostenuto e hanno detto: “Ok, vi ascoltiamo. Come pensate di farlo?”. E io: “Beh, non lo farò come scena. L’intero film sarà incentrato sull’addio, sull’amicizia, sulle conseguenze e su tutti i collegamenti che facciamo“."

    Il regista rivela poi di aver girato un finale alternativo da mostrare durante test screening, dove però il pubblico ha preferito quello originale:

    "Ma, ad essere onesti, durante i test screening [il finale originale] era un po’ abbozzato. Non l’ho detto a molte persone, ma abbiamo fatto delle riprese aggiuntive e abbiamo girato un finale diverso. Non era il duello, ma abbiamo rivelato che John Wick… C’era un modo diverso di fare [la scena del funerale] e volevamo che fosse un po’ più misteriosa. Ecco perché alla fine si vede il cucciolo che guarda in alto [durante la scena del funerale]. Quindi c’era un’altra cosa che abbiamo testato, ed eravamo aperti a testare entrambi [i finali] perché Keanu e io volevamo solo fare un buon film. Volevamo sentire cosa fosse più soddisfacente. Abbiamo fatto un test screening e il pubblico è insorto abbastanza duramente [al nuovo finale girato durante le riprese aggiuntive]. Pensavamo di averci azzeccato al primo colpo e, lo studio, a suo onore, non ha battuto ciglio. Quella sera, letteralmente in sala, l’abbiamo capito tutti. Abbiamo visto tutti le reazioni e ci siamo dati il cinque dicendo: “Abbiamo un bel film“. Quelli della Lionsgate hanno detto: “Facciamo il finale che vi piace di più“, ma all’inizio hanno pensato: “Ma che c*zzo?“. Poi, quando hanno visto come l’abbiamo fatto e come il film è venuto fuori, la gente ha capito la scelta perché è mozzafiato."

    Sempre a proposito di scene tagliate, Stahelski rivela quelle che non sono rimaste nel montaggio finale di John Wick 4 e come ha capito cosa tagliare. Ecco le sue parole:

    "Quando John arriva Berlino, abbiamo tagliato un’intera sezione. Si trattava probabilmente di tre o quattro scene, e poi alcune interazioni tra il personaggio di Shamier e Keanu. C’erano un paio di personaggi secondari e altre scene di cose logistiche e divertenti da fare per John che abbiamo tagliato. Nel nightclub c’era un po’ di azione con i cani e altre cose. Non abbiamo tagliato nulla che fosse brutto. Anzi, ora mi si spezza il cuore a pensarci. Se avessi rilasciato la scena del club, avreste detto: “È perfetto, cazzo. Non tagliare nulla“. Ma quando si guardano due ore e 40 minuti di film, bisogna renderlo sopportabile. Sapevamo benissimo che sarebbe stato un film di due ore e mezza. Senza i titoli di coda, sono 2 ore e 38 minuti. Ci sono 10 minuti di titoli di coda dopo, e questo è per tutti quelli che continuano a dirmi che sono tre ore.

    Abbiamo tagliato probabilmente quattro o cinque grandi gag dall’Arco
    [di Trionfo, a Parigi], ma come regista, persino io ho pensato: “Mi sto annoiando a morte“. Quindi devi costantemente tagliare, ma anche quando tagli, non puoi semplicemente tornare indietro e guardare la scena. Devi portare il tuo c*lo in sala di proiezione e dedicarci quattro ore alla tua giornata. Guardavamo l’intero film due o tre volte a settimana. È l’unico modo per capire il ritmo, soprattutto se si tratta di un film di 2 ore e 38 minuti. E non potete fermarlo. Basta guardarlo e impegnarsi. Quindi abbiamo cercato di essere il pubblico il più possibile, ed è così che abbiamo trovato il ritmo. Ma bisogna fare questi sacrifici per l’intero film.".
    Fonte: BadTaste.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Set 02, 2023 1:42 pm

    Terminator, la scena di raccordo con Terminator 2 c'era ma fu tagliata

    La producer e cosceneggiatrice Gale Anne Hurd ha spiegato le vere ragioni per cui fu tagliata la scena di Terminator che anticipava gli eventi di Terminator 2. Motivi molto pragmatici e... d'imbarazzo.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    In Terminator 2 - Il giorno del giudizio viene spiegato che il braccio e il microchip del T-800 erano stati conservati dopo lo scontro finale in Terminator, e la famosa scena della pressa idraulica. Non tutti sanno però che la scena in cui alcuni responsabili della Cyberdyne Systems trovavano il materiale era stata girata per il primo film, ma poi tagliata da James Cameron. Perché? La ragione è molto terra terra, ne ha spiegato il retroscena su Twitter la produttrice nonché cosceneggiatrice del film, Gale Anne Hurd. Guardiamola, poi scopriamo il motivo del taglio.



    Terminator, perché fu tagliata la scena del ritrovamento del microchip
    Gale Anne Hurd, celebre negli ultimi anni come executive producer della serie The Walking Dead, fu nel 1984 la cocreatrice di Terminator con James Cameron, nonché produttrice del film. Proprio lei su Twitter ha deciso di raccontare a un fan un retroscena che spiega come mai dal primo film fu tagliata una sequenza che era già la base per il sequel: il ritrovamento del chip del T-800 nella fabbrica, dopo lo scontro con la pressa idraulica. James semplicemente non riuscì a tenerla, perché gli attori che vi recitavano erano lì... per un compromesso.

