Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    La testa nel pallone

    Condividi

    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mar Ott 24, 2017 9:25 am



    La Pistoiese pareggia contro il Pontedera per 2 a 2!

    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Ott 26, 2017 2:11 pm

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte la Spal per 4 a 1! DoppioPingu DoppioPingu

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Ott 26, 2017 2:14 pm

    Juventus-Spal 4-1, gol di Bernardeschi, Dybala, Paloschi, Higuain e Cuadrado

    Due capolavori di Bernardeschi e Dybala, poi la squadra di Allegri si rilassa e incassa la rete di Paloschi. Higuain e Cuadrado nella ripresa chiudono i conti

    Un comodo 4-1 alla Spal e Dybala che torna al gol. In gran parte sono buone notizie per Massimiliano Allegri, che si avvicina allo scontro diretto col Milan col suo fuoriclasse che ritrova la fiducia, con Higuain che torna a segnare e con l'incoraggiante spezzone giocato da Claudio Marchisio nel finale. E coi progressi evidenti di Bernardeschi, che apre le danze con sinistro da eletto del pallone.

    SPRUZZATE DI QUALITÀ — Tra la Spal e i bianconeri il divario è sostanzialmente imbarazzante e il verdetto non può mai essere in discussione. Basta una buona Juve, non eccezionale, per evitare la sorpresona. Non scompaiono però le ombre sulla tenuta difensiva e mentale della squadra di Allegri. Che va subito sul 2-o con le perle di Bernardeschi e Dybala (che punizione!), poi si rilassa e incassa la rete di Paloschi in modo evitabile. Oltre alla dormita di Lichtsteiner sull'ex Milan, è tutto l'atteggiamento sul corner battuto a sorpresa che non convince. E il bilancio di 5 reti al passivo nelle ultime 3 di campionato preoccupa.

    SPRUZZATE DI QUALITÀ — La Spal resta in partita anche in avvio di ripresa, quando la Juve rientra in campo molle, quasi modello Lazio allo Stadium. Viene giustamente annullato il 2-2 a Oikonomu (netto fuorigioco di Paloschi), Barzagli fa un gran salvataggio su Paloschi. E' il segnale che la sveglia attende per suonare. Higuain e Cuadrado, appena entrato con Pjanic, rendono la mezz'ora finale qualcosa di paragonabile a una partitella del giovedì.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Ott 29, 2017 9:03 am

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte il Milan per 2 a 0!   DoppioPingu

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Ott 29, 2017 9:06 am

    Milan-Juventus 0-2: Higuain, doppietta e 101 gol in serie A

    Una doppietta di un grande Pipita, innescato da un ottimo Dybala, condanna Montella. Per i rossoneri traversa di Kalinic sullo 0-1

    Avviso ai genitori di fede rossonera. "La carica dei 101" è un gran bel film della Disney da far vedere e rivedere ai propri figli, ma di questi tempi è meglio di no: con tutto quel bianconero dei dalmata sullo schermo e la doppietta castiga-Milan di mister 101 gol Gonzalo Higuain ancora nell’aria, c’è il rischio che i piccoli milanisti rivivano gli incubi di questo pomeriggio a San Siro. Il superclassico se lo prende la Juve, con un 2-0 che punisce un Diavolo mai domo ma inefficace: il Pipita ce l’ha Allegri, che grazie al suo bomber e a una prova tutta cinismo e concretezza si arrampica in testa alla classifica con il Napoli, in attesa di sapere se sarà primo posto anche domani (Juve a 28 punti con gli azzurri, che ospitano il Sassuolo. Inter a 26, attesa in casa del Verona lunedì sera: leggi qui la classifica). Montella, dall’altra parte, sa che il divario che si sta scavando tra il suo Milan e la zona Champions potrebbe condannarlo. E adesso?

