Avanzi

Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Set 03, 2022 1:58 pm

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere (The Lord of the Rings: The Rings of Power) è una serie televisiva statunitense creata da J. D. Payne e Patrick McKay, tratta dai romanzi di J. R. R. Tolkien.

    Trama
    Migliaia di anni prima degli eventi raccontati ne Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, durante un periodo di relativa pace, nel corso della Seconda Era della Terra di Mezzo, si assiste alla forgiatura degli Anelli del Potere, all'ascesa dell'Oscuro Signore Sauron, alla caduta del regno insulare di Númenor e all'ultima alleanza tra Elfi e Uomini.

    Personaggi e interpreti
    Principali

    • Galadriel (stagione 1-in corso), interpretata da Morfydd Clark (adulta) e da Amelie Child-Villiers (giovane), doppiata da Valentina Favazza (adulta) e da Charlotte Infussi (giovane).
      Guerriera elfica che ritiene che il male sia ritornato nella Terra di Mezzo.
    • Elrond (stagione 1-in corso), interpretato da Robert Aramayo, doppiato da Manuel Meli.
      Elfo architetto e politico.
    • Elanor "Nori" Brandipiede (stagione 1-in corso), interpretata da Markella Kavenagh, doppiata da Margherita De Risi.
      Ragazzina pelòpede alla ricerca di avventura.
    • Poppy Grandesprezzo (stagione 1-in corso), interpretata da Megan Richards, doppiata da Agnese Marteddu.
      Pelòpede e migliore amica di Nori.
    • Largo Brandipiede (stagione 1-in corso), interpretato da Dylan Smith, doppiato da Pasquale Anselmo.
      Padre di Nori.
    • Begonia Brandipiede (stagione 1-in corso), interpretata da Sara Zwangobani, doppiata da Giò Giò Rapattoni.
      Madre di Nori.
    • Sadoc Rintanati (stagione 1-in corso), interpretato da Lenny Henry, doppiato da Edoardo Siravo.
      Anziano pelòpede.
    • Arondir (stagione 1-in corso), interpretato da Ismael Cruz Córdova, doppiato da Jacopo Venturiero.
      Elfo silvano innamorato della guaritrice umana Bronwyn.
    • Bronwyn (stagione 1-in corso), interpretata da Nazanin Boniadi, doppiata da Benedetta Degli Innocenti.
      Madre umana e guaritrice che possiede una spezieria a Tirharad.
    • Theo (stagione 1-in corso), interpretato da Tyroe Muhafidin, doppiato da Mattia Moresco.
      Figlio di Bronwyn.
    • Celebrimbor (stagione 1-in corso), interpretato da Charles Edwards, doppiato da Francesco Prando.
      Fabbro elfico che forgiò gli Anelli del Potere, è un "brillante artigiano" conosciuto in tutta la Terra di Mezzo.
    • Durin IV (stagione 1-in corso), interpretato da Owain Arthur, doppiato da Simone Mori.
      Principe della città nanica Khazad-dûm.
    • Lo straniero (stagione 1-in corso), interpretato da Daniel Weyman, doppiato da Francesco Sechi.
      Straniero senza nome che precipita dal cielo da una meteora in fiamme.
    • Halbrand (stagione 1-in corso), interpretato da Charlie Vickers, doppiato da Gianluca Cortesi.
      Umano in fuga dal proprio passato il cui destino si lega con quello di Galadriel.
    • Isildur (stagione 1-in corso), interpretato da Maxim Baldry.
      Marinaio di Númenor.
    • Míriel (stagione 1-in corso), interpretata da Cynthia Addai-Robinson, doppiata da Francesca Fiorentini.
      Regina reggente di Númenor, un regno isola governato dagli Uomini discendenti da Elros, fratello mezzelfo di Elrond.

    Ricorrenti
    • Gil-galad (stagione 1-in corso), interpretato da Benjamin Walker, doppiato da Giovanni Scifoni.
      Alto re degli Elfi che governa dal regno di Lindon.
    • Rían (stagione 1-in corso), interpretato da Kip Chapman, doppiato da Alessandro Capra.
      Amico di Arondir e guardiano.
    • Disa (stagione 1-in corso), interpretata da Sophia Nomvete, doppiata da Alessia Amendola.
      Principessa e moglie di Durin IV.
    • Vilma (stagione 1-in corso), interpretata da Maxine Cunliffe.
      Pelòpede.
    • Malva (stagione 1-in corso), interpretata da Thusitha Jayasundera, doppiata da Roberta Gasparetti.
      Pelòpede.
    • Dilly Brandipiede (stagione 1-in corso), interpretata da Beau Cassidy, doppiata da Carolina La Monica.
      Pelòpede.
    • Revion (stagione 1-in corso), interpretato da Simon Merrells, doppiato da Francesco Venditti.
    • Waldreg (stagione 1-in corso), interpretato da Geoff Morrell, doppiato da Antonio Palumbo.
      Proprietario della taverna a Tirharad.
    • Durin III (stagione 1-in corso), interpretato da Peter Mullan, doppiato da Ennio Coltorti.
      Re di Khazad-dûm.
    • Elendil (stagione 1-in corso), interpretato da Lloyd Owen.
      Capitano marinaio di Númenor e padre di Isildur.
    • Eärien (stagione 1-in corso), interpretata da Ema Horvath.
      Sorella di Isildur.
    • Pharazôn (stagione 1-in corso), interpretato da Trystan Gravelle.
      Statista Númenóreano e consigliere della regina Míriel.
    • Kemen (stagione 1-in corso), interpretato da Leon Wadham.
      Figlio di Pharazôn.
    • Adar (stagione 1-in corso), interpretato da Joseph Mawle.

    Guest
    • Finrod Felagund (stagione 1), interpretato da Will Fletcher, doppiato da Emanuele Ruzza.
      Fratello di Galadriel.
    • Thondir (stagione 1), interpretato da Fabian McCallum, doppiato da Stefano Broccoletti.
      Rowan (stagione 1), interpretato da Ian Blackburn, doppiato da Tito Marteddu.
    • Médhor (stagione 1), interpretato da Augustus Prew, doppiato da Stefano Sperduti.

    Produzione
    Sviluppo

    Nel luglio 2017 è stata risolta una causa tra la Warner Bros., lo studio dietro le trilogie di film Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, e l'eredità dell'autore J. R. R. Tolkien sui cui libri erano basati quei film. Con le due parti "a condizioni migliori", iniziarono a offrire i diritti di una potenziale serie televisiva basata su Il Signore degli Anelli di Tolkien a diverse piattaforme, tra cui Amazon, Netflix e HBO, con un prezzo iniziale di 200 milioni di dollari. Amazon è emersa come leader entro settembre e ha avviato le trattative. Insolitamente per gli sviluppi della programmazione in studio, il CEO di Amazon Jeff Bezos è stato coinvolto personalmente nei negoziati. Bezos è un grande fan del franchise, e in precedenza aveva dato ad Amazon Studios il mandato di sviluppare un'ambiziosa serie fantasy di dimensioni paragonabili a Il Trono di Spade della HBO, che ha reso Amazon il principale contendente per il progetto. Il 13 novembre 2017, Amazon ha acquisito i diritti televisivi globali per quasi 250 milioni di dollari. I commentatori del settore hanno descritto questo importo, prima di qualsiasi costo di produzione e senza alcun talento creativo collegato al progetto, come "folle", sebbene alcuni considerassero il progetto più un rischio reputazionale per Amazon che finanziario a causa della ricchezza di Bezos. Il servizio di streaming di Amazon Prime Video ha dato un impegno multi-stagionale alla serie che si credeva durasse cinque stagioni, con la possibilità anche di una serie spin-off. Nonostante ciò, Prime Video ha dovuto dare il via libera formale alle stagioni future prima che potessero iniziare i lavori. Il budget avrebbe dovuto essere compreso tra 100 e 150 milioni di dollari a stagione e alla fine avrebbe superato il miliardo di dollari, il che l'avrebbe resa la serie televisiva più costosa mai realizzata. La Warner Bros. Television non è stata coinvolta nel progetto perché gli Amazon Studios volevano produrlo da soli. Amazon sta lavorando con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line Cinema (la divisione Warner Bros. che ha prodotto i film), con New Line inclusa a causa del potenziale per la serie di utilizzare materiale dai film. La Tolkien Estate ha imposto alcune restrizioni creative alla serie, e l'accordo prevedeva che la produzione iniziasse entro due anni.

