Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    Formula 1

    Condividi

    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Mer Ago 29, 2018 8:29 pm

    F1: Belgio, trionfo di Vettel a Spa

    5/a vittoria stagionale ferrarista, poi Hamilton e Verstappen






    (ANSA) - ROMA, 26 AGO - Sebastian Vettel ha vinto il Gp del Belgio, 13/a gara del mondiale di Formula 1, conquistando la quinta vittoria stagionale. Il pilota della Ferrari ha preceduto il rivale per il titolo, Lewis Hamilton (Mercedes), che era partito dalla pole position, e l'olandese Max Verstappen (Red Bull), terzo.



    RIPRODUZIONE RISERVATA ©️ Copyright ANSA











    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Mer Set 05, 2018 2:27 pm

    F1: Monza, vince Hamilton, Raikkonen 2/o

    Sul podio l'altra Mercedes di Bottas, Vettel 4/o in rimonta




    (ANSA) - ROMA, 2 SET - Lewis Hamilton vince il Gran premio di Monza di formula 1. Il campione del mondo della Mercedes ha chiuso davanti alla Ferrari di Kimi Raikkonen che, partito dalla pole, è stato grande protagonista sulla pista lombarda. Sul podio l'altra Mercedes di Valtteri Bottas, quarto all'arrivo, ma terzo in virtù della penalizzazione subita da Max Verstappen. Ai piedi del podio l'altra Ferrari di Sebastian Vettel.

    F1: Monza amara, per rimonta Ferrari nemico e' l'errore

    Trulli: ora Vettel non può più sbagliare. Arrivabene: non si molla




     La 'sberla' della Mercedes e di Lewis Hamilton sarà difficile da digerire, ma la speranza di vincere il Mondiale di Formula 1 è ancora forte in casa Ferrari. Una speranza ancora viva, grazie alla forza della SF71H, ma patto che i piloti in Rosso smettano di fare errori e che si torni a giocare di quadra. Una inversione di tendenza necessaria per riportare il titolo sul Cavallino Rampante dopo 11 anni come evidenziato dall'ex pilota di Formula 1 Jarno Trulli. ''In partenza Vettel poteva superare Kimi, ma il finlandese gli ha chiuso la porta e gli ha tirato la frenata". L'ingenuità di Vettel a Monza in avvio brucia ancora molto, ma, classifica alla mano, pesa molto di più l'errore nei giri finali del Gp di Germania quando il tedesco, in testa da solo, andò a sbattere sul bagnato lasciando a Hamilton la vittoria e il comando del Mondiale. Nei prossimi 7 Gran Premi in cui il pilota tedesco è chiamato a cercar di rimontare 30 punti al rivale Hamilton. Campione del mondo inglese che finora non ha mostrato alcun segno di debolezza traendo addirittura forza dal tifo contrario e dai fischi di Monza. "Quando sei lì - evidenzia Trulli - a volte fai le cose giuste, purtroppo in alcune occasioni capitano quelle sbagliate. È vero che però Vettel in questo momento, pur avendo la macchina migliore, più di una volta ha mancato di fare la cosa giusta. Purtroppo Monza è stata una partenza difficile, non prevedibile da un certo punto di vista, ma magari si poteva sicuramente far meglio con un minimo di strategia. Ad Hockenheim è stato netto il suo errore, gli altri sono errori che possono capitare, ma in questo momento non si può più sbagliare".
        Errori a parte, la SF71H è apparsa finora la vettura più forte nel Circus, in grado di battere le Mercedes anche e soprattutto in qualifica, una variabile questa che potrà fare la differenza nelle prossime gare, a partire da circuiti cittadini come Singapore per finire in piste dove è quasi impossibile sorpassare come Abu Dhabi. ''Sappiamo di avere una macchina molto forte e la prima fila in qualifica lo aveva dimostrato chiaramente - attacca il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene - L'importante, adesso, è reagire come una squadra, in modo ordinato e determinato, senza mollare mai. Il campionato è ancora lungo e già si prepara la prossima sfida a Singapore".
        Sarà fondamentale poi anche il ruolo, in chiave gioco di squadra, di Raikkonen, ancora in bilico tra un nuovo futuro in Ferrari e l'arrivo del possibile sostituto come il pilota monegasco della Sauber Alfa Romeo Charles Leclerc. Cambi di piloti in vista della prossima stagione che continuano come quello di oggi che ha visto la McLaren ringiovanirsi sempre di più in vista del 2019. La scuderia di Woking ha deciso per i prossimi anni di affiancare allo spagnolo Carlos Sainz Junior il 18enne britannico Lando Norris cresciuto direttamente in casa. E chissà se anche la Rossa del dopo Marchionne, targato Louis Camilleri, deciderà di far lo stesso, dando il largo ai giovani, oppure di continuare ad affidarsi al più collaudato 'Iceman'.

