Avanzi

LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER

    annika
    annika
    Sempre per un bene superiore!
    Sempre per un bene superiore!

    Messaggi : 177615
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 23

    LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER Empty LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER

    Messaggio Da annika Gio Ott 04, 2012 12:08 pm

    LA CADUTA-GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER

    Un film di Oliver Hirschbiegel. Con Bruno Ganz, Alexandra Maria Lara, Corinna Harfouch, Ulrich Matthes, Juliane Köhler.
    Thomas Kretschmann, Heino Ferch, Christian Berkel, Matthias Habich, Michael Mendl, André Hennicke, Ulrich Noethen, Birgit Minichmayr, Rolf Kanies, Justus von Dohnanyi, Gotz Otto
    Titolo originale Der Untergang. Drammatico, durata 150 min. - Germania 2004.


    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



    La vicenda si svolge durante gli ultimi dieci giorni di vita di Adolf Hitler, a partire dal giorno del suo cinquantaseiesimo compleanno, il 20 aprile 1945, fino al suicidio nel bunker di Berlino durante l'ultima battaglia, pochi giorni prima della resa incondizionata della Germania.

    Il Dittatore, ormai fuori controllo, rifiuterà ogni trattativa nonché qualsiasi ipotesi di resa, nell'intento di trascinare nel baratro in cui egli stesso intende precipitare sia il paese che l'intero popolo tedesco, già provato da quasi sei anni di guerra. A nulla varranno le suppliche del Generale Weidling, comandante della piazza di Berlino, e dell'SS-Brigadeführer Wilhelm Mohnke, di fare quantomeno evacuare la città dal personale non idoneo al combattimento, al fine di evitare ai civili ulteriori ed ormai inutili sofferenze, così come rimarrà negativamente colpito dalla confessione del Ministro degli armamenti Albert Speer, rifiutatosi di eseguire l'assurdo ordine di distruggere ogni struttura civile.

    Gli ultimi giorni di vita del Führer saranno caratterizzati da una serie di ordini e di prospettive tanto inutili quanto irrealizzabili, a dispetto delle comunicazioni che continuano ad arrivare dal fronte, ogni momento più vicino al bunker; egli rimarrà sordo ai timidi suggerimenti degli ufficiali del suo Stato maggiore e, mentre la fine si avvicina, la follia si impadronirà di tutto l'ambiente che lo circonda: l'inutile strage del Volkssturm, la fucilazione del cognato di Eva Braun Hermann Fegelein, ufficiale delle SS ed aiutante di Himmler, colpevole della volontà di aprire trattative con gli alleati, l'infanticidio praticato da Magda Goebbels nei confronti dei sei figlioletti che non devono sopravvivere alla morte del Führer e, nel crescendo Wagneriano che egli stesso auspicava in caso di sconfitta, dopo essersi unito in matrimonio con Eva Braun si suiciderà non prima di avere dato ordine di distruggere le sue spoglie.

    Il film viene introdotto e chiosato dalla ex segretaria di Hitler Traudl Junge, al servizio del Führer dal novembre del 1942, la quale, dopo la fine della guerra, non fu sottoposta ad alcun genere di pena in quanto classificata "collaboratrice giovanile" e, prima dei titoli di coda, vengono indicate le vicende personali, successive alla fine delle ostilità, incorse ai generali rimasti accanto ad Hitler, agli occupanti del bunker ed a tutti i suoi più stretti collaboratori.

    Fonte Mymovies e Wikipedia


    _________________
    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA' (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

      La data/ora di oggi è Dom Mag 16, 2021 4:53 am