Avanzi

IRON MAN 3 Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

IRON MAN 3 Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    IRON MAN 3

    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!

    Messaggi : 204173
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 20
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    IRON MAN 3 Empty IRON MAN 3

    Messaggio Da APUMA Gio Ott 10, 2013 2:17 pm

    Iron Man 3
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Iron Man 3 è un film del 2013 diretto da Shane Black e con protagonisti Robert Downey Jr., Gwyneth Paltrow, Don Cheadle, Guy Pearce e Ben Kingsley. Il film è il sequel di Iron Man e Iron Man 2 e rappresenta il settimo film della saga cinematografica prodotta dai Marvel Studios denominata Marvel Cinematic Universe.
    La sceneggiatura del film, scritta dallo stesso regista Shane Black in collaborazione con Drew Pearce si basa sulla saga Extremis scritta da Warren Ellis e pubblicata negli Stati Uniti in sei albi tra il 2005 e il 2006. È il primo film prodotto dai Marvel Studios a essere distribuito dopo il crossover del 2012 The Avengers e il primo della cosiddetta "Fase 2" del Marvel Cinematic Universe che porterà al film Avengers: Age of Ultron nel 2015.

    Trama
    Il 31 dicembre 1999, il miliardario Tony Stark e la sua ragazza di allora, la scienziata Maya Hansen (inventrice di Extremis), sono presenti a una conferenza in Svizzera. Durante questa vengono avvicinati da un certo Aldrich Killian, che propone a Tony di finanziare un suo progetto e di lavorare insieme nella neo-fondata A.I.M. (Advanced Idea Mechanics). Stark inizialmente illude Killian di essere affascinato dall'idea, poi, però, si rifiuta, lasciandolo solo e deluso dalla risposta.
    Nel presente, è quasi passato un anno dall'attacco dei Chitauri e di Loki a New York; ora che i Vendicatori hanno ripreso le loro rispettive strade, Tony continua la produzione delle sue armature, che sono ormai ben 42 e dotate di un sistema di localizzazione che risponde a dei ricettori impiantati nel corpo di Tony. Tutto questo lavoro, come gli ricorda J.A.R.V.I.S., lo ha molto affaticato; inoltre soffre di insonnia e comincia a subire violenti attacchi di panico, legati al momento in cui era quasi rimasto intrappolato nel portale dimensionale.
    Intanto gli Stati Uniti sono scossi dai continui messaggi televisivi di una misteriosa setta terroristica, responsabile di esplosioni e attentati in Medio Oriente e nella stessa America, a capo della quale c'è il misterioso Mandarino, una sorta di maestro cinese: il Presidente, per tranquillizzare la popolazione, assicura che a difenderli sarà il colonnello James Rhodes, pilota della nuova versione, ridipinta a stelle e strisce, di War Machine, chiamata Iron Patriot.
    Alcuni giorni dopo, Pepper Potts viene raggiunta da Killian (non più zoppicante e decisamente più in forma di come appariva anni prima), che le ripropone di lavorare al progetto Extremis, basato essenzialmente sulla manipolazione di cellule cerebrali, ottenendo però un altro rifiuto, a causa delle possibili implicazioni militari. Il primo ad insospettirsi riguardo Killian è Happy Hogan, ex-guardia del corpo di Tony e ora capo della sicurezza delle Stark Industries, che decide di seguire Eric Savin, l'assistente di Killian. Il pedinamento lo porta al prestigioso Grauman's Chinese Theatre di Hollywood, dove avviene un corpo a corpo: Happy sembra all'inizio in vantaggio, ma Savin comincia ad emettere un bagliore rosso che lo rende forte e contemporaneamente ustionante. L'uomo sconfigge Happy, mentre Jack Taggert, che Savin aveva incontrato precedentemente, incomincia a stare male, diventando sempre più incandescente, ed in seguito esplode, ferendo gravemente Happy (che finisce in coma) e distruggendo il luogo.