    Promozione
    Il primo teaser trailer ufficiale della serie è stato diffuso il 14 febbraio 2022, mentre il full trailer è stato pubblicato l'8 luglio seguente.

    Distribuzione
    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere ha debuttato sul servizio streaming Prime Video negli Stati Uniti il 2 settembre 2022, con i primi due episodi. Gli episodi sono distribuiti su Prime Video intorno al mondo, inclusi Brasile, Regno Unito, Europa, India, Giappone, Australia e Nuova Zelanda, alla stessa ora della pubblicazione statunitense.

    Edizione italiana
    La direzione del doppiaggio e i dialoghi sono a cura di Francesco Vairano, per conto della Pumais Due.

    Accoglienza
    Critica

    Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes la prima stagione ottiene l'84% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 7,10 su 10 basato su 197 critiche, mentre su Metacritic ha un punteggio di 71 su 100 basato su 37 recensioni.

    Kevin Perry del The Independent ha lodato la serie dicendo che "rovista nelle appendici de ‘Il Signore degli Anelli’ di JRR Tolkien e raccoglie oro". Darren Franich di Entertainment Weekly ha espresso un opinione negativa, chiamandola una "sorta di catastrofe" mentre ha criticato la caratterizzazione di Galadriel.
    Fonte: Wikipedia


    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Set 03, 2022 2:02 pm

             -   Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere - Trailer Ufficiale | Prime Video   -


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Set 03, 2022 2:13 pm

    Gli Anelli del Potere: chi è lo Straniero? Alcune teorie

    Attenzione: l'articolo contiene spoiler
    Quando trapelarono i primi rumour sul personaggio interpretato da Daniel Weyman ne Il Signore degli Anelli: gli Anelli del Potere, lo si iniziò a chiamare “meteor man”, l’uomo meteorite, perché si disse che sarebbe piombato sulla Terra-di-Mezzo come un meteorite.

    Il primo trailer della serie decise di mostrare proprio quella scena, e fin da subito i fan delle opere di Tolkien iniziarono a chiedersi di che personaggio potrebbe trattarsi: un volto noto, presente nei romanzi, oppure un personaggio creato appositamente come gli stessi Pelopiedi che lo incontrano nel primo episodio?

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Chi è lo Straniero?
    Ecco, ora che le prime due puntate della serie sono disponibili su Prime Video è venuto il momento di fare qualche ipotesi. Con una doverosa premessa: la natura stessa de Gli Anelli del Potere, il suo essere una serie tv, prevede che vi sia uno o più misteri da svelare nel corso della stagione. Uno di essi è senza dubbio: dov’è Sauron? L’altro è chiaramente: chi è questo misterioso Straniero?

    Nel corso delle due puntate vengono disseminati alcuni indizi, e lo spettatore è invitato a coglierli e farsi delle idee, ma ovviamente sapremo la verità solo continuando la visione e questa scoperta, questo reveal, potrebbe essere proprio uno dei momenti più soddisfacenti della stagione.

    Cosa sappiamo finora sullo Straniero
    In uno dei momenti conclusivi del primo episodio, un vero e proprio culmine emotivo, una palla di fuoco solca il cielo di Arda e precipita in mezzo al Rhovanion, le terre selvagge dove vivono i Pelopiedi. Nori (Markella Kavenagh) corre a vedere di che si tratta, e nel cratere trova una persona delle dimensioni di un umano, avvolto dalle fiamme. Assieme alla sua riluttante amica Poppy (Megan Richard), terrà segreto lo Straniero durante tutto il secondo episodio. Pochissime le parole che pronuncia. Si percepisce solo: “Mana úrë”, che in Quenya potrebbe voler dire “cos’è il calore?” o “benedetta la fiamma” (attenzione: chi scrive non è esperto in elfico, e quando ha parlato con Leith McPherson non aveva ancora visto gli episodi!).

    Ci sono varie ipotesi su chi potrebbe essere lo straniero. Noi ne abbiamo formulate due, più una terza che si mantiene più sul vago.

    Lo straniero è Gandalf o uno Stregone Blu
    Il primo personaggio che viene in mente è che si tratti di Gandalf. Questo perché ha un aspetto che potrebbe ricordare, alla lontana, l’Istari descritto da Tolkien: è una figura senza dubbio molto potente, ha i capelli grigi e la barba irsuta, addirittura lo vediamo comunicare con delle lucciole. Non solo, a un certo punto incide una runa sul legno che potrebbe ricordare un’altra runa ben nota ai fan del Signore degli Anelli:
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    Runa dello Straniero
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    Runa di Gandalf

    Se nei sottotitoli dell’episdio “Mana úrë” è scritto male, e in realtà si tratta di “Mána úrë”, la frase potrebbe voler dire “benedetto il calore”, o “calore benedetto”, e potrebbe essere un riferimento al Fuoco Segreto citato da Gandalf ne La Compagnia dell’Anello.

    Ovviamente va ricordata una cosa: nei libri di Tolkien, Gandalf compare nella Terra-di-Mezzo nella Terza Era. La serie, invece, è ambientata molto prima, durante la Seconda Era. Ciò non significa, però, che Gandalf non esistesse durante la Seconda Era: è infatti un Istari, e mentre si trovava a Valinoir si chiamava Olórin.

    Non è da escludere che gli showrunner abbiano deciso di prendersi delle libertà e introdurre Gandalf già adesso (è stato detto che, per motivi di logica narrativa, i tempi lunghissimi in cui si svolgono i fatti della Seconda Era verranno compressi), ma sembra un azzardo un po’ eccessivo.

    Potrebbe invece trattarsi sempre di un altro stregone, semplicemente non Gandalf. Oltre ai tre Istari più noti e già visti anche nell’esalogia di Peter Jackson (Saruman il Bianco, Gandalf il Grigio, Radagast il Bruno) esistono altri due personaggi chiamati gli Stregoni Blu: Alatar e Pallando. Ne I Racconti Incompiuti si dice che arrivarono sulla Terra-di-Mezzo nella terza Era, anche loro per aiutare nell’opposizione a Sauron, e vennero mandati nel profondo est dal valar Oromë, ma di loro si sa pochissimo e non si sa nemmeno che fine abbiano fatto. In un altro libro, The Peoples of Middle-earth, si dice che arrivarono nella Seconda Era, nel periodo in cui fu forgiato l’Unico Anello. È possibile che gli showrunner abbiano scelto di inserire nella serie una figura simile a Gandalf, e quindi iconica, ispirandosi a uno degli scritti di Tolkien e quindi proponendo uno dei due stregoni blu, forse Alatar (che significa “il secondo venuto”)?

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Lo straniero è Sauron
    Gli showrunner della serie lo hanno detto esplicitamente nelle ultime settimane: Sauron potrebbe essere dove meno ce lo aspettiamo. Molto probabilmente il Signore Oscuro verrà rivelato entro la fine della prima stagione, magari in una versione sorprendente. Ricordiamo che negli scritti di Tolkien, Annatar riuscì a celare la sua identità rendendosi amichevole nei confronti degli elfi. Dopotutto la frase “ma tutti loro furono ingannati” presente nel prologo de La Compagnia dell’Anello sarà letteralmente il centro della storia de Gli Anelli del Potere.

    Che possa quindi essere lui lo Straniero? È un’ipotesi improbabile ma da non escludere totalmente. Il potere che esercita questo personaggio sembra difficile da controllare, gran parte del tempo dorme e quando è sveglio fatica a comunicare con i Pelopiedi. Sembra un’altra caratteristica che lo accomuna agli Istari, che quando incarnati dovevano imparare daccapo molte cose attraverso l’esperienza. Ma in alcune scene del secondo episodio lo vediamo utilizzare i suoi poteri con dei risvolti anche oscuri (le povere lucciole non fanno una bella fine, e l’incidente al piede di Largo non sembra casuale), e in sottofondo sentiamo una musica che, nell’album della colonna sonora (che però è una suite trasversale di tutta la stagione), è presente nella traccia intitolata Sauron. Non solo: il suo arrivo coincide con la caduta della foglia a Lindon.