    "Il finanziatore di Terminator, John Daly della Hemdale Films, aveva un accordo con la Orion Pictures ma ancora non aveva realizzato un successo (la storia cambiò col nostro film e Platoon). Insistettero affinché usassimo amici dei finanziatori e non attori in questa scena, e questo per noi la rovinò... [...] Penso che lui insistesse per metterli nel film, perché ai finanziatori era stato promesso un ritorno per i loro investimenti, e non ne avevano ancora ricevuto uno. Daly non ha mai creduto che il film sarebbe stato un successo... costò 6.400.000 dollari [18.830.000 aggiornati all'inflazione, ndr]... e all'epoca a noi sembrava già un casino!"


    Fonte: ComingSoon.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Set 02, 2023 2:26 pm

    IL CASTELLO INVISIBILE: RECENSIONE DEL FILM DALL'11 AL 13 SETTEMBRE AL CINEMA

    Oltre la fiaba, la denuncia a un sistema che non riesce a proteggere i più deboli.

    Uno dei "falsi miti" che circonda gli appassionati di anime e manga è quello della scuola giapponese come luogo fatto di avventure, amori e divertimento. Molti titoli fortunatamente ci portano con i piedi per terra, raccontandoci il delicato periodo dell'adolescenza per quello che realmente è in Giappone. Un periodo duro, fatto di tanto studio e dedizione al sacrificio secondo un più che secolare spirito giapponese che non manca di stringere nella sua morsa anche le giovani menti di oggi. E poi c'è una delle piaghe maggiori all'interno del sistema scolastico giapponese, ovvero il bullismo. Se da sempre i più forti fisicamente all'interno della scuola hanno sopraffatto i più deboli, ora, nell'era di internet, degli smartphone e dei social network, chiunque si senta frustrato può sfogarsi, denigrando e svilendo gli altri.
    Se l'aggressione fisica della vittima è più frequente da parte dei maschi, l'aggressione relazionale è invece più diffusa fra le ragazze, ma non per questo meno deleteria: si isola la vittima, attraverso pettegolezzi infamanti, esclusioni dai gruppi e il rifiuto di rivolgerle la parola. Questo mina la sicurezza di sé in un'età tanto difficile quanto quella adolescenziale. Aggiungiamo poi che in una società come quella giapponese ove il gruppo è più importante del singolo ed è fondamentale avere un proprio posto all'interno di quel gruppo, qualunque forma di maltrattamento che mina questo tipo di relazione è fonte di angoscia e può avere un effetto catastrofico.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Cosa succede quindi a quelle giovani menti che subiscono queste ritorsioni? Che meccanismo di autodifesa scatta in loro? Tendono a sparire, a chiudersi in se stessi, il più delle volte nelle loro case o addirittura nelle loro stanze. Andare a scuola è un calvario che non si riesce più ad affrontare, nonostante l'aiuto terapeutico di professionisti. Spesso serve a poco anche andare in luoghi dove poter continuare gli studi, dei veri e propri centri di sostegno per chi ha problemi di questo tipo. La scuola ormai è vista come un luogo di totale afflizione e il solo pensare di tornarci genera in questi ragazzi un crollo psicologico. Non si tratta più di paura, ma di un vero e proprio malessere anche fisico.

    Da queste premesse parte il romanzo Kagami no Kojou di Mizuki Tsujimura, pubblicato in Giappone nel 2017 (e giunto da noi grazie a DeA Planeta nel 2019), che ha poi dato vita ad una trasposizione manga, pubblicata in Italia da Dynit Manga e al lungometraggio animato di cui parleremo qui, Il Castello Invisibile, che arriverà nelle sale italiane grazie a Plaion - Anime Factory come proiezione speciale, dall'11 al 13 settembre prossimi.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    A tredici anni Kokoro, la protagonista di questa storia, trascorre le giornate nella sua stanza, affidando al brusio della televisione il compito di attutire i pensieri e i rumori della vita fuori. Da quando le cose a scuola si sono fatte troppo difficili, è così che ha deciso di rispondere al disagio e al dolore. Scomparendo.
    La sua vita cambia quando, attraversando lo specchio della propria camera, la ragazza si ritrova in un magico castello in compagnia di sei suoi coetanei. Il gruppo è stato riunito da una misteriosa ragazzina il cui volto è celato da una maschera di lupo, che ha in serbo per loro un gioco: nel castello è nascosta una chiave e chiunque la troverà potrà esaudire il suo più grande desiderio.
    I bambini avranno quasi un anno per cercarlo, ma potranno farlo solo tra le 9:00 e le 17:00. Se la chiave viene trovata e un desiderio esaudito, dimenticheranno i loro ricordi sia del luogo che l'uno dell'altro.[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il film ha la fortuna di ereditare una storia che ha già positivamente impressionato tutti coloro che hanno avuto la possibilità di conoscerla. Il romanzo ha infatti vinto il Japan Booksellers’ Award nel 2018, è stato in cima alla lista dei più venduti della rivista Da Vinci nel 2017, e, sempre nello stesso anno, ha vinto il King’s Brunch Book Prize. Il manga, disegnato con sapiente eleganza da Tomo Taketomi, ha fatto numerosi proseliti anche nel nostro staff, sempre molto esigente.

    La premessa narrativa è abbastanza semplice, eppure, soprattutto per la denuncia sociale che questa storia tenta di fare, pur con la delicatezza di una fiaba, il film merita senza ombra di dubbio uno sguardo critico e una chance dello spettatore al cinema.

    Spettatore che viene calato da subito nel disagio della protagonista e quindi, anche se lo sviluppo della storia poi tenderà a far sembrare tutto divertente e magico, attraverso vari momenti particolari egli respirerà un'atmosfera carica d’ansia e di ambiguità. È ovvio che i sette protagonisti vivano, in maniera più o meno evidente, gli stessi problemi, ma non si capisce perché siano stati scelti e coinvolti in questa strana caccia al tesoro, l’unica cosa certa è la loro voglia di cercare un posto che li faccia sentire protetti, al sicuro.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il gruppo quindi sembrerà dedicare più tempo a trovare forza l’uno nell’altro che a esprimere un singolo desiderio che possa risolvere tutti i loro problemi a casa. Ci sono però tanti aspetti ambigui che pian piano saranno svelati e ci faranno capire che non tutto è come sembra. I misteri saranno quindi svelati poco per volta, mettendo tutti i ragazzi davanti a uno specchio meno fiabesco, quello capace di mostrare i propri demoni interiori.



