Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    ALEXANDROS - LE SABBIE DI AMON

    Condividi
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 147955
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    ALEXANDROS - LE SABBIE DI AMON

    Messaggio Da APUMA il Ven Set 09, 2016 8:11 am

    -   ALEXANDROS   -


        -   LE SABBIE DI AMON   -
    Autore Valerio Massimo Manfredi
    1ª ed. originale 1998
    Genere romanzo
    Lingua originale italiano

    Le sabbie di Amon è il secondo dei tre libri della trilogia di Aléxandros, scritto da Valerio Massimo Manfredi e pubblicato dalla Mondadori nel 1998. Si tratta della continuazione del primo volume che tratta la storia di Alessandro Magno. Il sovrano macedone nel libro continua la sua campagna militare contro Dario III, sconfiggendolo in tre battaglie caratterizzanti e memorabili. Dopo essere stato riconosciuto figlio di Zeus presso Alessandria d'Egitto ed essere stato proclamato successore di Dario come imperatore di Babilonia, Alessandro si sposterà sempre più a est fondando tante "Alessandrie", per giungere fino ai confini del mondo: l'India.

    Trama
    Al termine dell'assedio della città di Ilio, Alessandro fa sua l'armatura di Achille, custodita nel tempio, ritenendo di esserne il successore. Dopo aver liberato altre città greche in Asia si scontra al fiume Granico con l'esercito imperiale comandato da Memnone, un mercenario greco ritenuto dal sovrano ellenico l'unico avversario degno di lui; l'esito della battaglia è favorevole ai greci, e grazie all'intervento di Clito il Nero il figlio di Filippo trova la salvezza, persino il mercenario al servizio della Persia viene ferito in combattimento e deve essere curato e nascosto poiché i macedoni lo stanno cercando. Dopo questo successo si dirige verso la città di Mileto che conquista non senza travagli; ad un certo punto gli si presenta la regina di Caria che gli chiede di adottarlo come figlio, in cambio riceverà la sottomissione di tutta la terra da essa controllata ed egli accetta. Dopo questo avvenimento insolito l'esercito si dirige ad Alicarnasso che, dopo un assedio di più mesi riesce ad espugnare. Tuttavia Memnone riesce a scappare ed a ricongiungersi con la flotta persiana sano e salvo. Conclusa la battaglia Alessandro decide di dividere in due le truppe, per velocizzare i tempi, per poi ritrovarsi a Gordio, dove il re dei macedoni scioglie il nodo, famoso perché chi sarà in grado di risolverlo dominerà l'Asia intera, tagliandolo con la spada; tale gesto impressiona Aristandro, un indovino da lui conosciuto durante la spedizione contro Ilio, che gli predice che riuscirà nella sua impresa. Nello stesso tempo Aristotele cercava la verità sulla morte di Filippo e Memnone si ammala di una malattia che lo porterà alla morte poco dopo aver visto per l'ultima volta la moglie Barsine, di cui anche lo stesso condottiero macedone è innamorato. Alessandro decide di recarsi in Egitto per interpellare l'oracolo di Zeus Amon; dopo una lunga marcia nel deserto, di più settimane, giungono nella “ terra degli imbalsamatori ” dove il re fonda una città che chiama Alessandria d'Egitto. Una volta giunto all'oracolo lo interpella sulle proprie origini e questo gli risponde che egli è il figlio di Zeus Amon. Purtroppo in questa impresa il secondogenito del generale Parmenione trova la morte in una campagna designata da Alessandro in Italia.
    Fonte: WIKIPEDIA


    _________________
             

             

      La data/ora di oggi è Mer Dic 19, 2018 8:00 am