    Lo Straniero è un personaggio inedito
    C’è chi ipotizza che lo Straniero sia un altro Maia, Tilion (il custode della Luna). Ma potrebbe essere anche un personaggio totalmente inventato, uno dei tanti della serie, verso il quale gli sceneggiatori faranno convergere caratteristiche importanti che faranno procedere la trama dei Pelopiedi (anch’essa apparentemente inventata, visto che dei Pelopiedi si sa pochissimo e le prime tracce risalgono alla Terza Era).
    Fonte: BadTaste.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Mer Set 07, 2022 8:11 am

    La seconda età del Signore degli Anelli spiegata interamente

    La Seconda Era di JRR Tolkien è intensa e influente come l’era de Il Signore degli Anelli: ecco tutti i principali eventi e sviluppi che hanno luogo. La mitologia immaginaria di Tolkien è così vasta che la linea temporale di Eä (l’universo in cui esiste la Terra di Mezzo) è divisa in epoche, alcune delle quali abbracciano diversi millenni. Dopo l’inizio della creazione, trascorsero gli anni eccezionalmente lunghi dei Valar e gli anni degli alberi. La Prima Era iniziò dopo che Morgoth distrusse crudelmente i Due Alberi di Valinor, seguita dalla Seconda, Terza e Quarta Era, che è dove finisce la linea temporale di Tolkien.

    Per riferimento, Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli si svolgono entrambi intorno a 3000 anni nella Terza Era, ed è l’incoronazione di Aragorn ne Il ritorno del re che taglia ufficialmente il nastro della Quarta. Sebbene le storie più famose di Tolkien accadano entrambe nell’arco di un solo secolo, l’autore ha scritto molto su ciò che è venuto prima, con appendici, Il Silmarillion e altre opere che descrivono ampiamente tutto dal momento in cui Eru Ilúvatar e la sua band hanno cantato il mondo all’esistenza, fino al giorno Bilbo Baggins lasciò la Contea con un branco di nani e un mago.

    Nonostante i racconti della Terza Era abbiano un posto d’onore sugli scaffali e nei cinema, il resto della linea temporale di Tolkien non è meno epico o importante. In effetti, la Seconda Era è probabilmente più sismica del suo successore, ed è qui che Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere di Amazon trae ispirazione. Ecco spiegati i 3441 anni che compongono la Seconda Era di JRR Tolkien.

    Spiegazione del paesaggio della seconda epoca
    La Prima Era terminò con la Guerra dell’Ira, dove Morgoth assapora la sconfitta per gentile concessione di un potente esercito di Valinor, e con l’oscurità finalmente scomparsa, i Popoli Liberi poterono nuovamente fondare le loro case. Gli Elfi unsero Gil-Galad come Sommo Re dei Ñoldor e Lindon divenne la loro provincia principale, mentre Círdan sovrintendeva ai vicini Grey Havens dove gli elfi avrebbero salpato per Valinor. Come ricompensa per le Casate degli Uomini che combatterono contro Morgoth, i Valar eressero un’isola nelle acque tra la Terra di Mezzo e Valinor. Qui fu stabilito il regno di Númenor, con il fratello di Elrond, Elros, il suo primo re.

    Anche se Lindon sarebbe rimasto il fulcro dell’attività degli elfi durante la Seconda Era de Il Signore degli Anelli, la gente dalle orecchie a punta si è diffusa a est nel corso dei secoli. Eregion è stata fondata vicino alle Montagne Nebbiose, governata da Lord Celebrimbor, mentre Galadriel e il marito Celeborn si sarebbero trasferiti a Lothlórien dall’altra parte della catena. Gli uomini che prestarono servizio sotto Morgoth o non si unirono alla Guerra d’Ira rimasero nella Terra di Mezzo, si stabilirono principalmente sulle coste ea sud, o rimasero nel Rhovanion e nel Rhûn a est. Sacche di nani potrebbero essere trovate sparse nelle regioni montuose della Terra di Mezzo, mentre all’insaputa delle altre razze, gli halfling sarebbero emersi intorno a Rhovanion.

    Questo panorama razziale è molto diverso dalla Terza Era de Il Signore degli Anelli, dove gli Elfi erano meno importanti, gli uomini erano in ascesa, gli Hobbit avevano messo radici nella Contea di Eriador e le sale più famose e grandiose dei Nani erano cadute in mano ai draghi , balrog e avidità.

    Come La Seconda Era Imposta La Caduta Di Númenor
    Per circa 2000 anni, Númenor è stato un faro splendente della grandezza che la civiltà mortale poteva raggiungere. Il regno dell’isola prosperò, crebbe e si evolse mentre un re dopo l’altro continuava il lignaggio di Elros, e nel sesto secolo della Seconda Era, l’attitudine alla navigazione dei Númenóreani permise loro di riscoprire la Terra di Mezzo, patria dei loro antenati. Si stabilirono forti relazioni tra Númenor e gli Elfi di Gil-Galad, mentre gli uomini benedetti condividevano la loro conoscenza superiore con i parenti “minori” che incontravano. Le visite fugaci si trasformarono presto in roccaforti permanenti, dando a Númenor un punto d’appoggio nella loro madrepatria. Davvero una buona notizia… ma la presenza di Númenor nella Terra di Mezzo ha portato il regno un passo più vicino al destino.

    Un’altra crepa emerse nelle fondamenta númenóreane durante questo periodo. Il primo figlio dell’allora sovrano di Númenor era una ragazza di nome Silmariën, ma le regole profondamente sessiste del regno proibivano la successione femminile, quindi lo scettro passò al fratello minore. Sebbene il lavoro più importante le fosse sfuggito, Silmariën e suo marito iniziarono una linea scissionista nota come i Signori di Andúnië – discendenti effettivamente non regnanti di Elros. Il lignaggio di Silmariën avrebbe generato Elendil, Isildur e, infine, Aragorn de Il Signore degli Anelli.

    Con il passare dei secoli, la casa regnante di Númenor ei Signori di Andúnië divergevano enormemente nelle loro filosofie. La stirpe del re divenne sempre più gelosa dell’immortalità degli Elfi e si arrabbiò con i Valar per aver proibito loro di navigare a ovest verso Valinor. Il terzo millennio della Seconda Era vide Númenor rifiutare gradualmente le loro antiche tradizioni e alleanze, abbandonando Vala ed elfi allo stesso modo e dominando gli uomini della Terra di Mezzo piuttosto che cooperare con loro. I Signori di Andúnië, nel frattempo, rimasero fedeli alle loro radici e resistettero alle tentazioni del potere.

    Come sono stati creati gli anelli del potere (e cosa è successo dopo)
    Le montagne russe della Seconda Era di Sauron fanno sembrare il suo viaggio nel Signore degli Anelli rilassante al confronto (nonostante l’imbarazzante sconfitta per mano degli hobbit). Quando la Prima Era si concluse, un Sauron indebolito si nascose prontamente nella Terra di Mezzo per la maggior parte di cinque secoli, dopodiché la sua presenza iniziò a insinuarsi ancora una volta. Tuttavia, il Signore Oscuro mantenne un basso profilo fino all’anno 1000 più vicino alla Seconda Era, quando scelse Mordor come dimora permanente. Sarebbero poi passati altri 500 anni mentre Sauron consolidava il suo potere, trasformava Mordor in una malvagia terra desolata e formulava un piano astuto.

    Questo astuto piano prevedeva la trasformazione in un alter ego chiamato “Annatar”, che assomigliava molto meno a un mitico tiranno deciso a conquistare il mondo, poiché Sauron possedeva ancora la capacità di cambiare forma durante la Seconda Era. Annatar si avvicinò agli Elfi promettendo conoscenza e doni, e mentre Gil-Galad, Elrond e Galadriel erano tutti profondamente scettici nei confronti di questo straniero troppo bello per essere vero, Celebrimbor il fabbro elfico portò cautamente Sauron nell’Eregion. Con la conoscenza magica di una malvagia Maia dalla loro parte, gli elfi di Eregion costruirono una serie di diciannove anelli magici, di cui solo tre forgiati personalmente da Celebrimbor, senza interferenze oscure.