    Il difficile compito di prendere il timone di questa trasposizione è stato affidato dallo studio di animazione A-1 Pictures a Keiichi Hara, già regista di titoli come Colorful e Miss Hokusai. Hara decide di affidarsi a uno staff che conosce bene, a partire da Miho Maruo, sceneggiatrice che ha già collaborato con lui per i film Miss Hokusai e The Wonderland. Keigo Sasaki (Blue Exorcist, ERASED) si occupa sia della direzione generale delle animazioni che del character design. Harumi Fuuki, che ha composto le musiche dei precedenti film di Hara, torna a ricoprire lo stesso ruolo.

    Riuscire a riportare in un lungometraggio, anche se di quasi due ore, lo spirito del romanzo originale, non era facile. Questa storia, in tutte le sue incarnazioni, esplora l’incertezza adolescenziale e il desiderio di un posto a cui appartenere, lottando con l’incapacità di esprimere adeguatamente i propri sentimenti. Siamo di fronte ad un grande omaggio alle fiabe europee (Hans Christian Andersen e i fratelli Grimm) ma anche alle vicende di Alice di Lewis Carrol, capace di creare un intreccio che avvince ed emoziona, fino a portarti ad una commozione consapevole e voluta.
    Detto questo e facendo il paragone con il manga, che abbiamo letto in diversi, bisogna sottolineare due grandi dfferenze. La prima è quella che riguarda il lato grafico: il manga è molto curato e ha uno stile suo piuttosto riconoscibile. Si concentra molto sulle espressioni facciali dei personaggi rendendo appieno i loro sentimenti e le loro inquietudini. Le scenografie soprattutto nel finale sono molto più semplici rispetto al film, perché il manga si concentra principalmente sulle storie individuali dei personaggi. E qui entra in scena il secondo aspetto: nel manga ogni ragazzo del gruppo ha la sua storia, che viene raccontata in maniera più approfondita, dando così il giusto tempo al lettore per capirne le motivazioni e le emozioni. Si affrontano temi come il bullismo e l'isolamento sociale in modo adeguato, calando così profondamente il lettore nelle ansie e nelle paure provate dai ragazzi, cosa che per ovvi motivi di tempo nel film si perde in buona parte.

    Graficamente il film è piuttosto gradevole, soprattutto per quanto riguarda ambientazioni e sfondi, anche se sulla parte più importante, verso il finale del film, a mio avviso la CG usata mal si amalgama con il resto delle animazioni. Dal punto di vista musicale, la OST fa il suo onesto lavoro di accompagnamento della storia ma una menzione speciale va alla canzone "Merry-Go-Round", eseguita da Yūri, che si ascolta durante i titoli di coda del film e che dona un epilogo davvero emotivo e coinvolgente alla pellicola.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il castello invisibile può essere quindi un ottimo entry level per il romanzo originale o il manga, a patto che si sia disposti a uscire da una certa comfort zone, non farsi ingannare dalla copertina simil fiaba e a entrare in un luogo dove il confine tra malinconia e sconforto è sottile. Un film con un messaggio importante su un problema di non facile soluzione e anzi lasciandoci con più di qualche domanda. Gli adulti riusciranno a svolgere il loro compito di ausilio ai più giovani dando loro un’ancora di salvezza quando hanno più bisogno di aiuto e assicurandosi che sappiano che esiste? Possono questi ragazzi traumatizzati aiutarsi a vicenda riconquistando la fiducia necessaria per avere successo nel mondo (troppo spesso ingiusto) in cui tutti viviamo?
    Da genitore non posso rimanere insensibile ad un messaggio tanto potente.
    Fonte: AnimeClick.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mar Set 05, 2023 1:43 pm

    Godzilla, da zero a (vi) meno: il Re dei Kaiju distrugge il Giappone nel trailer ufficiale del nuovo film

    Prodotto dalla Toho, è pronto a riportare sul grande schermo una creatura leggendaria per la storia del cinema.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    È un bel momento per essere un fan di Godzilla: la gigantesca creatura sarà protagonista non solo di un nuovo capitolo del MonsterVerse e di una serie spin-off del quale è stato da poco mostrato il primo trailer, ma tornerà a tormentare il Giappone nel nuovo film prodotto dalla Toho.

    Si intitola Godzilla Minus One e, dopo il teaser di qualche settimana fa, ora è tempo di vedere qualcosa di più grazie al primo trailer ufficiale. Come successo anche in Shin Gojira, ultimo film della saga sul versante giapponese, al centro c’è proprio il Paese del Sol Levante e la sua travagliata storia. «Dopo la guerra, il Giappone aveva perso tutto» è uno dei claim del film, ma per i giapponesi il peggio deve ancora arrivare. Godzilla, ricorderanno i fan, è infatti l’emblema del pericolo nucleare, è stato creato per incarnare quella sensazione. Ecco quindi che il Re dei Kaiju devasta ulteriormente il Giappone, già piegato dal bombardamento nucleare di Hiroshima e Nagasaki. Una sorta di ironico sequel di Oppenheimer, sottolineando online alcuni utenti.