    KILLER GONZALO — Il Pipita versione deluxe si accende al 23’: palla in verticale di Dybala, movimento dal limite a bruciare un Romagnoli sin lì perfetto (sontuosi un paio di anticipi proprio su Higuain) e infila Donnarumma in diagonale. Nella ripresa, al 18’, piazza il colpo del k.o., che vale il gol numero 101 in Serie A: negli attimi di confusione fisiologica del Milan, che ha appena cambiato il regista (Locatelli per un Biglia ai limiti dell’inguardabile e Antonelli per Abate, con Borini che passa a destra), Asamoah affonda e taglia per Higuain, che sfrutta il velo di Dybala e gela di nuovo Donnarumma. Non aveva ancora segnato al Milan con la maglia della Juve, non aveva ancora battuto Gigio: eccovi serviti.

    SUSO IN GABBIA — Allegri, che conosceva bene le trappole del Diavolo, si preoccupa di neutralizzare il pericolo numero uno e costruisce una gabbia attorno a Suso: sullo spagnolo ci sono sempre almeno due uomini (Mandzukic in modalità “sacrificio” attivata si aggiunge ad Asamoah) più uno tra Pjanic e Khedira. Jesus fatica a trovare spazio per il sinistro o il cross per i compagni, anche perché Abate non gli dà supporto, ma il Milan riesce a tirare fuori colpi di scena anche da altre parti del campo. Le due palle gol rossonere più clamorose partono dai piedi di Borini e Rodriguez ma si spengono su quelli di Kalinic, che non è Higuain ed esce a testa bassa dal duello a distanza: in avvio un ottimo Asamoah gli toglie una conclusione a due passi da Buffon, sul cross da sinistra al 25’ – a svantaggio appena incassato – manca l’impatto di un niente e al 45’ spedisce sulla traversa col mancino, dopo aver infilato i due centrali scattando sul filo sull’imbucata dello svizzero. È una Juve pratica, consapevole del proprio valore e delle proprie armi, che sa quando e come colpire un Milan generoso ma senz'anima in attacco.

    DIVARIO — La banda di Allegri ha gli uomini giusti al posto giusto, il Milan no. Pjanic sparge sicurezza nel cuore del gioco, Biglia dissemina palloni ad alto rischio contropiede; Khedira vigila su Suso senza soffrire, Kessie prova a strappare ma è un insuccesso costante; Dybala, anche nella giornata in cui la scena è del Pipita, mette sempre i brividi e gioca un gran secondo tempo, Calhanoglu si spegne alla distanza dopo un buon avvio. E le sconfitte sono 5 in 11 giornate, mentre la Juve vola lassù.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Ott 30, 2017 9:22 am

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    La Pistoiese si aggiudica il Derby battendo il Prato per 1 a 0!  PinguHop

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Ott 30, 2017 9:28 am

    Surraco-gol: la Pistoiese fa suo il derby col Prato al 94'



    Dalla contestazione alla gioia: la zampata di Surraco al 94' regala 3 punti pesantissimi alla Pistoiese nel derby col Prato

    Il calcio è davvero strano perché basta un secondo per passare dalla contestazione al giubilo, dalla voglia di far sentire la propria rabbia alla goduria più totale. E così, ricordando un derby che ha fatto storia come quello col gol sotto la Nord di "Lupetto" Mannari con la gioia incontenibile di Giancarlo Innocenti, in quella storia c'entra anche Juan Surraco, uno che fino ad oggi e fino al 94' di Pistoiese-Prato rischiava di finire nella colonna dei bocciati ogni qualvolta metteva piede in campo con la maglia della Pistoiese.

    Il derby dell'11° di Serie C finisce 1-0 per la Pistoiese che proprio al 94' si prende 3 punti pesantissimi ma non è certo tutto rose e fiori, anzi. Stavolta non c'è il "muro" della Nord a fare da cornice al gol, ma lo sfondo di una Sud con meno di 100 pratesi al seguito (vista la situazione dei lanieri un numero che in pochi si aspettavano) e purtroppo non c'è nemmeno la voce di Giancarlo a raccontare il colpo di testa che si sarebbe tramutato nel suo celeberrimo "e la palla è in rete". Ma la goduria, passateci il termine, rimane ugualmente tanta.

