Avanzi

PREDATOR Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

PREDATOR Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    PREDATOR

    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!

    Messaggi : 204111
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 20
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    PREDATOR Empty PREDATOR

    Messaggio Da APUMA Mer Ago 22, 2012 8:37 am

    PREDATOR
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Predator è un film horror fantascientifico del 1987, diretto da John McTiernan. Il film, che narra le vicende di un alieno giunto sulla Terra - l'ambientazione è in una giungla - per andare a caccia di esseri umani, rappresenta il primo grande successo al botteghino per il regista. Tecnicamente all'avanguardia, costituisce un enorme passo avanti nel campo degli effetti speciali (basti pensare alla tuta che rende trasparente il feroce alieno) ed è anche il capostipite di una trilogia, che, a parte l'alieno, vedrà di volta in volta rinnovato il cast. Il primo sequel si intitola Predator 2 (1990), ambientato nel 1997 a Los Angeles dove un tenente della polizia svolge delle indagini su dei misteriosi omicidi compiuti da un Predator, mentre il secondo sequel si intitola Predators (2010) e narra le vicende di un gruppo composto da soldati e mercenari che si ritrova su un pianeta, usato dai Predator come riserva di caccia, per essere usato come preda.

    Trama
    Un commando di recupero delle Forze Speciali statunitensi addestrati dalla CIA viene inviato nello sperduto paese di Val Verde, in America Centrale, per soccorrere l'equipaggio di un elicottero con a bordo il ministro di un paese alleato. Questo ministro è presumibilmente imprigionato dai guerriglieri antigovernativi della zona. Un incarico di routine, «da fare in un giorno», per usare le stesse parole dell'organizzatore della missione, il Maggiore Dillon (Carl Weathers), un ex-commando che ha poi deciso di lavorare per la CIA a Washington. E' stato sempre Dillon, che parteciperà direttamente all'operazione, a scegliere gli uomini per la missione, quelli del suo vecchio collega e amico Dutch (Arnold Schwarzenegger). Quest'ultimo ha con sè una squadra di super commando: l'esploratore pellerossa Billy Sole (Sonny Landham), il massiccio cowboy Blain (Jesse Ventura), che si definisce "un tirannosauro superdotato" ed ha come arma d'ordinanza una mitragliatrice Minigun a canne rotanti, il sergente Mac Eliot (Bill Duke), Jorge "Poncho" Ramirez (Richard Chaves) e Rick Hawkins (Shane Black). Sbarcati da un elicottero Huey nella fitta giungla, ritrovano presto l'elicottero su cui viaggiava il ministro e scoprono che è stato abbattuto da un missile portatile. Questo già mette Dutch nel dubbio che la cosa sia più grave di quello che gli hanno raccontato, e la questione diventa addirittura drammatica quando scoprono che prima di loro un'altra squadra di commando era stata mandata in soccorso. Ma alcuni membri di tale squadra non solo sono stati uccisi, ma addirittura scorticati e appesi vicino al luogo dell'abbattimento. Dal momento che qualcuno dell'equipaggio dell'elicottero manca all'appello, vanno a cercarlo al vicino accampamento dei guerriglieri. Lì trovano decine di nemici, e vedono uno degli ostaggi mentre viene giustiziato con un colpo alla testa. Decidono allora di attaccare: sono in numero nettamente inferiore ma hanno dalla loro il fattore sorpresa. Organizzano un attacco in cui i muscoli di Dutch tornano utili, perché scavalletta un autocarro che serve come generatore, e su cui ha posto dell'esplosivo. Quando il veicolo irrompe nell'accampamento un guerrigliero cerca di fermarlo ma esplode assieme al veicolo. A quel punto i commando attaccano con violenza e massacrano almeno una cinquantina di guerriglieri, mettendo in fuga i rimanenti. Tra le vittime vi sono anche due consiglieri sovietici il cui elicottero è distrutto dal fuoco degli americani mentre tenta di decollare. Nella colluttazione Dutch stordisce un nemico con il calcio del fucile, ma quando vede che è una ragazza, si ferma prima di darle il colpo di grazia. La guerrigliera viene catturata, Mac rivela a Dutch che il ministro era in realtà un agente della CIA, Dutch scopre Dillon che rovista gli scaffali alla ricerca di documenti segreti e lo colpisce con violenza. Il chiarimento arriva: la missione di "soccorso" non era tale; tutto era stato studiato da Dillon nell'ambito degli interventi "in area", e anche l'elicottero non era certo stato abbattuto dopo uno sconfinamento involontario;