    Il trailer ufficiale di Godzilla Minus One


    Il regista Takashi Yamazaki (il film su Doraemon, Dragon Quest: Your Story e Lupin III – The First) ha descritto questo nuovo film come «una situazione disperata senza precedenti, come il precipitare in una spirale». Il titolo Godzilla -1.0 rappresenta proprio questo, «un’ambientazione in cui Godzilla rappresenti la “paura” che si dirige verso di voi, dove alla disperazione si somma altra disperazione».

    Il titolo rappresenterà il secondo film live-action su Godzilla dell’Era Reiwa iniziata proprio nel 2016. Oltre al già citato Shin Gojira di Hideaki Anno e Shinji Higuchi, sono usciti anche tre film d’animazione: Il pianeta dei mostri, Minaccia sulla città e Mangiapianeti. Sul fronte statunitense, invece, si attendono novità su Godzilla x Kong e su diversi progetti spin-off.

    Arriverà nelle sale dal 1 dicembre, si attendono conferma sull’uscita italiana.
    Fonte: BestMovie.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Ven Set 08, 2023 8:38 am

    PERCHÉ CONTINUANO AD USCIRE FILM SU JOHN WICK? 'IL FATTO È CHE AMO KEANU REEVES'

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    John Wick è certamente uno dei franchise di maggior successo degli ultimi anni. La di film d'azione con protagonista Keanu Reeves ha infatti il merito di saper intrattenere il pubblico con numerose sequenze d'azione di alto livello, regalando ore di divertimento ineguagliabili.

    Eppure, nonostante tutto questo successo, che ha anche garantito l'arrivo di Continental, spin-off di John Wick, la vera motivazione per cui Chad Stahelski continua a dirigere questi film è di tutt'altra specie.

    Il regista è apparso di recente nel podcast Happy Sad Confused, in cui ha rivelato di sentirsi davvero fortunato ad aver lavorato con un cast di prim'ordine con questi film. Quando gli è stato chiesto se tornerebbe mai per John Wick 5, il cineasta ha rivelato che gli piacerebbe tornare per un nuovo capitolo.

    "Sai perché ne farei ancora uno? Perché amo Keanu Reeves e perché adoro questo genere, mi lasciano molta libertà creativa. Mi piace tutto di questo lavoro. Si è vero, è un compito difficile e stressante, mi chiedo sempre come superarmi, come sorprendere il pubblico, è uno stress continuo...ma ne adoro ogni minuto".

    Nonostante tutta la buona volontà però, sembra che al momento non ci siano piani per John Wick 5, ma dopotutto stiamo parlando di un franchise che vedrà l'arrivo di ben due nuove serie tv che ne espanderanno l'universo, quindi perché non pensare a tornare anche con un nuovo progetto sul grande schermo?
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Ven Set 08, 2023 2:16 pm

    Thanksgiving - Patrick Dempsey contro uno spietato serial killer nel teaser trailer dello slasher di Eli Roth

    Ispirato al fake trailer realizzato da Eli Roth per Grindhouse, Thanksgiving porterà sullo schermo uno spietato serial killer armato di ascia. Ecco dunque il teaser trailer.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Dopo anni d'attesa e numerosi stalli produttivi, Thanksgiving - ultima fatica dell'acclamato Eli Roth - è finalmente pronta a mostrarsi al pubblico. A poche ore dal rilascio del poster ufficiale - che ha confermato la data d'uscita negli Stati Uniti per il 17 novembre - Sony ha infatti condiviso il teaser trailer dello slasher movie, in cui a fronteggiare lo spietato serial killer sarà nientemeno che Patrick Dempsey, indimenticato protagonista di Grey's Anatomy e prossimamente al cinema in Ferrari di Michael Mann.

    Thanksgiving - Il macabro trailer dello slasher movie di Eli Roth
    Il via libera alla produzione di Thanksgiving è arrivato lo scorso gennaio, mentre le riprese sono cominciate a marzo. Come i fan di Eli Roth sapranno, l'horror è ispirato al fake trailer realizzato dal filmmaker per Grindhouse, b-movie di culto diviso in due parti e diretto da Quentin Tarantino (Grindhouse - A prova di morte) e Robert Rodriguez (Grindhouse - Planet Terror). Lo slasher, dunque, è il secondo corto contenuto in Grindhouse a diventare un progetto indipendente, dopo Machete con Danny Trejo. Atteso per anni dal pubblico, Thanksgiving verrà rilasciato nel pieno dello sciopero SAG-AFTRA e dovrà quindi fare a meno del proprio cast durante le anteprime e la campagna promozionale, che sarà dunque condotta esclusivamente da Eli Roth.



    Ambientato durante la Festa del Ringraziamento - data ravvicinata a quella del rilascio del film -, il lungometraggio è ambientato in una piccola città del Massachusetts, presa di mira da uno spietato serial killer armato di ascia, pronto a scatenare una carneficina e a trasformare le sue vittime in una macabra tavola da intaglio. A fronteggiare lo spietato assassino sarà lo sceriffo della cittadina - interpretato da Patrick Dempsey -, aiutato nell'impresa dall'intera comunità, decisa a smascherare e fermare il killer. Ad affiancare Dempsey troviamo poi, in un ruolo ancora sconosciuto, Addison Rae. Al loro fianco, per precisa volontà di Eli Roth, si muove un cast composto da attori emergenti o relativamente poco noti: Nell Verlaque, Jalen Thomas Brooks, Milo Manheim, Gabriel Davenport, Tomaso Sanelli, Jenna Warren, Gina Gershon, Tim Dillon, e Rick Hoffman. La sceneggiatura - terminata lo scorso febbraio - è invece a cura di Jeff Rendel. Per dedicarsi al progetto, la cui produzione è partita in maniera totalmente inaspettata, Eli Roth ha rinunciato alla regia di Borderlands - adattamento dell'omonimo videogioco, portato poi a termine da Tim Miller.  Non resta quindi che attendere ulteriori aggiornamenti sulla data d'uscita italiana.
    Fonte: ComingSoon.It
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    thanksgivingmovie
    This Thanksgiving, there will be no leftovers. #ThanksgivingMovie is exclusively in movie theaters November 17. Teaser trailer tomorrow.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Ven Set 08, 2023 2:23 pm

    Il ragazzo e l’airone, ecco il teaser ufficiale del nuovo film di Hayao Miyazaki [VIDEO]

    L'ultimo lavoro del leggendario maestro dell'animazione giapponese arriverà in Italia nel 2024.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    È arrivato online il primo teaser ufficiale de Il ragazzo e l’airone, l’atteso nuovo film d’animazione del maestro Hayao Miyazaki, di ritorno sulle scene dopo il suo ritiro avvenuto nel 2013.