    Poi, ovvio, c'è l'altra faccia della medaglia: una prestazione che, per oltre un'ora di gioco, è stata ampiamente al di sotto delle aspettative (ed il coro "Fuori le palle" al 55' partito dalla Nord lo testimonia) poi però, a differenza di Pontedera, invece che gli arancioni a calare ci ha pensato un Prato che fino a quel momento aveva fatto tutto, o quasi, abbastanza bene. E così l'epilogo finale ripaga un po' di punti persi per strada fino ad adesso: una bella boccata d'ossigeno per gli arancioni.

    CHE BARBA, CHE NOIA. Indiani conferma gli 11 che hanno pareggiato a Pontedera e deve rinunciare a Papini, ancora una volta ai box (oramai un caso aperto), e Zappa che dà forfait per una distorsione alla caviglia. Dal nulla, fra l'altro, appare anche un nuovo giocatore: è il '97 Enea Sanna, tesserato sabato pomeriggio, difensore mancino di scuola Fiorentina che nell'ultima stagione ha giocato nell'Imolese (Serie D), senza che nessuno ne sapesse nulla con la società che comunica la notizia al 12' del primo tempo.

    Per il Prato, seguito al "Melani" da una ottantina di tifosi, nessuna novità di formazione con il tridente Piscitella-Orlando e Ceccarelli, preso a uomo a tutto campo da Quaranta.

    L'inizio è da noia assoluta col Prato che si fa preferire ed all'11' prova ad approfittare di un errato rinvio di Zaccagno ma su Orlando ci pensa Zullo, oggi centrale anziché Nossa, a salvare in corner. Ma poi continua a non succedere niente di un derby che fa decisamente fatica a scaldarsi.

    La Pistoiese non riesce ad ingranare, il centrocampo è sostanzialmente inesistente ed al 26' il Prato avrebbe l'occasione del vantaggio con la difesa arancione a spasso, Zullo non sa tenere la posizione e Marini ha una prateria ma sbaglia all'ultimo secondo. Dopo questo pericolo, gli arancioni sembrano svegliarsi dal torpore e aumentano i giri del motore con Vrioni che al 33' di testa si trova solo davanti ad Alastra ma spara alto. Il Prato non ci sta con Martinelli che al 36' svetta di testa su cross di Piscitella e il pallone va fuori di mezzo metro. Fiammata arancione al 44' con due colpi di testa consecutivi di Ferrari che stimolano i riflessi di Alastra, per due volte superlativo, ma (non) basta e avanza per il the caldo.

    LE URLA...E LA GODURIA. Nella ripresa Indiani toglie subito Tartaglione per mettere un po' più di muscoli in mezzo con Minardi ma il copione non cambia: arancioni che non incidono mai con Marini al 48' e Orlando al 49' che fanno correre i brividi a Zaccagno. E' l'atteggiamento della Pistoiese che non piace con la Curva Nord che al 55' inizia a rumoreggiare con "Fuori le palle".

    Invece di premere sull'acceleratore, la Pistoiese pensa a non prenderne con Surraco e Rossini in campo per Vrioni, il migliore dei suoi, e Nossa.
    La Pistoiese torna a farsi vedere al 78' con Regoli che si avvenuta su di una palla contesa e costringe Alastra a distendersi in corner. Il Prato, però, è sulle gambe e la Pistoiese se ne accorge e prova ad approfittarne anche se, come un diesel, ha bisogno di qualche minuto in più per capirlo.