       
    RIPRODUZIONE RISERVATA ©️ Copyright ANSA


    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Mar Set 18, 2018 11:40 am

    F1:Singapore,vince Hamilton e Vettel 3/o

    Delusione 'rosse', imprendibile il britannico della Mercedes












    ANSA) - ROMA, 16 SET - Lewis Hamilton vince ancora, ha fatto suo anche il Gp di Singapore di F1, con una gara perfetta da grande campione, allungando la sua già forte prima posizione nella classifica mondiale. Secondo posto per Max Verstappen (Red Bull), terzo Sebastian Vettel, che si allontana sempre più dal sogno iridato. Quarto posto per Valtteri Bottas, quindi Kimi Raikkonen e Daniel Ricciardo. Bene Fernando Alonso al 7/o posto, per il futuro ferrarista Charles Leclerc, 9/a posizione al termine di una buona gara con tanti sorpassi.
        RIPRODUZIONE RISERVATA ©️ Copyright ANSA










    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Dom Set 30, 2018 6:33 pm



    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Dom Set 30, 2018 6:41 pm

    F1 | GP Russia: Ferrari ormai è tardi, Mercedes cinica

    La vittoria di Lewis Hamilton a Sochi ha definitivamente sancito il sorpasso della Freccia d'Argento sulla



    Il grande rammarico per Vettel e il Cavallino sono i 40 punti persi dal GP di Germania in quello che forse è stato il momento migliore per la Ferrari durante la stagione. In Russia il tedesco non ha compiuto errori, ha corso al massimo così come il box ha fatto le scelte giuste per rimetterlo davanti a Hamilton dopo il pit-stop. Purtroppo, tutte queste mosse tempestive e indovinate a nulla sono servite per arginare la ritrovata supremazia della Mercedes.









    Una superiorità che si è vista quando Hamilton si è ripreso di forza e con un gran sorpasso la posizione su Vettel, mentre il tedesco, pur con il DRS aperto, non riusciva ad avvicinarsi al rivale. L’inglese ha poi confermato lo stato di forma della W09 quando liberatosi di Verstappen, gran gara per l’olandese, ha chiuso il GP a suon di giri veloci. Niente da fare come ieri in qualifica per la rossa che ora si trova nella condizione che la Mercedes aveva occupato in estate, probabilmente anche peggio.  Il passo indietro della SF71H è innegabile, così come quello inversamente compiuto dalla monoposto di Brackley. Con le ultime modifiche la W09 non solo ha colmato il piccolo gap che la separava dalla Ferrari, ma l’ha sorpassata.





    Le prossime cinque gare saranno probabilmente in salita per il team di Maranello che dovrà tenere alto il morale per salvare l’onore delle armi. Un sogno accarezzato ancora una volta e nuovamente lontano. Il Mondiale, a meno di grandi scossoni, è nelle mani di Hamilton che a Sochi ha vinto grazie ad una manovra studiata a tavolino del muretto comandato da Toto Wolff. Nessuna gioia per il quattro volte iridato in funzione di un successo arrivato con quel sorpasso imposto dalla ragion di stato che porta sempre più la Stella a tre punte verso il quinto titolo consecutivo. Un ordine di squadra che ricorda tante mosse simili già avvenute in passato e non solo quelle dell’era Schumacher – Barrichello.



    Basti pensare al contratto siglato nel 1978 da Colin Chapman con Ronnie Peterson al quale non era permesso vincere davanti a Mario Andretti, prima guida designata. Il grande sconfitto del weekend è stato perciò Valtteri Bottas, che da scudiero dichiarato ha visto sfumare una delle rare occasioni di successo su una delle poche piste dove riesce a guidare alla pari con Hamilton. Sportivamente parlando spiace assolutamente per il finlandese che si meritava in pieno di salire sul gradino più alto. Mercedes cinica, ma che con questa decisione antipatica e discutibile guadagna dei punti che potrebbero rivelarsi fondamentali nella conquista del campionato. La Ferrari non è ancora condannata dalla matematica e si spera che possa avere una reazione d’orgoglio. Almeno per evitare che la pratica venga archiviata già prima di Abu Dhabi.



    Oltre alla lotta iridata, la prova di Sochi ha messo in mostra anche una spettacolare performance da parte di Max Verstappen: nei primi otto giri ha regalato emozioni a suon di sorpassi recuperando bene dodici posizioni. Nel giorno del suo ventunesimo compleanno, il talento della Red Bull ha guidato in modo fantastico sfruttando meglio di tutti le gomme soft nuove. Max ci ha messo ovviamente del suo, basti guardare la prestazione di Ricciardo che era partito vicino a lui. A parziale difesa dell’australiano va però detto che il bilanciamento della sua RB14 non era perfetto per via del danneggiamento dell’ala anteriore poi sostituita al pit-stop.