    Ancora una volta il Mandarino rivendica l'attentato, e Tony, durante un'intervista, decisamente arrabbiato per lo stato di Happy, sfida apertamente il Mandarino. Poco dopo, mentre sta indagando sulle esplosioni causate dal Mandarino (scoprendo che la prima è avvenuta in Tennessee, anche se mai rivendicata dal terrorista), nella sua villa di Malibù viene raggiunto da Pepper e dalla dottoressa Maya Hansen, preoccupata per Tony; il trio sta discutendo se lasciare o meno la villa quando alcuni elicotteri arrivano e iniziano a bombardare il luogo. I tre riescono a salvarsi grazie all'armatura Mark 42 (ora in grado di deassemblarsi e di trasferirsi velocemente da un corpo all'altro), ma la villa viene distrutta e Tony, in stato confusionale, viene portato via dall'armatura comandata da J.A.R.V.I.S. e dato per morto.
    Diverse ore dopo, a causa di un calo energetico (era ancora in fase sperimentale), l'armatura (con Tony al suo interno) precipita in un bosco innevato del Tennessee (tale destinazione era stata impostata quando Tony indagava sul Mandarino): solo e senza energia, Tony (dopo aver avvisato Pepper) trascina l'armatura in un capanno per ripararla; qui incontra Harley, un ragazzino abbandonato dal padre che si offre di aiutarlo, pur risultando a volte invadente con le sue domande sui Vendicatori e su New York (che provocano a Tony degli attacchi di panico). Tony comincia ad indagare su un incidente simile a quello del Chinese Theatre avvenuto lì sei anni prima, e Harley gli racconta di come un soldato, Chad Davis, fosse tornato dall'Iraq e che, secondo i più, sarebbe impazzito e si sarebbe fatto esplodere.
    Tony non ne è però convinto, e cerca di farsi raccontare i fatti dalla madre depressa e alcolizzata del soldato; il colloquio viene però interrotto da Savin e da Ellen Brandt (una donna sfigurata al servizio di Killian), capaci di diventare incandescenti e incredibilmente resistenti. Dopo un breve scontro, nel quale Brandt muore e Savin viene messo momentaneamente fuori gioco grazie alla collaborazione tra Tony ed Harley, Stark riesce a prendere l'auto di Savin e a scappare verso Miami: Infatti, secondo un riattivato J.A.R.V.I.S., la villa del Mandarino si troverebbe in quel luogo.
    Prima però Tony recupera i documenti della madre di Chad Davis (grazie ai quali capisce il coinvolgimento dell'A.I.M. di Killian) e affida ad Harley la custodia dell'armatura Mark 42. Nel frattempo Pepper viene rapita da Killian in persona, di cui Maya si scopre essere collaboratrice. Mentre Tony è in viaggio, Rhodey sta perlustrando senza alcun risultato, alla ricerca del Mandarino, il Medio Oriente, ma durante un'incursione in un laboratorio tessile, una delle tessitrici, diventando incandescente, lo cattura e lo porta a Miami insieme alla sua armatura.
    Giunto a Miami, Tony, grazie ad un armamentario casereccio, si fa strada tra la sicurezza della villa del Mandarino; qui ha delle nuove e sconvolgenti sorprese: il Mandarino, così come lo si è visto in televisione, non è altro che un attore fallito di nome Trevor Slattery, assunto da Killian per avere un capro espiatorio. Tuttavia, durante la conversazione con Trevor, Tony viene colpito e stordito da Savin, giunto da poco sul posto. Più tardi si sveglia legato ad un letto di fronte a Killian, che gli racconta tutto: il progetto Extremis era nato con l'intento di modificare le cellule cerebrali per creare nuovi vaccini e potenziare il corpo, ma, a causa del rifiuto del finanziamento di Stark, la compagnia non aveva potuto approfondire gli studi, col risultato che una volta iniettate nel corpo di alcuni disabili (a cui restituiva gli arti perduti e donava capacità incredibili) a volte diventava instabile, facendoli esplodere dall'interno.