    Come dettagli della lezione di storia de La Compagnia dell’Anello, Sauron se ne andò di soppiatto e costruì l’Unico Anello, ma giocò la sua mano (gioco di parole) troppo presto, e gli Elfi si resero conto di essere stati ingannati. Sauron ha strappato con successo quindici degli anelli che ha contribuito a creare, regalandone nove ai re degli uomini e sei ai signori dei nani (che ne avevano già uno dagli elfi). Sauron quindi eseguì il suo vile piano, ma gli elfi avevano già rimosso i loro tre anelli, mentre i nani si dimostrarono troppo resistenti per corrompere. Solo gli uomini caddero sotto il dominio di Sauron, trasformandosi infamemente nei Nazgûl. Sauron, nel frattempo, usò l’Unico Anello per completare la costruzione della sua fortezza Mordor di Barad-dûr.

    Aumento, caduta, ascesa, caduta, ascesa e caduta della Terra di Mezzo di Sauron
    Nella ricaduta del suo tradimento dell’Unico Anello, iniziò una guerra di sette anni tra Sauron e gli Elfi. Per la maggior parte, Sauron ebbe il sopravvento durante questo conflitto, distruggendo completamente l’Eregion, sebbene Lindon tenesse fermo sotto assedio e Lothlórien rimase protetto da Galadriel. Dalle ceneri di Eregion, Elrond fondò la terra di Gran Burrone (famosa per Il Signore degli Anelli), che resistette anche all’assalto delle forze di Sauron. Le sorti della guerra finalmente cambiarono quando arrivarono rinforzi da Númenor. Con Elfi e Uomini che uniscono le forze, Sauron fu rimandato alla coda di Mordor tra le gambe corazzate di nero.

    L’ombra oscura della Terra di Mezzo non sarebbe più sorta per circa 1500 anni. Sauron trascorse quel tempo a raggruppare e preparare un’altra campagna di conquista, e quando le sue macchinazioni furono pronte, Númenor non era più la razza eroica di un tempo, essendo caduto sotto un’ombra oscura a sé stante. Nella sua arroganza, tuttavia, il sovrano di Númenor, Ar-Pharazôn, si oppose a Sauron dichiarandosi “Re degli uomini”, poiché gli isolani erano giunti a credere di meritare quell’alto onore. Ancora una volta, i Númenóreani salparono per la Terra di Mezzo, ma questa volta fecero prigioniero il loro nemico, trascinando Sauron sulla loro isola a forma di stella in un momento di crocevia profondamente pentito.

    Nei successivi 50 anni, Sauron salì la scala delle opportunità dal prigioniero di Númenor al più vicino consigliere di Ar-Pharazôn, approfittando delle suddette divisioni e alimentando l’odio della casa regnante per i Valar. Sauron alla fine convinse Ar-Pharazôn a lanciare un assalto a Valinor, che è come convincere un bambino a sparare con la pistola ad acqua contro un carro armato. Le forze di Ar-Pharazôn furono spazzate via in mare o sulle coste di Valinor, mentre Númenor stessa fu gettata nelle acque profonde. Sauron è sopravvissuto all’assalto divino, ma è stato privato della sua capacità di trasformazione.

    Come è stata fondata Gondor (e cosa è successo ad Arnor)
    Non tutti i Númenóreani morirono il giorno in cui l’ira di Eru Ilúvatar ridisegnava il paesaggio dei Mari Separati. Alcuni dei Signori di Andúnië e altrove che rimasero fedeli agli ideali originali di Númenor furono risparmiati, fu permesso di sfuggire alla distruzione su una piccola flotta di navi e di tornare sani e salvi nella Terra di Mezzo. Soprattutto per Il Signore degli Anelli, questi rifugiati includevano Elendil e i suoi due figli, Isildur e Anárion. Dopo aver raggiunto la terra, gli Elendil rivendicarono la sovranità sugli uomini assortiti della Terra di Mezzo (tranne quelli che si erano già rivolti all’oscurità, come i Númenóreani Neri e gli Easterling). Insieme ai suoi figli, Elendil fondò due grandi regni – Gondor e Arnor – in stile Númenor. La storia a scacchi e l’ostinata sopravvivenza di Gondor sono raccontate ne Il Signore degli Anelli. Arnor, nel frattempo, è già caduto da tempo quando Frodo esce dalla Contea. Subendo un graduale declino durante l’inizio della Terza Era a causa delle lotte intestine e della perdita di rilevanza, Arnor fu finalmente rovesciato dal Re Stregone di Angmar.

    L’ultima alleanza di elfi e uomini (e perché non è durata)
    La Seconda Era del Signore degli Anelli si è conclusa con un’ultima battaglia che ha contrapposto le forze raccolte di Sauron, il loro leader ora si è riunito con l’Unico Anello dopo essere tornato da Númenor, contro le forze riunite di Gil-Galad, Elendil e gruppi selezionati di nani (molto probabilmente da Khazad-dûm). Le perdite furono pesanti da entrambe le parti, con Gondor che perse la sua capitale originaria di Osgiliath. L’Unità alla fine vinse e, come raccontato ne La Compagnia dell’Anello, l’Ultima Alleanza respinse Sauron a Barad-dûr, assediando completamente la fortezza. Gil-Galad ed Elendil hanno combattuto personalmente Sauron e, sebbene entrambi siano morti nel processo, il Signore Oscuro era abbastanza indebolito da consentire a Isildur di liberare l’Unico Anello, ridurre Sauron a un sussurro della sua piena gloria per i successivi 3000 anni e porre fine al Seconda Età.

    Per quanto vittoriosa potesse essere stata l’Ultima Alleanza, i buoni non si sono mai veramente ripresi. La perdita di Gil-Galad pose fine alla stirpe degli Alti Re degli Elfi e il Lindon costiero fu ridotto dopo l’incidente di Númenor. Come visto ne Il Signore degli Anelli, da allora in poi più elfi sarebbero migrati a ovest verso Valinor. Fedele alla forma, gli uomini avrebbero ideato i propri problemi all’inizio della Terza Era. Gondor era indebolito, Arnor fu sconfitto e un vero re era disperatamente necessario per riunire i mortali della Terra di Mezzo.
    Fonte: AsiaticaFilmMediale.it


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Ott 01, 2022 8:36 am

    GLI ANELLI DEL POTERE: SÌ, NEL CLAMOROSO EPISODIO 6 È ACCADUTO PROPRIO QUELLO CHE PENSATE!

    Mentre Gli anelli del potere superava House of the Dragon nei numeri dello streaming, Prime Video pubblicata sui propri canali la sesta puntata della serie tv de Il signore degli anelli, il cui finale ha lasciato letteralmente di sasso gli spettatori.

    La puntata si è concentrata sulla lunga, estenuante e sanguinosa battaglia tra gli uomini delle terre del sud e gli orchi capeggiati da Adar, che si è risolta per il meglio solo grazie all'intervento di Galadriel e dell'esercito di Numenor. Ma nei minuti finali, mentre la città sta celebrando la vittoria e Halbrand viene riconosciuto come legittimo re delle Terre del Sud, un colpo di scena rivela che il perfido Waldreg, seguace di Sauron, si era segretamente assicurato il possesso della misteriosa spada oscura che i buoni pensavano di aver recuperato dal 'padre' degli orchi.

    Waldreg quindi utilizza la spada per attivare un meccanismo che distrugge la diga della zona, e l'acqua inizia a scorrere attraverso i tunnel creati dagli orchi di Adar: i getti non solo esplodono nel villaggio come geyser, ma arrivano fin dentro le profondità del vulcano Amon Amarth, fino a quel momento dormiente. Mentre la consapevolezza degli spettatori cresce di secondo in secondo, la reazione scatenatasi dalla montagna d'acqua rovesciata nelle braci infuocate del vulcano risveglia la montagna, che esplode di nuovo in tutta la sua potenza: è la creazione del Monte Fato, uno dei simboli della terra di Mordor.