    All'86' la Pistoiese torna a farsi vedere con Zullo su punizione con Alastra che salva e poi, sul corner, Ferrari di testa vede transitare di un soffio a lato il pallone. Il Prato non c'è più e la Pistoiese sul finale costruisce la vittoria: all'89' trova anche la traversa con Ferrari sugli sviluppi di un cross di Luperini, poi l'arbitro ferma tutto ed al 94', quando diverse persone avevano già salutato il "Melani", ecco il gol che non ti aspetti. Cross dalla sinistra di Minardi, la difesa del Prato si addormenta e Surraco a volo d'angelo trova 3 punti pesantissimi.

    L'astinenza da 3 punti finisce così. Con la squadra sotto la tribuna a sventolare la maglia di capitan Priola e poi il tuffo sotto la Nord: è la terza vittoria stagionale, vedremo se è quella della svolta oppure no perché è sicuramente pesantissima.

    PISTOIESE - PRATO 1-0

    PISTOIESE (3-5-2): Zaccagno; Zullo, Nossa (63' Rossini), Quaranta; Mulas, Luperini, Hamlili, Tartaglione (46' Minardi), Regoli; Vrioni (63' Surraco), Ferrari. A disp: Biagini, Eleuteri, Boggian, Sanna, Dosio, Cauterucci, Sadotti, De Cenco. All.: Indiani
    PRATO (4-3-3): Alastra; Ghidotti, Martinelli, Marzorati, Badan; Marini (81' Cavagna), Bonetto (76' Fantacci), Guglielmelli; Ceccarelli, Orlando (83' Vangi), Piscitella (76' Liurni). A disp: Sarr, Seminara, Cavagna, Vangi, Cecchi, Rozzi, Demoleon, Giannini. All.: Catalano
    ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino
    RETE: 94' Surraco
    NOTE: Spettatori: 2094 (di cui 74 da Prato) abbonati compresi, incasso di circa 16.000 euro. Ammoniti: Ferrari (PT); . Espulsi: dalla panchina il diesse del Prato Califano. Corner: . Recupero: 2' e .
    Fonte: PistoiaSport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Ott 30, 2017 3:03 pm

    Liga: Girona, impresa catalana. Il Real Madrid sprofonda a -8 dal Barça

    In un'atmosfera non troppo condizionata dagli eventi politici, i campioni d'Europa perdono 2-1 in casa della neopromossa

    29 OTTOBRE 2017 - GIRONA (SPA)
    Poca politica, grande ambiente, coraggio premiato del Girona, apatia e sconfitta del Madrid. La prima visita dei campioni di Spagna nella Catalogna che venerdì si è dichiarata indipendente non ha creato tensione alcuna fuori dal campo e ha generato una gran sorpresa dentro: a Montilivi clima di festa, pur con i cori per l’indipendenza e la libertà abituali negli stadi catalani, e vittoria per 2-1 in rimonta del Girona. Il Madrid come l’Atletico scivola a -8 dal Barça (e a -4 dal Valencia di Zaza).


    Girona esulta, Ramos perplesso.

    PALO E GOL— Per Zidane due assenze, quella di Carvajal, sempre sostituito dal canterano 18enne marocchino Achraf, e di Keylor Navas: tra i pali il catalano Kiko Casilla. Per il resto formazione tipo. La prima fotografia della gara all’11’: l’ottimo Maffeo (padre italiano, nazionale Under 21 spagnolo ma per i nostri dirigenti federali una telefonata di sondaggio sulle passioni nazionali sarebbe più che opportuna), con un tiro-cross da destra ha battuto Casilla mandando la palla sul palo: rimbalzo per Ramos, lancio a Benzema, scarico a Ronaldo il cui tiro è stato ribattuto dal portiere avversario sui piedi dell’accorrente Isco. Corsa premiata e vantaggio del Madrid.

    PALO E SPRECHI — La partita è proseguita a lungo sullo stesso binario: Girona intraprendente e brillante, Madrid impreciso in difesa e letargico nell’offensiva. I catalani hanno preso un altro palo con un colpo di testa di Portu, Ronaldo ha sprecato, come gli succede spesso ultimamente.