    Il film, ispirato a sua volta al romanzo omonimo del 1937 di Genzaburō Yoshino, è stato concepito dal leggendario animatore giapponese come un ultimo dono verso il nipote per esprimergli tutto il suo amore e per prepararlo al momento in cui – come dichiarato dallo stesso Miyazaki – “il nonno non ci sarà più“. A seguire qui sotto potete leggere la sinossi ufficiale del film:

    "Ambientata in Giappone durante la seconda guerra mondiale, la storia è incentrata su un ragazzo di nome Mahito che perde la madre in un incendio. Poco tempo dopo, il padre sposa la sorella minore della defunta moglie, Natsuko, e trasferisce l’intera famiglia nella grande casa di campagna dei suoi antenati. Mahito, risentito nei confronti di Natsuko per aver preso il posto della madre, si distrae esplorando l’area intorno alla casa scoprendo una misteriosa torre nella quale gli viene tuttavia proibito di entrare. Il ragazzo fa amicizia anche con uno strano airone cenerino parlante che gli rivela di come la madre sia in realtà viva ma rinchiusa nella torre in attesa di essere salvata. Mahito, dapprima rinnega questa sconvolgente verità, tuttavia scopre che l’airone non gli ha mentito e decide di andare alla ricerca della matrigna che, nel frattempo, è scomparsa misteriosamente proprio all’interno della misteriosa torre. Una volta entrato, Mahito viene trasportato in un universo alternativo fatto di magia dove la sua ricerca lo mette in contatto con nuovi amici ma anche con tanti nemici.".

    Potete vedere il primo teaser ufficiale a seguire qui sotto:


    Il ragazzo e l’airone è stato scelto come film d’apertura dell’imminente 71esima edizione del San Sebastian Film Festival, il più prestigioso evento cinematografico in lingua spagnola del mondo che si svolgerà nella omonima città dei Paesi Baschi dal 22 al 30 settembre. La proiezione del film avverrà presso l’Auditorium Kursaal venerdì 22 settembre, dopo il gala di apertura del Festival.

    Il film sarà distribuito da Lucky Red sul grandi schermo italiani a partire dal 1 gennaio 2024.
    Fonte: BestMovie.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Set 09, 2023 8:34 am

    Il ragazzo e l'airone non è più l'ultimo film di Hayao Miyazaki, il regista ha già nuove idee

    Secondo quanto riportato dal VP dello Studio Ghibli, Il ragazzo e l'airone non è l'ultimo film di Hayao Miyazaki. Il regista ha già nuove idee.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Da tempo si riteneva che Il Ragazzo e l'Airone sarebbe stato l'ultimo film di Hayao Miyazaki. Be', non è più così. Secondo quanto segnalato da Junichi Nishioka - VP dello Studio Ghibli - il regista ha nuove idee per altri progetti e le sta proponendo.

    La notizia è stata data dal giornalista Eli Glasner che ha parlato con Nishioka sul red carpet del Toronto International Film Festival, dove il film di Miyazaki è stato presentato in anteprima. Condividendo l'informazione su Twitter, ha scritto: "Notizie entusiasmanti per i fan di Hayao Miyazaki. Il vicepresidente dello Studio Ghibli Junichi Nishioka ci dice che Il Ragazzo e l'Airone non è l'ultimo film di Miyazaki e che sta già arrivando in ufficio con nuove idee".

    La CBC, la testata che ha dato la notizia, non ha ancora condiviso l'intera chiacchierata con Nishioka, per cui non sappiamo se ci sono dettagli più precisi sulla questione.

    Il Ragazzo e l'Airone, data di uscita in Italia e i dettagli
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il Ragazzo e l'Airone è già stato distribuito in Giappone e arriverà in Italia il primo gennaio 2024. Il film è basato sul romanzo Kimitachi ha Dou Ikiru ka? (E voi come vivrete?, in Italia, traduzione di Silvia Ricci Nakashima, collana Novel, Kappalab Editore, 2019). Il libro è del 1937 ed è stato scritto da Genzaburo Yoshino.

    È stato anche realizzato un adattamento in formato manga nel 2017 da parte di Shoichi Haga. La storia raccontata dal romanzo è ambientata nel Giappone pre-Seconda Guerra Mondiale e segue la storia di un giovane ragazzo. Il film è però solo ispirato da tale racconto, in quanto ha un taglio più fantasy.

    Ricordiamo che il film precedente di Hayao Miyazaki è stato Si Alza il Vento, del 2013. Nel frattempo aveva realizzato solo alcuni cortometraggi e altri contenuti, come ad esempio quelli esclusivi del museo dello Studio Ghibli. Il nuovo film di Miyazaki, sempre che venga veramente realizzato, potrebbe quindi richiedere molti anni.
    Fonte: MultiPlayer.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Set 09, 2023 8:40 am

    Guillermo del Toro presenta a sorpresa la proiezione di Il ragazzo e l’airone al TIFF: “L’animazione è cinema

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Come annunciato, Il ragazzo e l’airone è stato presentato al Toronto Film Festival e alla luce dell’assenza di Hayao Miyazaki, sul palco prima della proiezione è salito “il suo più grande fan”, Guillermo del Toro.
    Il regista ha sorpreso il pubblico della Roy Thomson Hall e ha parlato della sua grande passione per il regista giapponese.