    Si, avete letto bene: quello che è senza dubbio il più potente cliffhanger de Gli anelli del potere ha mostrato la rovina delle Terre del Sud, che in base alla geografia della Terra di Mezzo erano destinate a diventare la regione di Mordor.
    Fonte: Serial.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Ott 08, 2022 8:19 am

    Gli Anelli del Potere 1×07: i fan di Tolkien sono delusi da un dettaglio del nuovo episodio

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Per la maggior parte della prima stagione de Gli Anelli del Potere, i fan di Tolkien si sono chiesti perché Galadriel sembrasse avere una cotta per Halbrand quando, secondo la mitologia, durante gli eventi raccontati nella serie avrebbe dovuto essere già sposata con Celeborn.

    ATTENZIONE!!! Seguono spoiler sugli ultimi episodi de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere. Proseguite nella lettura a vostro rischio e pericolo.

    L’episodio di questa settimana, tuttavia, potrebbe aver messo una grossa falla nella continuità e, di conseguenza, molti fan si sono sentiti frustrati. In un momento di sincerità tra Galadriel e Theo, l’elfa interpretata Morfydd Clark conferma finalmente di avere un marito e fa addirittura il nome di Celeborn al suo giovane amico. Molti hanno interpretato i suoi commenti e le sue azioni passate come se Celeborn fosse morto, provocando l’arrabbiatura di molti fan di Tolkien, che hanno sfogato la loro rabbia su Twitter.

    Considerando il fatto che gli Elfi vivono per migliaia di anni e che Galadriel è stata a caccia di Sauron per almeno un millennio, forse la sua sensazione che Celeborn sia morto è solo un grande depistaggio da parte dello show. Come sanno i fan dei libri, Galadriel e Celeborn diventeranno parti fondamentali della comunità elfica della Terra di Mezzo e avranno anche un figlio insieme. Se Gli Anelli del Potere uccidesse il personaggio ben prima de La Terza Era commetterebbe un grosso errore di continuità con le storie di Tolkien, quindi pensiamo che il suo arrivo nella serie, con grande sorpresa di Galadriel, sia imminente.

    A questo punto, sento che lei pensa che lui se ne sia andato”, ha confermato Clark a Total Film in un’intervista sull’episodio. “È davvero interessante perché la storia di Celeborn e Galadriel è un mistero – Tolkien l’ha scritta in molti modi diversi. Sono stati lontani per gran parte del tempo. È molto interessante in termini di come vedono la loro relazione. Non è tipico. Non vedo l’ora che venga fuori il nome di Celeborn”.
    Fonte: NerdPool.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Ott 22, 2022 8:33 am

    Perché la serie “Gli Anelli del Potere” non può uniformare Tolkien al pensiero unico

    In difesa dello scrittore anglosassone e dell’immaginario europeo, la riflessione di Bastien Frimas portavoce dell'Institut Iliade e saggista

    Da qualche giorno dilaga la polemica: le critiche riguardanti Gli Anelli del Potere, la nuova serie di Amazon ispirata all’universo di J. R. R. Tolkien, sarebbero razziste. 20 minutes ha addirittura pubblicato un articolo sabato scorso, No, Amazon non ha “wokizzato” il Signore degli Anelli. L’Institut Iliade pour la longue mémoire européenne, che ha appena pubblicato Tolkien, l’Europa e la tradizione di Armand Berger, ci tiene a difendere e affermare la natura europea dell’opera dello scrittore inglese.

    Tolkien era un grande europeo, impregnato dell’immaginario della nostra civiltà. Si ispirò alla mitologia germano-scandinava e finlandese così come al ciclo arturiano, di cui era un grande conoscitore. La sua ambizione, più volte evocata, fu quella di “creare una raccolta di leggende […] che potrei dedicare in tutta semplicità all’Inghilterra, al mio paese”. Sembra naturale pensare che, essendo la sua opera eminentemente europea, i suoi personaggi siano di tipo europeo, bianchi.

    L’anima europea della Terra di Mezzo, una vecchia storia
    Questo è uno dei motivi per cui la nuova serie di Amazon, un mediocre manifesto wokista con un cast che sembra una pubblicità per Benetton senza alcun riguardo per la dimensione specificamente europea dell’opera, suscita così tante critiche.

    Interpellato da 20 minutes, Vincent Ferré, professore di letteratura comparata e specialista di Tolkien, corre in soccorso alla serie: “Si è spinto a cercare molto più lontano, verso mitologie e tradizioni diverse. Strizza persino l’occhio all’Iliade”. L’Iliade, questa grande epopea africana! Come dire che Tolkien immaginava la sua Terra di Mezzo come il Londonistan moderno…

    Rimandiamo Vincent Ferré, che sostiene senza vergogna la distorsione woke dell’opera di Tolkien, a questo estratto di un’opera di riferimento pubblicata nel 2002: “È infatti al Vecchio Continente e al bacino del Mediterraneo che l’autore paragona l’ambientazione de Il Signore degli Anelli […] Tolkien presenta la Contea come una trasposizione dell’Inghilterra rurale […] La contrapposizione geografica tra la Terra di Mezzo e il nostro mondo dunque non regge più, e l’unica cosa che rimane è il divario temporale”. L’autore di queste righe non è altro che… Ferré in persona! La natura europea della Terra di Mezzo non sembrava disturbarlo all’epoca. È vero che nel 2002 il wokismo non aveva ancora provocato il caos nell’università occidentale.

    Per annullare tutte le circonlocuzioni diversitarie, citiamo semplicemente Tolkien che nel 1958 scriveva: “La Contea, per esempio, [è] esplicitamente presentata come parte di questa regione [l’Europa]” e “ho costruito […] un’epoca immaginaria, ma per quanto riguarda il luogo ho tenuto i piedi sulla mia terra materna”. Vincent Ferré dovrebbe saperlo: ha partecipato alla traduzione delle Lettere da cui è tratta questa citazione.

    La colonizzazione dell’immaginario europeo
    La verità cruda è che, in Tolkien come in tutta la letteratura europea fino agli anni 2000, quando l’etnia dei personaggi non è esplicitamente menzionata, significa che sono europei. Bianchi. E nessuna contorsione semantica o ideologica potrà cambiarlo.

    Non rispettare un’opera è una scelta deliberata e quindi criticabile. Non è la prima volta. Nel 2018, la serie inglese Troy: Fall of a City faceva così interpretare Achille e Zeus da attori africani. La scusa? L’Iliade è un’opera di finzione, quindi tutto è permesso! Come per l’universo di Tolkien, insomma. E poco importa se Achille è esplicitamente descritto come biondo.

    L’ideologia diversitaria va oltre: nel 2021, la serie britannica Anne Boleyn, basata sulla vita della seconda moglie di Enrico VIII, faceva interpretare la regina da un’attrice africana. In questo caso la scusa non era più la finzione, ma il desiderio di rappresentare la diversità sullo schermo. Si tratta solo di due altri esempi tra decine, che illustrano il rifiuto acquisito di rispettare la realtà storica o la coerenza etnica dell’universo artistico europeo. E questo è accettato solo in un senso.

    Immaginiamo Nelson Mandela, Martin Luther King o Barack Obama interpretati da Ryan Gosling? O racconti tradizionali africani adattati con protagonisti bianchi? Ovviamente no. E, se ciò accadesse, che valanga di insulti riceverebbero i produttori colpevoli di questa “appropriazione culturale”! Ma per gli africani nella Terra di Mezzo, davanti alle mura di Troia o regnanti nell’Inghilterra del XVI secolo, nessun problema, nessuna appropriazione. Alla cultura europea, si può fare di tutto. Non esiste un “safe space” per i bianchi, nulla deve essere preservato dall’ideologia diversitaria.

    Ciò che la controversia sulla serie di Amazon rivela è che una guerra è apertamente condotta contro la storia e la cultura degli europei. Il nostro immaginario viene deliberatamente colonizzato; nulla deve più appartenerci. Questa Grande Cancellazione accompagna e facilita la Grande Sostituzione: l’Africa agli africani, l’Asia agli asiatici, ma l’Europa a tutti. Abbiamo il diritto, e persino il dovere, di lottare per difenderci… Specialmente, non guardando l’eresia che è la serie Amazon.
    Fonte: Barbadillo.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Dom Nov 13, 2022 3:19 pm

    Galadriel
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Galadriel è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. Compare in Il Signore degli Anelli, Il Silmarillion, Racconti incompiuti e Racconti ritrovati.