    PARTITA GIRATA — La ripresa è partita come il primo tempo, con una differenza: il Girona dopo essersi salvato con Aday che ha respinto sulla linea un tocco con la suola di Benzema, continuando ad approfittare degli errori difensivi del Madrid (con Nacho al posto di Varane) ha trovato la porta: al 9’ con l’ex reggino Stuani, quattro minuti dopo con Portu che in sospetto fuorigioco ha toccato un tiro di Maffeo dopo un’altra parata di Casilla su Stuani. Rimonta e partita rovesciata.

    "MESSI, MESSI" — Zidane ha tolto i terzini Achraf e Marcelo per inserire Lucas Vazquez e Asensio ma è stato Stuani a mangiarsi il 3-1. E quando a sbagliare è stato Ronaldo (7 conclusioni complessive per il Pallone d’oro, nessuna pericolosa) Montilivi lo ha preso in giro gridando "Messi, Messi". Per il Madrid un pomeriggio storto, per il Girona storico.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mer Nov 01, 2017 9:42 am



    Champions League: La Juventus ha pareggiato contro lo Sporting Lisbona 1 a 1!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mer Nov 01, 2017 9:47 am

    Higuain salva tutto. Juventus, punto d'oro con lo Sporting

    La squadra di Allegri va sotto, nella ripresa il gol dell'argentino rimette a posto il discorso qualificazione



    LISBONA - C’è solo da decidere se essere contenti per la reazione della ripresa o arrabbiati per l’approccio del primo tempo: Sporting-Juventus è la versione bianconera del bicchiere riempito a metà. Orripilante la squadra di Allegri all’inizio, intrappolata dallo Sporting, svagata e protagonista di errori da polli. Feroce e testarda nella ripresa quando va ad agguantare il pareggio con una magia del Pipita Higuain, dimostrando di essere in forma, ma non ancora grande. Perché le grandi, comunque, non affrontano una partita determinante per il passaggio del turno senza la necessaria concentrazione e determinazione agonistica. A proposito, a questo punto la qualificazione agli ottavi (che sarebbe stata matematica in caso di vittoria) è legata alle prossime due partite contro Barcellona e Olympiacos: servono tre punti per avere la certezza, ma potrebbero bastarne due. Al di là dei calcoli che si fanno untilo più cervellotici resta il fatto che la pratica non è stata chiusa come chiedeva Allegri, questa sera furibondo con la stragrande maggioranza dei suoi.

    HORROR - L’incipit juventino è distratto. Sembra quasi che la squadra abbia sottovalutato lo Sporting o si sia sopravvalutata dopo la vittoria di San Siro. Che i portoghesi fossero i peggiori clienti in assoluto, però, si sapeva dall’andata: tignosi, rompiscatole, capaci di soffocare il gioco avversario con una trama difensiva fatta di pressing e densità. Tutte cose note, ma che sembrano aver sorpreso la Juventus, lenta e imprecisa, incapace di aumentare il ritmo, di accelerare e di reagire al gioco duro degli avversari, fin troppo tollerato dall’arbitro. Dybala opaco, forza le giocate, non trova la posizione e l’intesa con i compagni. Cuadrado non riesce a squarciare la partita. Higuain lotta, ma non basta. Il gol di Bruno César al 20’ è un trionfo di ingenuità difensiva, con la respinta di Buffon sul tiro di Gelson Martins che ballonzola in area senza che nessuno dei bianconeri si avventi sul pallone prima del calcio a porta quasi vuota del portoghese. La Juventus ha una piccola reazione, poi si riaddormenta.