    Sa bene come far muovere il mio culo grasso” ha spiegato. “Siete i primi spettatori a guardare il film al di fuori del Giapponese. Questa è la dannata prima mondiale!“.

    Ha poi aggiunto:

    "L’animazione è cinema, e il film di stasera va anche oltre. È difficile fare animazione. Siamo così privilegiati da vivere in un’epoca in cui Mozart compone sinfonie. Miyazaki san è un maestro di quella statura, perciò dobbiamo ritenerci fortunati."

    Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki sarà nelle sale italiane partire dal primo gennaio del 2024.
    Fonte: BadTaste.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Lun Set 11, 2023 1:58 pm

    John Wick 5: il film non si farà senza Keanu Reeves, la conferma di Lionsgate

    John Wick 5 non si farà senza Keanu Reeves, lo conferma la Lionsgate che ha ingaggiato l'attore per il quinto capitolo della celebre saga.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    La Lionsgate ha ingaggiato Keanu Reeves per John Wick 5, il prossimo capitolo della celebre saga, a confermalo è la compagnia stessa.

    John Wick 5
    È ufficiale, Lionsgate ha ingaggiato nuovamente Keanu Reeves per il quinto capitolo di John Wick, la celebre saga che lo vede protagonista. Secondo quanto riportato dalla CNN, il presidente del Lionsgate Motion Picture Group, Joe Drake lo avrebbe annunciato parlando del sequel del fortunato franchise : "Non siamo pronti a dire addio a Keanu con questo franchise". Anche altri protagonisti del processo decisionale si sono espressi in merito. Il produttore Basil Iwanyk, per esempio, ha detto: "Se c'è un modo coerente per farlo tornare che non sembri una stronzata, allora ci sarà un John Wick 5", mentre il regista di John Wick 4, Chad Stahelski ha rivelato al podcast Happy Sad Confused: "Se chiedessi a Keanu in questo momento: 'Faresti John Wick 5?", direbbe: 'Certo che sì".

    Sempre secondo quanto rivelato, Stahelski, che già non aveva escluso di ritornare alla regia, e Reeves faranno un viaggio in Giappone per parlare del quinto capitolo della saga. Se tutto andrà bene, Stahelski e la Lionsgate inizieranno i preparativi per il progetto, decidendo ad esempio quali set utilizzare e quali personaggi vorrebbero vedere nel mondo di John Wick. Il produttore Iwanyck, a proposito di questo incontro tra Reeves e Stahelski, ha dichiarato: "Quel viaggio in Giappone è un po' come aspettare che una barca emerga dalla nebbia; è questa l'intenzione".

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Gli spin-off
    Intanto gli appassionati della saga aspettano i due spin-off del franchise di John Wick. Uno è Ballerina in cui Ana de Armas interpreta Rooney. Il film sarà incentrato sulla ricerca di Rooney delle persone che hanno ucciso la sua famiglia. La produttrice ha già rivelato i personaggi che appariranno in Ballerina. Keanu Reeves avrà un ruolo importante nel film, che dovrebbe uscire a giugno 2024. L'altro spin-off è la miniserie crime drama The Continental, la cui anteprima è prevista per il 22 settembre di quest'anno a su Prime Video.
    Fonte: MoviePlayer.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Lun Set 11, 2023 2:15 pm

    MADS MIKKELSEN ASFALTA UN GIORNALISTA: NIENTE DIVERSITÀ NEL FILM SULLA DANIMARCA DEL 1700

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Dopo aver appoggiato Pierfrancesco Favino sulla polemica di Ferrari, l'attore Mads Mikkelsen è tornato a far parlare di sé nelle battute finali del Festival di Venezia 2023, quando ha discusso con un collega giornalista durante la conferenza stampa del suo ultimo film The Promised Land.

    Quando un giornalista ha sottolineato che il film è "una produzione danese interamente nordica" e ha chiesto se l'attore fosse "preoccupato" che il film non potrà essere nominato per l'Oscar per Best Picture una volta che le nuove regole degli Academy Awards entreranno in vigore l'anno prossimo, Mikkelsen ha risposto gelando tutta la sala: "E tu lo sei? Voglio essere serio e onesto, perché ci stai mettendo in difficoltà con una domanda scomoda, quindi ora sei tu che devi rispondere alla mia". Il momento di tensione è andato avanti quando il collega, in evidente difficoltà, ha provato a mettere a paragone il nuovo film di Mikkelsen e Parasite – una situazione ovviamente diversa sia perché il film sud-coreano proviene da un paese non a maggioranza bianca, sia perché le nuove regole non erano ancora in vigore all'epoca della storica vittoria del film di Bong Joon-ho. Quando il giornalista ha descritto la mancanza di diversità in The Promised Land come un “enigma”, poi, apriti cielo. "Non l'ho notato, personalmente, e non mi interessa" ha risposto Mikkelsen, che poi ha smesso di rispondere.

    Il regista del film Nikolaj Arcel ha provato a superare l'imbarazzo generale: “Beh, prima di tutto, il film è ambientato in Danimarca negli anni Cinquanta del Settecento. Abbiamo una grande trama su una ragazza di colore che è vittima di razzismo, ma si tratta di una cosa molto rara per l'epoca, perché non c'erano persone di colore in Danimarca. Probabilmente all’epoca la ragazza che raccontiamo nel film era l’unica persona di colore in tutta la Danimarca”. Tuttavia, ha concluso il regista, la diversità “non è stata un nostro pensiero fisso durante la lavorazione del film”.