    Indubbiamente un deterrente, ma che non sminuisce affatto il grande lavoro dell’olandese volante, il quale ha ricordato di possedere un talento sopra le righe. Peccato che l’ultimo breve stint, 10 giri con le ultrasoft, non sia stato a livello del precedente. Altrimenti ci si sarebbe potuti divertire nel vedere Max gettarsi all’inseguimento di Raikkonen per cercare di migliorare l’obiettivo di un quinto posto dichiarato alla vigilia e che puntualmente è arrivato. Verstappen conferma  di essere il futuro, eccessi di agonismo ed errori compresi.




    FP | Luca Ferrari
    @LucaFerrariFP

    RIPRODUZIONE RISERVATA


    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Lun Ott 08, 2018 9:20 pm



    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Lun Ott 08, 2018 9:24 pm


    • Formula 1: Hamilton vince a Suzuka e vola a +67, ad Austin match point


    Formula 1: Hamilton vince a Suzuka e vola a +67, ad Austin match point

    Il 21 ottobre il Gp degli Stati Uniti può chiudere discorso







    Ha vinto (come al solito) Lewis Hamilton ma sulla pista di Suzuka, quint'ultima prova del Mondiale di F1, ha fatto tutto Sebastian Vettel, in una sorta di 'best of' stagionale di virtù, errori e sfortuna che, di fatto, ha consegnato il titolo mondiale nelle mani del pilota Mercedes che ad Austin avrà il suo primo match point iridato: a quattro gare dal termine il britannico ha ora 67 punti di vantaggio e nel Gp degli Usa il 21 ottobre avrà la possibilità di chiudere il discorso. LA CLASSIFICA

    Altri numeri chiariscono lo strapotere di Lewis, alla 71ma vittoria in carriera, a -20 dal record di Michael Schumacher e al nono successo stagionale (-2 dalle 11 vittorie nel 2014). Nel Gp del Giappone, 17ma prova del Mondiale sul circuito di Suzuka, va in scena soprattutto il rendez vous dell'anno tra il pilota Ferrari e un destino beffardo. Le Frecce d'argento scattano al comando senza problemi, con Verstappen buon terzo ma è Vettel a rubare la scena con una partenza fionda che dalla quarta fila lo porta subito in 4/a posizione.

    Un avvio sprint che porta però il tedesco a commettere l'ennesimo errore di valutazione dopo la safety car al 4/o giro per il contatto Leclerc-Magnussen che aveva lasciato detriti sulla pista e soprattutto portato il ferrarista molto vicino a Verstappen. Il successivo tentativo di sorpasso, forse azzardato in quel tratto di pista - il tedesco ha cercato di passare alla Spoon ma, come a Monza, è stato lui ad avere la peggio e si è girato - si è trasformato nell'ennesimo boomerang per il 'Cavallino', con la macchina che tocca la ruota posteriore dell'olandese, va larga e finisce prima fuori pista e poi ai box, con la pinna dell'ala out. Così, una gara che era già complicata dopo il patatrac di ieri, diventa complicatissima: Vettel rientra 18mo e passo passo, e con le supersoft prima e le gialla poi, cerca di riconquistare diverse posizioni.

    Raggiunta però la sesta posizione, con Raikkonen ben lontano, la sua corsa è finita lì, anche se con una reazione di orgoglio è riuscito alla fine a segnare il miglior tempo sul giro. Intanto la gara di testa si dipanava senza colpi di scena, con Hamilton davanti a tutti con il suo ritmo insostenibile: a metà gara di fatto è tutto finito: precede - come sarà alla fine - Bottas, Verstappen, Ricciardo e Raikkonen. Insomma, grandissimo Hamilton, grande Bottas (stavolta senza la frustrazione di dover far passare il compagno), ma bene oggi anche le due Red Bull, con Verstappen sul podio e Ricciardo da 16mo alla fine ottimo quarto, mentre il futuro ferrarista Leclerc ha dovuto alla alzare bandiera bianca con la sua Sauber 'rotta', dopo una bella gara.


    "E' stato uno show, un week end indimenticabile", le parole a fine gare del vincitore che però non vuole ancora cantare vittoria: "Un passo alla volta, non vogliamo cantare vittoria troppo presto. Oggi c'è stato un bel gap tra me e Vettel ma non è finita, spero di fare bene ad Austin", ha concluso l'iridato. Mentre Maurizio Arrivabene, dopo l'arrabbiatura di ieri, rende merito oggi al team. "Oggi sia la squadra che i piloti hanno reagito bene - le parole del team principal Ferrari a Sky - Senza gli episodi in pista oggi il podio sarebbe stato alla nostra portata. Una reazione di orgoglio oggi l'hanno avuta tutti, la gara è stata gestita bene, dai pit stop alla tattica di gara alle macchine: nonostante le parti mancanti sulla vettura, Seb ha fatto il giro veloce anche se, come dicono a Napoli, è la consolazione dei fessi. Ad Austin - conclude - andremo con le spirito di sempre, quello di non mollare anche se i numeri non sono dalla nostra parte. La situazione è molto, molto difficile ma non dobbiamo mollare".