    Killian riesce però a controllare le esplosioni grazie a delle iniezioni, e per sfruttare al meglio la cosa aveva ordito un gigantesco complotto, creando la figura del Mandarino e della sua setta per rivendicare gli attentati.
    Il suo ultimo obbiettivo è il Presidente in persona; inoltre gli rivela di aver somministrato lo stesso siero anche a Pepper, che intanto soffre tra atroci dolori mentre il suo corpo decide se "accettare" o meno il siero, con il rischio di ucciderla. Alcune ore dopo (nel frattempo Killian uccide Maya, che vorrebbe liberare Tony, e lascia la villa con Pepper), grazie all'armatura Mark 42, riparata da Harley, che localizza il proprietario, Tony si libera e fugge insieme a Rhodey. Intanto Savin, grazie all'armatura Iron Patriot, dirotta l'Air Force One e rapisce, mettendolo nella sua armatura, il Presidente.
    Tuttavia Tony arriva appena in tempo per uccidere un ormai disarmato Savin e per salvare gli altri passeggeri. Ora il piano di Killian è quasi completo: l'ultimo atto consiste nell'uccidere il Presidente, imprigionato nell'armatura di Iron Patriot, bruciandolo vivo in una cisterna di petrolio, in un cantiere navale. Iron Man e Rhodey, grazie a Trevor, riescono a scoprire la posizione del cantiere e giungono sul posto. Mentre Rhodey riesce a salvare il Presidente, Tony, grazie alle innumerevoli armature costruite da lui nell'ultimo anno e nascoste sotto la sua villa, elimina tutti gli uomini Extremis di Killian.
    Resta ormai solo lo stesso Killian, che intanto tiene in ostaggio Pepper: Tony lo attacca ma sfortunatamente, durante lo scontro, Pepper cade tra le fiamme. Sconvolto dal dolore e dall'ira, Iron Man affronta direttamente Killian, il quale però sembra indistruttibile: non avendo altre vie di uscita, Tony ordina all'armatura Mark 42 di attaccarsi a Killian (che intanto si è autoproclamato come l'unico e vero Mandarino) e di autodistruggersi.
    Tuttavia nemmeno questo sembra fermare Aldrich, che, sopravvissuto, sta per dare il colpo di grazia a Tony. Improvvisamente però, Killian viene attaccato e distrutto completamente da una sopravvissuta Pepper, il cui corpo ha accettato Extremis. Questo le fornisce forza e agilità, tanto da distruggere una delle armature di Tony (programmata per eliminare i portatori di Extremis) a mani nude. Pepper chiede poi a Tony se avranno mai un momento di tranquillità, e lui le risponde che è impossibile poiché lui è Tony Stark. Tuttavia ordina a J.A.R.V.I.S. di far esplodere tutte le armature come regalo di Natale per la sua amata.
    Nel periodo successivo Tony riesce a curare Pepper dagli effetti di Extremis, e decide di farsi operare a sua volta per rimuovere i frammenti di schegge presenti nel suo petto, in modo tale da non dipendere più dal mini reattore Arc. Nell'ultima scena, Harley trova il suo capanno addobbato per Natale e pieno zeppo dei regali di Tony Stark, mentre quest'ultimo, arrivato alle rovine della sua villa, butta in mare ciò che resta del reattore Arc.
    L'uomo afferma che la sua armatura non fosse mai stata una distrazione né un hobby, bensì che si trattasse di un "bozzolo", che gli ha permesso di cambiare e di diventare un uomo migliore. Dopo aver lanciato in mare il reattore Arc, Stark torna in auto e, guardando in cielo, afferma che nonostante possano toglierli la casa o tutti i suoi "giocattoli", così come lui chiama i suoi attrezzi da lavoro, egli sarà sempre Iron Man.