    Infine, una delle produttrici del film, Louise Vesth, ha provato a spalleggiare il giornalista: “Penso che tu abbia posto una domanda interessante. Dal mio punto di vista di produttrice, e lavoro da molti anni in questo settore, posso dirti che discutiamo sempre di queste cose. Tutte le popolazioni hanno bisogno di diversità, creatività e pluralismo nell’arte. I film sono del resto uno specchio della società che ci circonda”. Ma, ha anche aggiunto, “secondo me sarebbe sbagliato inserire diversità in ogni singolo film. Altrimenti tutti i film diventerebbero uguali."
    Fonte: Cinema.EveryEye.It

    👍


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!

    A APUMA piace questo messaggio.

    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mer Set 13, 2023 8:22 am

    Tim Burton inorridito dalle fiabe Disney rifatte dall'IA col suo stile

    Tim Burton è rimasto sconvolto guardando l'applicazione dell'IA a personaggi delle fiabe disneyane classiche, nel suo stile. Decisamente l'intelligenza artificiale non lo convince...

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    BuzzFeed ha usato un algoritmo di IA per ottenere immagini dei classici Disney riletti con lo stile di Tim Burton (qui in alto vedete Aurora della Bella Addormentata): interpellato da The Independent il regista, al lavoro su Beetlejuice 2, è rimasto alquanto sconvolto dal risultato e ha avuto qualche considerazione stringata ma addolorata nei riguardi di questa tecnologia.

    Tim Burton sull'IA: "Una sensazione indescrivibile!"
    Da poco autore di Mercoledì per Netflix, nel settembre 2024 tornerà in sala con Beetlejuice 2, ancora interpretato dall'ineffabile Michael Keaton. Se c'è un personaggio che ha uno stile riconoscibile, una vera "firma" visiva, è proprio Tim Burton, tanto che è toccato a lui il secondo atto dell'esperimento di BuzzFeed, che aveva prima chiesto all'IA di rileggere beniamini disneyani nello stile di Wes Anderson. I personaggi Disney rivisti in chiave Tim Burton dall'IA non sono però piaciuti all'interessato, né l'hanno divertito. Tim ha infatti trovato il risultato disturbante...

    "Hanno fatto con l'IA le mie versioni dei personaggi Disney! Non riesco a descrivere la sensazione. Mi ha ricordato di quando altre culture dicono: "Non farmi la foto perché mi levi l'anima". Perché ti succhia via qualcosa. Ti toglie qualcosa dalla tua anima o dalla tua psiche. È molto disturbante, specialmente se sei coinvolto in prima persona. È come se un robot ti rubasse l'umanità, l'anima."

    L'esperimento di BuzzFeed era se non altro ironico, perché come molti sanno Burton mosse davvero i primi passi come grafico ai Walt Disney Animation Studios, nei primissimi anni Ottanta, tra Red & Toby Nemiciamici e Taron e la pentola magica: il suo stile tuttavia non fu giudicato adatto al modello Disney classico, così trovò inizialmente una sua strada alternativa all'interno della stessa azienda, con i corti Vincent e Frankenweenie.
    Fonte: ComingSoon.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Mer Set 13, 2023 2:18 pm

    Pet Sematary: Bloodlines - Il trailer del prequel ispirato al romanzo di Stephen King

    Atteso su Paramount+ per il 06 ottobre, Pet Semetary: Bloodlines è il prequel dell'adattamento del 2019 del romanzo cult di Stephen King. Nel cast, la star di X-Files David Duchovny.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Pet Semetary: Bloodlines - prequel del romanzo cult di Stephen King - sarà disponibile, in streaming su Paramount+, a partire dal 6 ottobre. In queste ore la casa di produzione ha quindi rilasciato il trailer ufficiale del progetto, in cui spicca la presenza di un veterano del paranormale, David Duchovny - indimenticato Fox Mulder della serie X-Files.

    Pet Semetary: Bloodlines - Il trailer anticipa le atmosfere inquietanti del prequel
    Prequel del romanzo Cimitero Vivente (Pet Sematary) di Stephen King, il lungometraggio, dal punto di vista cinematografico, si ricollegherà all'adattamento del 2019 e non a quello - a suo modo cult - del 1989. Al centro della storia troviamo il giovane Jud Crandall, fra i protagonisti dell'opera originale - eletta dallo stesso King come la sua creazione più spaventosa. Verso la fine degli anni '60 - precisamente nel 1969 - Jud sta infatti pianificando di lasciarsi la sua piccola città natale alle spalle, trasferendosi altrove. Alcuni segreti della sua famiglia, rimasti sepolti per troppo tempo, costringeranno però il protagonista a rimanere per sempre legato alla cittadina di Ludlow e a combattere, insieme ai suoi amici d'infanzia, un male legato alla città sin dalla sua fondazione.