    Era una nobile elfa della Terra di Mezzo, che regnò insieme al suo sposo Celeborn sui reami di Eregion e Lórien. Spesso viene citata come Dama di Lórien o Dama dei Galadhrim. Al di fuori del reame di Lothlórien, tuttavia, ci si riferisce a lei semplicemente come Dama Galadriel o Dama o Dama dei Boschi. Ella e Celeborn divennero noti come Il Signore e la Dama. Galadriel non fu mai regina, sebbene fosse di sangue reale e probabilmente avrebbe desiderato esserlo.

    Il suo nome paterno era Artanis (lett. "Nobile donna") e quello materno Nerwen (lett. "Ragazza-uomo"), in riferimento alla sua notevole altezza e alla sua forza sia corporea che interiore. Ma il nome che preferì fra tutti fu quello di Galadriel, versione Sindarin del Telerin Quenya Alatáriel, «essendo il più bello dei suoi nomi, quello che le era stato dato dal suo innamorato, Celeborn dei Teleri, che più tardi sposò nel Beleriand», che significa "Donna coronata con una ghirlanda di luce brillante", in riferimento ai suoi capelli. Gli Elfi di Tirion ritenevano che nei capelli di Galadriel fosse rimasta imprigionata la luce dei due Alberi di Valinor, Laurelin e Telperion. Fu molto ammirata da Fëanor e forse ne fu fonte d'ispirazione per la creazione dei Silmaril.

    Il nome Galadhriel (lett. "Albero-ghirlanda") veniva usato al di fuori di Lórien dalla gente che non conosceva i giorni antichi e la storia di Galadriel, confondendo la parola elfica galadh ("albero") con il nome dei Galadhrim, la gente di Lórien.

    Fu la custode dell'Anello d'Acqua, Nenya, forgiato nell'antichità da uno dei più grandi maestri elfici, secondo forse solamente a Fëanor, Celebrimbor. Sua figlia Celebrían sposò Elrond.

    Biografia
    Dal Reame Beato alla terza Era
    Origini e partenza da Aman

    Galadriel nacque in Valinor nel 1362 degli Anni degli Alberi, fiera e forte come tutti i discendenti di Finwë, salvo Finarfin. Era una Nolde buona e comprensiva, e di tutti aveva rispetto, ma si risentiva e non aveva a genio il comportamento spavaldo di Fëanor, il creatore dei Silmaril, il quale ammirava lo splendore dei suoi capelli dorati, ottenendone in cambio solo il disprezzo della Dama per i suoi atteggiamenti arroganti.

    Pur essendo reverente nei confronti dei Valar, si ribellò a loro durante l'Ottenebramento di Valinor a opera di Morgoth (o Melkor) e Ungoliant. Conobbe Celeborn ad Alqualondë (secondo la prima versione redatta da Tolkien, perché nella versione "canonica", in The Road goes ever on, egli figurava come un Elfo del Doriath alla corte di Thingol, poiché suo padre ne era il nipote) dove viveva da lungo tempo con la stirpe di sua madre.

    Imboccò la strada dell'esilio dopo la rivolta di Fëanor, giungendo con Celeborn nel Beleriand, nel porto di cui era signore Círdan il Timoniere (nei Racconti incompiuti, a differenza de Il Silmarillion, Galadriel giunge con Celeborn su una nave dei Teleri e non con i Noldor al seguito di Fëanor o di Fingolfin, attraversando l'Helcaraxë). Nessuno dei due partecipò mai alla guerra contro Angband, fortezza di Morgoth: si ritirarono, dopo un soggiorno nel Doriath, al di là degli Ered Lindon, prima della distruzione del Beleriand.

    L'Eregion e Lórien
    Per i primi tempi dimorarono sul lago Evendim, a nord della futura Contea, vicino ad Annúminas. Lì, tra il 350 e il 400, nacque Amroth (che, in seguito, Tolkien disconoscerà essere figlio di Celeborn e Galadriel, indicando in Celebrían la loro unica figlia, pur non indicandone la data di nascita). Nel 700 si recarono a est fondando il regno di Eregion, aiutati probabilmente dal fatto che conoscevano i Nani di Khazad-dûm, di cui divennero amici (specialmente Galadriel, perché a volte si dice che Celeborn non li amasse, perché ricordava l'uccisione di Thingol da parte di un gruppo di Nani). Presero contatto con gli Elfi dell'Anduin, i Nandor, lontani congiunti di Celeborn, a quel tempo dislocati in una superficie boschiva che si estendeva su entrambe le rive per alcune decine di miglia e comprendeva anche Dol Guldur.

    Capitò che Sauron riuscisse a circuire i fabbri dell'Eregion, primo tra tutti Celebrimbor, fino a che questi, presa coscienza dell'errore, si ribellarono. Celebrimbor diede alla Dama Nenya, uno dei Tre Anelli degli Elfi; Galadriel, nel frattempo, spinta dal rancore dei fabbri irretiti da Sauron, si spostò nel Lórien, ma Celeborn, sviluppata una certa avversione per i Nani che mal concordava con i sentimenti della moglie, rimase nelle terre a Ovest delle Montagne Nebbiose.

    Riunione con Celeborn
    Dopo la distruzione dell'Eregion, Celeborn si rifugiò a Gran Burrone (o Imladris). Dopo il 1800 circa, Galadriel decise di andare alla ricerca di Celeborn, invischiato intanto nella sanguinosa guerra contro le armate di Sauron che ebbe il suo punto di svolta secoli dopo nella battaglia di Dagorlad; lo trovò a Imladris, fondata da poco da Elrond Mezzelfo, e vi dimorarono assieme per molti anni. Si trasferirono poi nel Belfalas, nella futura Dol Amroth, presso il porto elfico di Edhellond, recandosi a volte a Lórien.

    Fu in uno di questi soggiorni che Gandalf il Grigio le consegnò l'Elessar, la mitica gemma magica degli Elfi, che anni dopo sarebbe passata ad Aragorn; fu solo nella Terza Era, nel 1981, dopo la morte di Amroth, che essi, chiamati dai Galadhrim a custodire il loro regno, tornarono definitivamente nel Lórien, circa mille anni prima dei fatti che avrebbero preceduto la Guerra dell'Anello.

    Galadriel e la Guerra dell'Anello
    Nella Terza Era, Galadriel entra a far parte del Bianco Consiglio, a capo del quale vorrebbe mettere Gandalf, e non Saruman il Bianco.

    Durante il viaggio verso Sud della Compagnia dell'Anello, Lothlórien è una tappa del viaggio. Galadriel fa la conoscenza di Frodo Baggins che le offre l'Unico Anello, abbagliato dallo splendore della Dama elfica; la Dama rifiuta con fatica il potere a lungo desiderato. Offre ai membri della Compagnia alcuni importanti doni: ad Aragorn ella dona una spilla d'argento a forma di aquila che incastona una grande pietra verde, dono per le future nozze con Arwen (di cui lei è la nonna); a Legolas un arco di Lórien; a Gimli, che osa chiederle un solo e semplice capello, ella ne concede graziosamente tre (l'enorme valore simbolico di ciò si rivela tenendo presente che Galadriel concede volentieri questo dono a Gimli, un Nano, mentre lo rifiutò più volte, molte ere prima, a Fëanor in persona); a Boromir, Meriadoc Brandibuck e Peregrino Tuc dona delle preziose cinture; a Samvise Gamgee una scatolina con polvere di Lórien, per concimare al suo ritorno a casa la terra della Contea, ed una corda elfica; e infine, a Frodo, una fiala d'acqua dello specchio, nel cui interno è stata catturata la luce della stella di Eärendil, la Stella del Vespro: essa dovrà servire al Portatore dell'Anello per le ore più buie del suo viaggio. Subito dopo la partenza della Compagnia, Galadriel ospita e veste il rinato Gandalf, sopravvissuto alla battaglia contro il Balrog di Morgoth.