    Scena dopo i titoli di coda
    Tony Stark sta raccontando gli eventi narrati nel film al dottor Bruce Banner, che nel frattempo si è addormentato. Bruce, svegliato dalle lamentele di Stark, ribadisce di non essere uno psicanalista, ma un altro tipo di dottore. Nonostante questo Tony rimane indifferente e riprende imperterrito a raccontare, mentre Banner alza gli occhi al cielo, sbuffando con rassegnazione.
    Dopo questa scena compare la scritta: "Tony Stark ritornerà".

    Produzione
    Il progetto di sviluppare un terzo film dedicato al personaggio di Iron Man era già stato preso in considerazione dai Marvel Studios ancor prima dell'uscita al cinema di Iron Man 2, infatti la casa di produzione aveva preso un accordo con la Paramount Pictures, la quale avrebbe dovuto distribuire i quattro film prodotti dalla Marvel successivi ad Iron Man 2. Dopo l'acquisizione della Marvel Entertainment da parte della Walt Disney Company avvenuta nel agosto del 2009 si crearono però dei problemi con la casa di distribuzione. La Disney era infatti intenzionata a terminare il precedente accordo preso tra Marvel Studios e Paramount e per questo motivo il 18 ottobre 2010 accettò di pagare alla Paramount la cifra di 115 milioni di dollari per acquistare i diritti di distribuzione in tutto il mondo di The Avengers e Iron Man 3. Lo stesso giorno Disney, Paramount e Marvel Studios annunciarono quindi che la pellicola sarebbe stata distribuita nei cinema statunitensi a partire dal 3 maggio 2013.
    Inizialmente Jon Favreau, già regista dei primi due film dedicati al supereroe, doveva dirigere anche il terzo film del progetto, ma il 14 dicembre 2010 dichiarò che non sarebbe stato lui il regista del film, in quanto aveva precedentemente accettato di dirigere Magic Kingdom, confermando di fatto le voci che circolavano già da qualche mese. Il 17 febbraio 2011 venne quindi ingaggiato Shane Black che aveva già diretto Downey Jr. in Kiss Kiss Bang Bang. Oltre alla regia del film, Black si occupò anche della stesura della sceneggiatura, che venne successivamente rimaneggiata anche da Drew Pearce.

    Casting
    Nel film è stata confermata la presenza degli attori Robert Downey Jr., Gwyneth Paltrow e Don Cheadle che sono tornati ad interpretare nuovamente i personaggi di Tony Stark, Pepper Potts e James Rhodes. Il casting del film iniziò nel marzo del 2012, con i provini per alcuni ruoli secondari. Nel mese di aprile si iniziò a parlare della possibilità che Ben Kingsley avrebbe potuto interpretare il ruolo del villain Mandarino, e il 31 maggio la notizia venne confermata, ma venne anche annunciato che il Mandarino non sarebbe stato il villain principale del film.
    Il ruolo del nemico principale di Iron Man venne infatti affidato a Guy Pearce, che era stato aggiunto al cast del film il 20 aprile nel ruolo del genetista Aldrich Killian. Nel mese di maggio vennero aggiunti al cast gli attori Rebecca Hall, James Badge Dale, Ashley Hamilton e William Sadler rispettivamente nei ruoli della scienziata Maya Hansen, del tenente colonnello Eric Savin, del villain Jack Taggert e del presidente degli Stati Uniti d'America Ellis e venne inoltre confermato che Jon Favreau sarebbe apparso nel film nel ruolo dell'autista di Tony Stark Happy Hogan. A luglio si aggiunsero al cast del film anche le attrici Stephanie Szostak e Dale Dickey, quest'ultima nel ruolo secondario della signora Davis. Il 3 settembre venne inserito nel cast anche l'attore cinese Wang Xueqi nel ruolo di Chen Lu, sostituendo così Andy Lau a cui era stato inizialmente proposto il ruolo, che però rifiutò a causa della nascita del suo primo figlio.
    Nel film appare anche Stan Lee, il fumettista creatore di molti personaggi Marvel, che recita in uno dei suoi classici cameo. Alla fine del film, appare nella scena dopo i titoli di coda Mark Ruffalo che, come nel precedente film The Avengers, interpreta il dottor Bruce Banner alias Hulk.

    Citazioni
    • Durante la scena al party di fine anno all'inizio del film, un invitato si presenta a Stark come assistente del Dottor WU, un cardiologo, tale assistente è lo stesso che aiuterà Tony nella caverna nel primo Iron Man.
    • Quando Aldrich discute con uno Stark in ostaggio, afferma che tutto è cambiato nella scienza da quando l'anno prima è piovuto dal cielo «quel bel fusto con il martello», riferendosi a Thor.
    • Ellen Brandt, nei fumetti Marvel, è la moglie di Ted Sellis, alias Uomo Cosa.
    • Jarvis menziona lo S.H.I.E.L.D., per citare le fonti da cui ha ricavato la scena del delitto di Jack Taggert.
    • Happy, al telefono con Tony, parla degli Avengers, definendoli «i tuoi superamici».
    • Tony allude a «alieni, dei e altre dimensioni», chiaro riferimento a Thor e Loki e alle vicende di The Avengers.
    • Sempre Tony, rivolgendosi a Pepper dice «È cambiato tutto dopo New York», altro riferimento aThe Avengers.
    • Durante le conversazioni col piccolo Harley, vengono menzionati gli Avengers, creando in Tony attacchi di panico.
    • Tony, parlando al Mandarino, scopre che l'interprete degli atti terroristici è in realtà un attore e lo paragona a qualche altro "collega" hollywoodiano, menzionando Meryl Streep e se stesso (Robert Downey Jr.).
    • Tony, parlando con Trevor, lo chiama Ringo Starr.
    • In una delle sue comparse televisive il Mandarino simula la morte in diretta di un direttore della Roxxon, una corporazione energetica dei fumetti Marvel.
    • Il Mandarino ha un tatuaggio, dietro al collo, rappresentante lo scudo di Capitan America con al centro la A di Anarchia invece della stella..
    • L'organizzazione di cui fanno parte Adrich Killian e Maya Hansen si chiama Avanzate Idee Meccaniche, riferimento all'omonima organizzazione dei fumetti Marvel.
    • Aldrich Killian ha due tatuaggi sul petto rappresentanti dei draghi, che ricordano molto il drago Fin Fang Foom dei Marvel Comics, oltre che l'origine cinese dell'originale Mandarino dei fumetti.
    • Aldrich Killian risulta essere una fusione tra personaggi Marvel, ovvero Mandarino (personaggio) e Firebrand.
    • Durante l'attacco missilistico alla casa di Stark a Malibù, Pepper Potts, con indosso la Mark 42, si frappone tra lui e dei detriti facendogli da scudo. Quindi gli dice «Ti ho salvato!», riferimento alla sua identità supereroistica di Rescue nei fumetti.
    • L'orologio da polso che porta Tony raffigura Dora l'esploratrice.