    A giudicare dal trailer, la pellicola riporterà in vita le spettrali atmosfere del romanzo. Alla regia troviamo la sceneggiatrice Lindsey Beer - al suo debutto dietro la macchina da presa - che ha curato anche la sceneggiatura del progetto insieme a Jeff Buhler. A vestire i panni del giovane Jud Crandell è invece Jackson White - star della serie Tell Me Lies. Completano poi il cast, oltre al già citato David Duchovny, Pam Grier, Natalie Alyn Lind, Forrest Goodluck, Isabella Star LaBlanc - attesa anche nella nuova stagione di True Detective, Night Country -, Samantha Mathis, Henry Thomas e Jack Mulhern. A spingere verso la realizzazione di un prequel del romanzo cult di King è stato il produttore Lorenzo di Bonaventura, in seguito allo straordinario successo al botteghino ottenuto dall'adattamento del 2019. Pet Sematary: Bloodlines è quindi pronto ad unirsi alla lunga schiera di progetti attualmente in sviluppo tratti dalle opere di Stephen King, fra cui spiccano The Life of Chuck con Tom Hiddleston e Mark Hamill, The Monkey - prodotto da Blumhouse e con protagonista Theo James -, Billy Summers - che vanta nel team produttivo la presenza di Leonardo DiCaprio e J.J. Abrams -, e The Last King - prodotto dalla neo-nata casa di produzione di Mena Massoud, tratto dal racconto Il caso del dottore. Di recente è poi approdato in sala The Boogeyman, acclamato da pubblico e critica. Appuntamento quindi al 06 ottobre.
    Fonte: ComingSoon.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Ven Set 15, 2023 2:32 pm

    CHRIS PINE, IL DEBUTTO ALLA REGIA È DA INCUBO: "TRA I PEGGIORI FILM DEGLI ULTIMI ANNI"

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Chris Pine è nel mirino mediatico dopo quanto accaduto con Harry Syles, ma oggi, a un anno esatto di distanza, l'attore di Star Trek, Jack Ryan, Into the Woods e Dungeon & Dragons torna a far parlare di sé per un altro spiacevole evento: il suo debutto da regista, che coincide con uno dei "peggiori film degli ultimi anni".

    Ci riferiamo a Poolman, diretto e co-sceneggiato proprio da Pine: la satira noir è così deludente da aver provocato numerosi scioperi durante la sua proiezione in anteprima al Toronto International Film Festival

    In particolare, Siddhant Adlakha di IndieWire evidenzia i discorsi che non portano da nessuna parte (al punto da sembrare "rumore bianco"), la scarsa caratterizzazione dei personaggi, le battute divertenti come quelle di "un bambino di quattro anni che ripete il primo scherzo che abbia mai sentito" e l'enorme, invalidante artificiosità di fondo. Anche la scelta di sovrapporre le voci, efficace in alcuni contesti, risulta in questo caso a dir poco cacofonica. Infine, il montaggio appare prematuramente troncato in molti punti della pellicola.

    Per riassumere, "[Poolman] dura soltanto 100 minuti, ma più di 99 di questi ultimi sono spesi in un noiosissimo silenzio, se non in un'incredulità per essere stati sottoposti a sciocchezze simili, senza né arte né parte".

    Poolman racconta le disavventure di Darren Barrenman (peraltro interpretato da Chris Pine stesso), un pulitore di piscine che si ritrova coinvolto in una cospirazione più grande di lui. Nel cast, oltre al regista, ricordiamo Annette Bening, Danny DeVito, Ariana DeBose e Jennifer Jason Leigh. La data d'uscita in Italia rimane ignota.

    Insomma, il 2023 è terribile per l'aspirante regista: era l'inizio dell'anno quando Chris Pine definì il franchise di Star Trek come "maledetto".
    Fonte: Cinema.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272935
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 24
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da APUMA Sab Set 16, 2023 8:26 am

    Nessuno ti salverà, l'ansiogeno trailer del thriller di fantascienza su Disney+

    Sarà su Disney+ in streaming dal 22 settembre il thriller horror Nessuno ti salverà, del quale vi mostriamo un trailer. Una difesa molto privata da un'invasione aliena...

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Un'invasione aliena quando vivi da sola... e isolata. Questa è la premessa di Nessuno ti salverà, il film in arrivo in streaming su Disney+ dal 22 settembre, scritto e diretto da Brian Duffield per i 20th Century Studios. Possiamo mostrarvene il trailer ufficiale, che dà un'idea di come il dialogo non conti nulla in questa disperata sopravvivenza della sua protagonista...



    Nessuno ti salverà, le premesse del lungometraggio horror thriller sci-fi su Disney+
    Prodotto per quello che ormai è solo uno studio satellite della Disney, i 20th Century Studios ex-Fox, Nessuno ti salverà ha come protagonista Kaitlyn Dever nei panni di Brynn Adams, una ragazza allontanata dalla sua comunità, chiusa in un'esistenza solitaria ma non priva di speranza, tra le mura confortanti della casa nella quale è cresciuta. Una notte alcuni rumori le fanno credere in un'effrazione... e in effetti qualcuno sta penetrando nel suo mondo, ma si tratta di un'effettiva invasione aliena, per fronteggiare la quale non può far altro che ricorrere a se stessa. E niente più. Sceneggiatore e regista, Brian Duffield ha così commentato l'idea alla base di Nessuno ti salverà (da comunicato stampa): "Volevo che il film partisse come lo studio intimo di un personaggio e vi facesse piombare un’invasione aliena. La fine del mondo non sarà solo per coloro che sono pronti ad affrontarla e l’idea di un film sugli alieni che irrompono bruscamente nella bolla che il nostro personaggio ha trascorso anni a costruire e coltivare mi sembrava un modo unico per raccontare una storia che avevo a cuore. Penso che ci sia una sensazione profondamente sepolta sul fatto che ogni film sull’invasione aliena possa rivelarsi vero, perché rimangono un’incognita nella nostra vita quotidiana. Mentre il nostro mondo va sempre più fuori controllo, forse c'è anche il desiderio che là fuori ci sia qualcosa di più intelligente di noi, che possa aiutarci a ritrovare la retta via. Gli alieni di Nessuno ti salverà sono superiori agli esseri umani sotto ogni punto di vista, il che rende Brynn e la sua sorprendente resistenza un po’ sconcertante per loro".
    Fonte: ComingSoon.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato


    LUCI  DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO - Pagina 14 Empty Re: LUCI DELLA RIBALTA :NEWS-ANTEPRIME-DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Giu 15, 2024 7:02 am