    Durante la Guerra dell'Anello, Lothlórien subisce tre attacchi, tutti respinti, e alla fine di questi Galadriel e Celeborn si inoltrano nel Bosco Atro, dove incontrano Thranduil, re del reame elfico del bosco e dove Galadriel purifica la foresta e la fortezza di Dol Guldur dal ricordo di Sauron. Con la scomparsa dell'Unico Anello la decisione per gli Alti Elfi è chiara; così Galadriel, dopo aver assistito al matrimonio della nipote Arwen e al funerale di Re Théoden, parte dalla Terra di Mezzo insieme ad Elrond, Gandalf, Frodo, Bilbo Baggins e a tanti della sua razza, verso le Terre Imperiture, salpando dai Porti Grigi il 29 settembre del 3021 della Terza Era, andando a riunirsi alla Casa di Finarfin e alla figlia, seguita qualche anno dopo da Celeborn.

    Adattamenti
    • Nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson, è interpretata dall'australiana Cate Blanchett con la voce italiana di Cristiana Lionello. In principio il ruolo doveva essere di Kylie Minogue la cui bassa statura, però, sarebbe stata in contrasto con l'altezza leggendaria di Dama Galadriel.
    • Nella serie televisiva Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere di Amazon Prime Video, Galadriel è interpretata da Morfydd Clark.
    Famiglia di Galadriel[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
    Fonte: Wikipedia


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Set 09, 2023 1:58 pm

    Gli Anelli del Potere: Sauron non è chi pensate che sia

    Sebbene Gli Anelli del Potere abbia svelato che Halbrand è Sauron, alcuni fan de Il Signore degli Anelli non sono convinti che sia tutta la verità.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Nel finale della Stagione 1 de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, è stato definitivamente rivelato che Halbrand era il Signore Oscuro Sauron. Questa rivelazione è stata scioccante per alcuni fan e non sorprendente per altri, visto che Gli Anelli del Potere ha lasciato intendere l’identità di Halbrand per tutta la stagione. Considerando che lo show ha fatto un depistaggio con lo Straniero, non sorprende che i fan siano sospettosi sulla vera identità di Sauron.

    Considerando le libertà creative che Gli Anelli del Potere si prende per raccontare la sua versione degli eventi della Seconda Era, la vera identità di Sauron è stata messa in dubbio da alcuni fan. Viste le buone azioni e le azioni eroiche di Halbrand, alcuni fan hanno addirittura teorizzato che Sauron abbia impersonato il vero Halbrand.

    Sauron non è in realtà Halbrand, secondo questa teoria
    La teoria suggerisce che durante l’eruzione del Monte Fato nell’Episodio 6, il vero Halbrand sia stato ucciso, ferito o catturato da Sauron. Sauron ha quindi colto l’opportunità di trasformarsi in Halbrand per assumere la sua identità e fingere una grave ferita, in modo da poterlo portare nell’Eregion per avvicinarsi agli Elfi e continuare con i suoi piani.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Sauron è troppo malvagio e troppo potente per fare del bene
    Questa teoria si basa sul fatto che Sauron è noto per essere un mutaforma e un maestro dell’inganno. Nel Silmarillion, ha assunto almeno quattro forme diverse solo durante la Prima Era, l’ultima delle quali è una “forma leale” che ha ripreso nella Seconda Era per ingannare gli Elfi di Eregion e fargli creare gli Anelli del Potere. Questo dà un certo peso alla teoria. Anche il fatto che Halbrand abbia compiuto buone azioni in precedenza nella serie, come salvare Galadriel nei Mari Sommersi e combattere gli Orchi nelle Terre del Sud, viene utilizzato a sostegno di questa teoria, con l’idea che Sauron non si spingerebbe fino a salvare Elfi e Uomini, nemmeno per favorire i suoi piani. Pertanto, deve essere entrato in scena dopo il grande atto eroico di Halbrand.

    Halbrand inizia a seguire lo stesso percorso di Aragorn
    Halbrand viene presentato come “l’Aragorn” de Gli Anelli del Potere. È abile con la spada e cavalca in battaglia per salvare gli innocenti dalle creature malvagie. È un personaggio simpatico fin dall’inizio e il potenziale che Galadriel vede per lui raggiunge il pubblico. Halbrand è un uomo errante in cerca di lavoro dopo che il suo regno gli è stato sottratto. Ha il potenziale per reclamare quel regno dalle forze del male e per essere messo sul trono e diventare il prossimo grande e gentile sovrano che Galadriel sa di poter essere. L’unica cosa che lo ferma è la vergogna per aver perso il suo regno, quindi è riluttante a provare a reclamarlo perché teme di non essere abbastanza forte. Solo dopo aver viaggiato con una compagna speranzosa e volitiva si rende conto di avere le carte in regola per diventare un eroe.

    All’inizio è chiaro al pubblico che Halbrand ha lo stesso potenziale di Aragorn per diventare un re eroico. È quindi logico che l’Halbrand che si rivela essere Sauron alla fine della stagione non possa essere il vero Halbrand, perché Halbrand aveva appena iniziato il suo viaggio eroico per diventare re.

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Gli Anelli del Potere rendono evidente chi è Sauron
    L’uccisione di Halbrand per permettere a Sauron di entrare nelle grazie degli Elfi con un cambio di forma sembra abbastanza azzardato da funzionare. Tuttavia, il problema principale risiede nel fatto che Gli Anelli del Potere fornisce diversi indizi nel corso della stagione che Halbrand è sempre stato Sauron. Dalla sua introduzione, in cui salva se stesso e Galadriel sacrificando gli altri umani al Verme, fino a quando suggerisce a Celebrimbor di forgiare tre Anelli del Potere con la Mithril invece di una corona, la vera identità di Halbrand è sempre stata in agguato sotto la superficie.

    Essendo un maestro dell’inganno, Sauron avrebbe avuto le capacità per incantare la fiducia di Galadriel e degli Elfi salvando alcuni umani e fingendo di essere un uomo che vuole solo lavorare come fabbro e vivere in pace dopo la distruzione del suo regno. Allo stesso modo in cui l’Unico Anello ha fatto ciò che doveva per tornare dalla parte di Sauron, Sauron ha sempre avuto la capacità di compiere buone azioni, purché lo avvicinassero al suo obiettivo. Nel Silmarillion, Sauron è rimasto in Eregion per duecento anni prima che gli anelli venissero forgiati. È tutt’altro che paziente, quindi andare alla deriva su una zattera in mezzo al mare con un gruppo di umani e cercare di guadagnare la fiducia di alcuni fabbri e di un elfo non è certo un prezzo da pagare per raggiungere il suo obiettivo finale.

    Sauron è più cattivo di quanto si pensi
    Le intenzioni di Sauron sono sempre state quelle di forgiare gli Anelli del Potere. Il suo interesse a trovare lavoro come fabbro ne era un indizio. Sapeva che avrebbe avuto bisogno dell’aiuto degli Elfi per forgiare gli anelli, quindi era indispensabile che rimanesse il più vicino possibile a Galadriel. Questo lo portò a incontrare Celebrimbor e a mettere in moto il suo piano per creare l’Unico Anello. Fingersi un re perduto di un regno caduto era l’esca perfetta per attirare le simpatie di Galadriel e avvicinarlo agli Elfi. Rimandare ripetutamente l’insistenza di Galadriel sul fatto che egli è destinato a essere un eroe e un re ha permesso a Sauron di avvicinarla a sé in modo che, quando si fosse esibito come un re eroico sul campo di battaglia, Galadriel non avrebbe avuto motivo di credere che Halbrand fosse altro che un re destinato.