    « Noi non siamo pedine sacrificabili. Ma che t'è successo?» dice Dutch, deluso dal tradimento dell'amico. » (Dutch)
    « Io mi sono svegliato. Svegliati anche tu. » (Dillon)

    Dopo avere massacrato i guerriglieri, i commando ripartono e si portano dietro, su insistenza di Dillon, la bella guerrigliera Anna (Elpidia Carrillo). Ben presto questa tenta di scappare, ma viene inseguita e ripresa da Hawkins; tuttavia, quest'ultimo viene improvvisamente attaccato di sorpresa - apparentemente dalla giungla - e sparisce. La ragazza viene ritrovata sul luogo terrorizzata: pur avendone la possibilità, aveva addirittura rinunciato a scappare da sola. Interrogata sull'accaduto, afferma di essere innocente ed anzi dice, tra l'incredulità generale, che è stata «la selva che si è animata e lo ha rapito». Lentamente il film si trasforma: da routinario film di guerra con nemici umani si vira verso la fantascienza, il combattimento contro un nemico ignoto.
    Quello che succede in seguito è infatti senza dubbio più impressionante: viene trovato il corpo di Hawkins spellato e, più tardi, Blain viene ucciso da un colpo di una misteriosa arma, che gli ha aperto un'enorme squarcio nel petto. Accorso sul luogo, il suo amico Mac prende la minigun di Blain e spiana la foresta: ha visto qualcosa muoversi davanti a lui, e spara all'impazzata. Tutti i commando lo raggiungono e sparano nella stessa direzione. Ma al termine non trovano nulla. La sensazione di essere sotto attacco da parte di un nemico sconosciuto diventa sempre maggiore. «C'è qualcosa là fuori, e non è un uomo» dice Billy, fissando la foresta. Ad un certo punto i commando si accampano riempiendo di trappole la zona dove si sono sistemati nella notte. Scattano le trappole, ma hanno ucciso solo un cinghiale. Come se non bastasse, scoprono che il misterioso inseguitore è riuscito a rubare il cadavere di Blain senza che se ne accorgessero e in barba alle loro trappole. La ragazza (che solo ora rivela di sapere parlare bene la lingua inglese) racconta di quello che da anni succede nel suo villaggio e attorno ad esso: cacciatori che si erano addentrati nella giungla spariti, spellati, a volte ridotti «molto peggio». Pare che esista davvero una creatura spaventosa in quella foresta, che caccia esseri umani per puro piacere di uccidere crudelmente, e preleva trofei dai loro corpi. Dice inoltre che la sparatoria precedente potrebbe avere ferito quella creatura, perché lei ha visto uno strano liquido luminescente su una pianta. «Se può essere ferito, può essere ucciso», dice Dutch. Il commando cerca di difendersi, tendendo trappole fatte con liane e materiali naturali (che pare non possano essere visti dalla creatura). Una di queste riesce a catturare la "cosa", ma questa immediatamente si libera a colpi di arma laser; nello scontro un tronco tranciato di netto precipita e ferisce Poncho. Alla fine, mentre cercano di ripiegare verso il luogo di raccolta, in un altro combattimento anche quasi tutti i restanti commando vengono uccisi: Mac, che aveva tentato di cogliere di sorpresa il nemico, è il primo, poi Dillon (nel quale si era risvegliato lo spirito guerriero), dopo aver combattuto senza un braccio, viene ucciso, ed infine Billy. Quest'ultimo, avendo capito di essere una preda, decide di affrontare da "guerriero" la creatura e lo fa usando solo un machete, morendo così da eroe. La creatura a questo punto dà la caccia a Dutch e Poncho per finirli, il secondo viene ucciso mentre Dutch viene ferito ad un braccio.