      Differenze con il fumetto
      Il film presenta notevoli differenze rispetto alla versione a fumetti, specialmente nei riguardi degli antagonisti e in relazione alla connessione con la saga Extremis.
    • Aldrich Killian non è l'avversario della saga Extremis, tanto meno un avversario di Iron Man, poiché è una figura marginale e di scarsa rilevanza, dato che muore subito, dopo due vignette, suicidandosi.
    • Iron Patriot nel film è un'evoluzione di War Machine e armatura da guerra propria del governo militare statunitense, pilotata sempre da James Rhodes (nel frattempo promosso colonnello), per servire e difendere il paese. Nei fumetti Iron Patriot non ha alcuna connessione con Rhodes e il governo militare, poiché la sua vera identità è Norman Osborn. L'armatura era stata creata da Norman che la indossava in veste di capo degli Oscuri Vendicatori, durante Dark Reign, per prendersi gioco di Iron Man e Capitan America.
    • Il Mandarino nel film non è nemmeno un autentico supercriminale: è soltanto un attore inglese fallito di nome Trevor Slattery, pagato per interpretare la figura del potente boss orientale per conto di Aldrich Killian, senza nemmeno essere consapevole che i suoi video vengono usati a scopo di minaccia terroristica. Nei fumetti è, invece, uno dei più noti cattivi dell'universo Marvel ed è la nemesi principale di Iron Man.
    • Il Mandarino nei fumetti ha dieci anelli alle dita delle mani, ciascuno dei quali con poteri specifici. In una sequenza si intravede che anche la versione cinematografica del Mandarino ha dieci anelli alle dita, ma oltre a essere molto diversi nell'aspetto, questi non hanno alcun potere.
    • Tony Stark nel fumetto si inietta il Virus Extremis ed è grazie ad esso che diviene tutt'uno con l'armatura. Da quel momento, può richiamare i pezzi dell'armatura a sé mediante campi elettrici e l'energia a repulsori dell'armatura stessa. Nel periodo successivo a Dark Reign, sempre grazie alle modifiche apportate da extremis, Tony sarà in grado di contenere nelle cavità delle proprie ossa una versione liquida dell'armatura che si manifesta attorno a lui al momento del bisogno. Nel film, invece, Stark inventa un tipo di armatura in parte inesistente nel fumetto, che può essere controllata mentalmente grazie a quarantanove ricevitori che si inietta sotto l'epidermide all'inizio della pellicola.
    • Pepper non assume il virus Extremis nel fumetto, ma le viene data in dono un'armatura da Tony Stark
    • Nel fumetto, Eric Savin e Jack Taggert diventano rispettivamente i villain Coldblood e Firepower.


    Fonte: WIKIPEDIA


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "sempre e per sempre" è per sempre.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione![Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    thomas
    thomas
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 142684
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 137
    Località : Transilvania

    IRON MAN 3 Empty Re: IRON MAN 3

    Messaggio Da thomas Gio Ott 17, 2013 9:10 am



    _________________
    Juventino nel cuore [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

      La data/ora di oggi è Lun Mag 17, 2021 4:05 am