    Se fosse vero che Sauron ha tolto Halbrand dal quadro e ha assunto le sue sembianze, questo sminuirebbe il potenziale di Sauron come cattivo. Essere troppo malvagio per ingannare il suo nemico e indurlo a fidarsi di lui non è il tipo di cattivo che Sauron è in grado di essere. L’Unico Anello, forgiato da Sauron stesso, era in grado di ingannare sia chi lo indossava sia le persone che lo circondavano, spingendole a desiderarlo, nonostante gli eroi sapessero che l’Anello non doveva essere indossato e che poteva portare al male. Persino Gollum fu in grado di ingannare Frodo e Sam, spingendoli a seguirlo a Mordor prima di tentare di riprendersi l’Anello. Halbrand, che è Sauron sotto mentite spoglie fin dall’inizio, è perfettamente in linea con le capacità del Signore Oscuro.
    Fonte: NerdPool.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Sab Set 09, 2023 2:20 pm

    Gli Anelli del Potere: le nuove origini di Mordor sono compatibili con la mitologia di Tolkien

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Gli Anelli del Potere di Amazon ha creato una nuova storia delle origini di Mordor, ma in realtà si inserisce in quella già creata da J.R.R. Tolkien con Il Signore degli Anelli. La serie fantasy si svolge principalmente nella Seconda Era e segue le versioni più giovani di Galadriel ed Elrond, così come i nani di Moria e un gruppo di primi Mezzuomini, che diventano tutti parte di eventi cataclismatici – come la forgiatura de Gli Anelli del Potere – che alla fine portano agli eventi che circondano la distruzione dell’Unico Anello da parte di Frodo e della Compagnia raccontati ne Il Signore degli Anelli.

    La prima stagione ha seguito le macchinazioni di Sauron che, fingendosi un re deposto delle Terre del Sud, ha stretto amicizia con Galadriel prima che entrambi gli immortali fossero presi in custodia dai Numenoreani. In una storia simile a quella di Aragorn, i due navigarono insieme per reclamare le sue terre d’origine, senza che nessuno si accorgesse che le Terre del Sud erano state usurpate da uno dei suoi alleati. Mentre Elfi, Uomini e altre razze lottavano per difendere le loro terre dagli Orchi e da altre forze oscure, la stagione si è conclusa con i primi segni di attività nella storia di Mordor dai tempi di Morgoth.

    L’origine di Mordor de Gli Anelli del Potere non è in realtà in contrasto con Tolkien
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Gli Anelli del Potere segue una linea temporale compressa, il che significa che unisce eventi accaduti nell’arco di diverse centinaia di anni in una narrazione più serrata, in modo che sia più facile da seguire. Aggiunge anche un tessuto connettivo con alcune sottotrame che potrebbero essere accadute all’interno del canone della Terra di Mezzo. Uno degli eventi più importanti che si sono verificati nella linea temporale de Il Signore degli Anelli è avvenuto nell’episodio 6 de Gli Anelli del Potere, quando uno degli abitanti del villaggio ha attivato una spada misteriosa mentre tutti gli altri stavano combattendo con gli Orchi nell’Isola del Sud, provocando un’eruzione vulcanica dal Monte Fato che ha avuto effetti a catena in tutto il territorio.

    La riunione di presentazione de Gli Anelli del Potere
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Molto prima che Mordor diventasse la principale base operativa di Sauron e degli altri cattivi de Il Signore degli Anelli, essi risiedevano in un regno noto come Angband. Lì il predecessore di Sauron, Morgoth, regnava sulla terra e aveva creato vulcani e pericolose catene montuose per proteggersi da chiunque volesse invadere. Dopo la caduta di Angband nella Prima Era, durante la Guerra dell’Ira, Morgoth fu costretto a ricostruire altrove e il Signore Oscuro usò i suoi empi poteri per evocare il Monte Fato, che però inizialmente non era un vulcano attivo e si risvegliò solo molti anni dopo.

    Gli Anelli del Potere aggiunge un sacco di nuovi dettagli su Mordor
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Sauron e Adar hanno un piano complicato per costruire Mordor ne Gli Anelli del Potere, che comprende, tra l’altro, la creazione di una spada magica indistruttibile che funge da chiave per un meccanismo che controlla una diga, lo scavo di chilometri di trincee da parte di centinaia di servitori, l’ignorare da parte degli Elfi nelle loro vicine torri di guardia qualsiasi iconografia dedicata a Sauron e, infine, l’aspettare che il meccanismo liberi le paratoie che conducono direttamente al vulcano dove il Monte Fato erutterà. È sufficiente dire che la serie di Amazon aggiunge molti dettagli su Mordor che non sono mai accaduti nella storia di Tolkien.

    Sebbene possa sembrare che si basi su una grande quantità di coincidenze e convenienze, le origini del Monte Fato cementano in realtà un tema ricorrente ne Gli Anelli del Potere: il male non può creare, può solo corrompere. Sauron, Adar e i loro subalterni stanno inviando un’onda d’urto di devastazione attraverso la Terra di Mezzo per creare il loro Regno Ombra come un modo per rifare la Terra di Mezzo secondo i termini dell’ordine di Sauron. Sebbene l’ordine e la natura degli eventi siano stati modificati, l’impulso rimane lo stesso.

    Gli Anelli del Potere Stagione 2 deve completare la trasformazione di Mordor
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    La stagione 2 de Gli Anelli del Potere dovrà completare la trasformazione di Mordor dopo l’eruzione del Monte Fato. Ci sono ancora molti pezzi del puzzle da aggiungere, tra cui l’iconico cancello, così importante nella Guerra dell’Anello, Barad-dur, e la serie potrebbe anche decidere di approfondire chi ha scelto Mordor come obiettivo tra Morgoth, Sauron e Adar. Se Adar può cambiare forma e ha la capacità di mutare forma come Sauron, è possibile che i fan abbiano visto solo un assaggio del suo potere nella seconda stagione.

    L’origine di Mordor è un evento emozionante nel canone di Tolkien, e vederlo accadere in tempo reale aggiunge un tocco di inventiva e drammaticità alla costruzione del mondo che avviene ne Gli Anelli del Potere. La rovina del lussureggiante ambiente naturale e la corruzione di coloro che seguono Sauron e Adar offrono un commento dinamico sulle forze distruttive dell’industrializzazione e dell’avarizia, temi che Tolkien non prendeva alla leggera. Nella seconda stagione, la trasformazione di Mordor sarà probabilmente una delle trame più avvincenti, dato che il male di Sauron continua a deformare e stravolgere tutti coloro che vi entrano in contatto.
    Fonte: NerdPool.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!
    APUMA
    APUMA
    C'è un pò di Divino in te!
    C'è un pò di Divino in te!


    Messaggi : 272166
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 23
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da APUMA Mar Ott 10, 2023 8:29 am

    GLI ANELLI DEL POTERE 2: PERCHÉ I PROBLEMI DI CANONE SARANNO ANCORA PIÙ GRAVI

    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

    Amazon sarebbe già pronta a girare addirittura Gli anelli del potere 3, ma la seconda stagione della serie potrebbe riscontrare dei grossi problemi di canonicità.

    Già la prima stagione era stata ricca di cambiamenti, ma la seconda rischia di accentuare il problema. Gli anelli del potere 1 posizionava determinati personaggi distanti centinaia di anni nei libri di Tolkien negli stessi eventi. Le complicazioni si concentrano in particolare sui diritti acquistati da Amazon per le varie opere realizzate dallo scrittore. Il colosso streaming ha comprato i diritti per “il signore degli anelli”, ma non per il “Silmarillion” e i racconti incompiuti. Questo ha lasciato sicuramente parecchia libertà creativa agli sceneggiatori della serie, ma ha creato inevitabilmente parecchi problemi di canonicità.

    La canonicità potrebbe teoricamente non essere un problema, è risaputo che parecchi registi e sceneggiatori spesso riscrivono completamente le storie per adattarle al grande schermo, se non fosse che i fan de “Il signore degli anelli” considerano la fedeltà ai libri J.R.R Tolkien assolutamente fondamentale per un'alta qualità del prodotto.

    In particolare, il problema risiede nell’avere Celebrimbor e Isildur in vita nello stesso momento, che non solo accorcia la linea temporale, ma rischia di far sembrare la costruzione del mondo di Tolkien piccola e affrettata. La serie, invece che esplorare ulteriormente l’universo creato da Tolkien, rischia di semplificarlo, condensando eventi importantissimi che verranno affrontati, nell’arco di pochissimo tempo.

    Amazon non può sbagliare assolutamente la seconda stagione della serie, e la stessa Sophia Nomvete ha dichiarato che con Gli anelli del potere 2 la posta è sempre più alta.
    Fonte: Serial.EveryEye.It


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre qui!
    Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci.
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato


    Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere Empty Re: Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Ven Mar 01, 2024 7:30 am