    Anna, incoraggiata dallo stesso Dutch, riesce a scappare: la creatura sembrerebbe non avere interesse nell'uccidere persone disarmate. Rimasto solo, Dutch tenta di fuggire, la creatura lo insegue ma il maggiore scivola fortunosamente giù da una rupe, cadendo in un fiume. La creatura però presto lo segue, lanciandosi anch'essa nel fiume. Ritiratosi sulla riva ed avvolto dal fango, Dutch si prepara al peggio, ma incredibilmente non viene visto: apparentemente, la creatura non è riuscita a "vedere" oltre la copertura di fango. Questo fatto (insieme ai precedenti) porta Dutch a capire che il mostro possiede una vista termica, ovvero sensibile al calore, e non alla luce come gli esseri umani. In compenso, la mimetizzazione dell'essere pare essere stata disabilitata temporaneamente dall'acqua: Dutch lo vede per la prima volta fisicamente; è una creatura umanoide, dalla stazza imponente, con un casco complesso sulla testa e una strana arma (plasma caster) su una spalla abbinato ai movimenti della testa (come per gli elicotteri del tipo AH-64 Apache). Dutch decide di contrattaccare. Dopo che entrambi i contendenti si sono curati le ferite (e il Predator ha scarnificato i crani degli ultimi soldati uccisi, aggiungendoli alla sua collezione), l'ultimo commando prepara letteralmente la foresta attorno, trasformandola in una gigantesca trappola. Alla fine, accesi i fuochi tutt'attorno, impastato nel fango, urla con forza verso la giungla, attirando l'attenzione del Predator. La creatura arriva, ma stavolta ha difficoltà a scovare Dutch, perché lui è avvolto da fango fresco, e vi sono fuochi accesi. La vista termica del mostro non riesce a localizzare l'umano per lungo tempo, mentre lui lo bersaglia con frecce esplosive ricavate dai pochi materiali che ha potuto recuperare, come le granate da 40 mm dei lanciagranate M203 e un coltello da guerra. La battaglia ad un certo punto vede quindi il Predator a parti invertite rispetto a Dutch, che lo colpisce di nascosto e si muove con accortezza, mentre l'alieno risponde sparando a caso. L'alieno riesce tuttavia ad andare vicino al bersaglio, facendo cadere Dutch nell'acqua stagnante sotto l'albero sul quale s'era appostato.
    In acqua Dutch perde il suo 'scudo' di fango e viene immediatamente localizzato dal Predator, che decide a questo punto di abbandonare i propri vantaggi 'tecnologici' e di affrontare Dutch alla pari. L'alieno si toglie il casco e si mostra: ha un volto mostruoso con mascelle multiple. Dutch prova lo scontro fisico, ma il Predator ha una forza sovrumana e risulta impossibile da battere. Ormai massacrato di botte, Dutch cerca di attirare il mostro in una trincea dove ha preparato un ramo pieno di legni aguzzi da far scattare al suo passaggio per ucciderlo, ma l'alieno scopre subito la trappola e la evita. Dutch con grande prontezza nota che aggirando la trappola il Predator gli si pone sotto un grosso tronco, che della trappola stessa era il contrappeso, e con un calcio al bastone opportunamente incastrato fa comunque scattare il dispositivo, facendo così cadere il tronco direttamente sulla testa del mostro. Dutch ha vinto, si avvicina con una pietra per dare il colpo di grazia al nemico, ma vedendolo agonizzante non lo fa e gli chiede: «Ma cosa diavolo sei?». Il mostro non risponde, ma aziona un display sul suo polso. Dutch inizialmente non capisce, però via via che le lucine si spengono nello schermo e che un suono diventa sempre più incessante, realizza: è un conto alla rovescia. Il mostro ride mentre Dutch tenta disperatamente di fuggire; alla fine l'uomo riesce miracolosamente ad allontanarsi tanto da evitare di essere investito dalla tremenda esplosione che ne segue. L'esplosione sale in cielo come un fungo atomico e viene avvistata dall'elicottero di soccorso, con a bordo Anna, che atterra e recupera Dutch. Il film si conclude con un primo piano del viso di Dutch, che appare fisicamente ed emotivamente sfinito dopo gli ultimi giorni, durante i quali ha dovuto affrontare la morte in molteplici modi ed ha visto morire tutti i suoi compagni.

    Fonte: WIKIPEDIA


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "sempre e per sempre" è per sempre.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione![Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

      La data/ora di oggi è Dom Mag 16, 2021 5:44 am