     
    RIPRODUZIONE RISERVATA ©️ Copyright ANSA


    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Lun Ott 08, 2018 9:28 pm







    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Lun Ott 22, 2018 12:01 pm

    F1: Usa, vince Raikkonen, Hamilton 3/o

    Verstappen 2/o, Vettel 4/o dopo ennesimo errore e rimonta






    (ANSA) - ROMA, 21 OTT - Kimi Raikkonen su Ferrari ha vinto il gran premio degli Stati Uniti, 18/a prova del mondiale di Formula 1. Lewis Hamilton (Mercedes) è terzo e deve rimandare la festa per il titolo mondiale. Secondo posto in rimonta per Max Verstappen (Red Bull), partito 18/o. Quarta la Ferrari di Sebastian Vettel dopo il testa coda in avvio per un contatto con Ricciardo. Raikkonen torna a vincere un gran premio dopo cinque anni. Prossimo appuntamento tra una settimana con il Gran premio del Messico.
       
    RIPRODUZIONE RISERVATA ©️ Copyright ANSA
















    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Lun Ott 22, 2018 12:04 pm

    28-10-2018 Gp F1 Messico



    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Dom Ott 28, 2018 9:56 pm

    Formula 1, Gp del Messico: Hamilton campione del mondo per la quinta volta

    Il Gran Premio del Messico vinto da Verstappen con le Ferrari di Vettel e Raikkonen seconda e terza. All'inglese è bastato il quarto posto per raggiungere Manuel Fangio nella classifica dei piloti di tutti i tempi. Il pilota inglese: "Una sensazione incredibile"







    CITTA' DEL MESSICO - In Messico, al termine del gran premio più sofferto della stagione, Lewis Hamilton si è laureato per la quinta volta campione del mondo della F1, raggiungendo un'icona della velocità come Manuel Fangio. Al pilota Mercedes è bastato il quarto posto per confermarsi il migliore. Nemmeno nel 2017 era riuscito a salire sul podio, ma anche allora il titolo era arrivato sulla pista centramericana. Ha vinto meritatamente la Red Bull di Max Verstappen (bis dello scorso anno), seguito sul podio dalle Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen che questa volta hanno indovinato a pieno la strategia dei pit stop. Dopo aver tagliato il traguardo che valeva il mondiale con due gare di anticipo, Hamilton ha dato spettacolo per il pubblico con le evoluzioni della sua monoposto.





    Il quarto titolo mondiale vinto nelle ultime cinque stagioni, il quinto della carriera, consacra definitivamente Lewis Hamilton nell'Olimpo dei grandi della Formula 1, il ristretto club di quelli che hanno fatto la storia di questo sport: da Manuel Fangio (anche lui a quota cinque) ad Ayrton Senna e Michael Prost, fino a Michael Schumacher, non più così lontano con le sue sette corone iridate.

    LA GARA IN DIRETTA

    "Sono qui dal 2013, eguagliare quello che ha fatto Fangio con la Mercedes è una sensazione incredibile. E' una sensazione molto strana quella che provo ora". Sono queste le prime parole di Lewis Hamilton dopo aver vinto per la quinta volta in carriera il titolo mondiale di Formula 1. "Voglio ringraziare il mio team, non ho vinto il Mondiale qui ma grazie al loro duro lavoro in tantissime gare - ha aggiunto dopo il britannico dopo il quarto posto nel Gran Premio del Messico - Ringrazio chi ha lavorato in fabbrica e tutti i nostri partner". Sulla corsa odierna Lewis ha ammesso che "è stata una gara orribile, ero partito benissimo, stavo recuperando posizioni poi non so cosa sia successo, ho faticato tantissimo - ha concluso - Ho cercato di tenere duro e di portare la macchina al traguardo".

    E a Vettel non resta che complimentarsi con l'avversario. "E' una vittoria meritatissima per lui - ha detto a fine gara - congratulazioni, ha fatto un lavoro superbo per tutto l'anno. Dobbiamo accettare il verdetto della pista". "Mi sarebbe piaciuto lottare ancora ma non è stato possibile - ha aggiunto il pilota della Ferrari, secondo dietro Verstappen - Non è stata una giornata semplice oggi".







    LA REPUBBLICA.IT


    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente







    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 137983
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 20

    Re: Formula 1

    Messaggio Da annika il Dom Nov 11, 2018 3:16 pm



    _________________


    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente








    Contenuto sponsorizzato

    Re: Formula 1

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Dic 19, 2018 11:59 am