Avanzi

IL  BACIO DELLA DONNA RAGNO Signbo10

Unisciti al forum, è facile e veloce

Avanzi

IL  BACIO DELLA DONNA RAGNO Signbo10

Avanzi

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    IL BACIO DELLA DONNA RAGNO

    annika
    annika
    Sempre per un bene superiore!
    Sempre per un bene superiore!


    Messaggi : 198655
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 24

    IL  BACIO DELLA DONNA RAGNO Empty IL BACIO DELLA DONNA RAGNO

    Messaggio Da annika Lun 27 Ago 2012 - 23:09

    IL BACIO DELLA DONNA RAGNO



    Un film di Hector Babenco. Con William Hurt, Raul Julia, Sonia Braga, José Lewgoy, Nuno Leal Maria.
    Titolo originale Kiss of the Spider Woman. Drammatico, durata 119' min. - USA, Brasile 1985



    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



    Brasile: due detenuti, Valentin Arregui Paz, rivoluzionario marxista, e Molina, detenuto in quanto omosessuale, dividono la stessa cella. Molina è un personaggio affascinante, che non smette mai di raccontare le storie d'amore frutto della sua fantasia. Raccontandole passa il tempo e cerca di interessare anche Valentin. Questi ha una reazione mista. Da un lato lui, rigorosamente eterosessuale e interessato solo alla politica e alla sua donna, è infastidito da Molina, anche perché ha disgusto degli omosessuali. Dall'altro non ha altro di meglio da fare dentro quella cella, e Molina è estremamente gentile con lui.

    Ogni tanto Molina racconta a Valentin i capitoli della sua immaginifica storia d'amore ambientata a Parigi, durante l'occupazione nazista. Questa si svolge tra Leni Lamaison, una ragazza che lavora per la resistenza, e un ufficiale nazista. Tutto questo è descritto con grande dovizia di particolari e descrizioni sul lusso dei locali, le parole, le divise e i loro stemmi. Valentin ad un certo punto non ne può più, e rimprovera Molina di essere uno stupido: i nazisti, che lo affascinano tanto, hanno sterminato gli omosessuali come lui. Molina gli risponde che ne è ben consapevole, certamente non è così stupido da non saperlo, ma questo non gli impedisce di restarne affascinato.

    Valentin e Molina hanno entrambi delle donne che li aspettano fuori dal carcere. Nel caso di Molina, è la madre. Nel caso di Valentin è la bella fidanzata, Marta. Molina riceve pacchi di viveri dalla madre, mentre Valentin viene ripetutamente torturato. Non solo, ma egli viene anche avvelenato tramite il cibo fornito dalla prigione, non in maniera mortale ma nondimeno sufficiente per farlo stare male ed indebolirlo.

    Molina si prende cura di lui e lo aiuta. Molina non evade però solo con i racconti. Lui è un doppiogiochista, ricattato dai carcerieri che sono disposti ad annullare la sua condanna residua (totale, otto anni), se riesce a far parlare Valentin. Ma Molina si è innamorato di lui, e questo complica le cose. Alla fine, persino Valentin, dapprima omofobico, accetta di avere una storia con Molina, pur restando innamorato della sua donna.

    Molina comincia a raccontare una nuova storia, questa volta di tipo 'fantastico', un'isola in cui un naufrago capita, e trova una creatura mostruosa e meravigliosa al tempo stesso, per l'appunto la Donna Ragno, che ha una specie di casa fatta di filamenti di ragnatela e lo attira al suo interno.

    Molina esce dal carcere. Valentin ha bisogno di mandare un messaggio alla sua donna (che sapeva essere a sua volta in grave pericolo), e chiede a Molina di portarglielo. Lui esita, perché egli teme giustamente di poter essere pedinato. Pensa all'amata madre che ne aspetta la liberazione. Ma nonostante il pericolo, Molina accetta, decide di incontrare la ragazza di Valentin per trasmettere il messaggio, ma durante l'incontro viene ferito mortalmente.

    Nel frattempo anche Valentin, nel carcere, è oramai messo male. Dopo un'ennesima tortura un medico gli somministra della morfina in segreto, per farlo dormire. È col sogno di Valentin che si conclude il film, il prigioniero sogna infatti di essere liberato da Marta e di allontanarsi con lei su fiume con una barca, al tramonto. Ed è solo in sogno che riesce ad essere momentaneamente felice ed a dire a Marta che la ama.


    Fonte MyMovies e Wikipedia


    _________________
    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA' (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

      La data/ora di oggi è Dom 25 Set 2022 - 16:30