    GIOIA - La ripresa è un’altra storia. Tutto quello che non era nel primo tempo, la Juventus lo diventa nel secondo. Ma contro lo Sporting è tardi, perché si chiudono in difesa con ordine e carattere, perdono tempo, utilizzano il fallo tattico e, soprattutto, partono in contropiede spaventando occasionalmente i bianconeri. Il frutto di cotanta pressione (aumentata con l’ingresso di Douglas Costa) porta al pareggio di Higuain che con un tocco raffinatissimo supera Rui Patricio a dieci minuti dalla fine. E’ un pareggio che vale per l’onore, un po’ meno per la classifica. Ma la Juventus deve decidersi a giocare novanta minuti.
    Fonte: TuttoSport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Nov 05, 2017 3:56 pm

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte il Benevento per 2 a 1!  DoppioPingu

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Nov 05, 2017 4:15 pm

    Juventus-Benevento 2-1, Ciciretti mette paura, poi Higuain e Cuadrado

    Campani avanti al 19' con Ciciretti: il Pipita pareggia solo al 12' della ripresa, poi il colpo di testa del colombiano

    Aveva ragione Massimiliano Allegri: mai fidarsi delle piccole, sopratutto se sono neopromosse in A e hanno zero punti. D'altronde Benevento è la città delle streghe e la squadra di De Zerbi infatti spaventa la Juventus per quasi un'ora con una punizione di Ciciretti, prima di arrendersi alla superiorità dei padroni di casa, che ristabiliscono le gerarchie con la coppia Higuain-Cuadrado. Chi si aspettava la goleada, però, ha sbagliato indirizzo: Juve pratica e vincente ma non ancora scintillante, che supera l'Inter e approfitta del pari del Napoli col Chievo per portarsi a -1 dalla vetta.

    CLAMOROSO ALLO STADIUM — Allegri lancia Marchisio dall'inizio (prima da titolare dopo due mesi) con De Sciglio e Douglas Costa, a destra però preferisce Cuadrado a Bernardeschi. Il Benevento si presenta con un 3-4-2-1 che all'inizio non dà l'idea di poter dare grattacapi alla Signora nel giorno della festa per i suoi 120 anni (giocatori in campo con una maglia celebrativa, edizione limitata): poca qualità, altrettanta pressione. De Zerbi pare intenzionato più a coprirsi che a tentare il colpaccio, tanto che per un quarto d'ora abbondante la sua squadra non arriva mai dalle parti di Szczesny. Eppure la prima volta che ci riesce si porta in vantaggio: punizione di Ciciretti, che fa il Dybala e con il sinistro pesca l'angolino, festeggiando poi come se avesse vinto la Champions League: un gol alla Juve allo Stadium non si dimentica facilmente. Prima c'erano stati la traversa di Marchisio (bel colpo d'esterno), la respinta sul palo di Brigoli dopo un tiro di Douglas Costa (il migliore dei bianconeri) e un altro legno colpito dal brasiliano. Poi parte l'assalto di Madama, che però non porta frutti tra parate di Brignoli (ottimo su Dybala e sulla punizione di Douglas Costa) e errori evitabili, come il tiro alto di Cuadrado, il pallone ciccato da Matuidi e l'occasione sprecata da Dybala (sinistro clamorosamente a lato) su sponda di testa di Higuain.

    RIBALTONE SUDAMERICANO — La festa del Benevento si spegne dopo pochi spiccioli del secondo tempo, quando Higuain (12') pareggia i conti con sinistro al volo. Pregevole il gesto tecnico del Pipita, bella anche l'azione, iniziata da De Sciglio (cross da destra) e rifinita da Matuidi (sponda di testa). Il ribaltone è alle porte: una decina di minuti più tardi Alex Sandro disegna una bella traiettoria per Cuadrado, che fa il 2-1 di testa. Il Benevento lentamente si spegne, l'unico guizzo è un tentativo di Cataldi a metà ripresa. La Juve produce meno nel secondo tempo rispetto al primo, però non spreca. Chiude con un tiro di Bentancur, appena entrato per Dybala, deviato in angolo e una chiusura decisiva di Rugani ancor su Ciciretti. Ma soprattutto con tre punti preziosissimi. Per una sosta tranquilla, come aveva chiesto Allegri, e per far sentire al Napoli il fiato sul collo.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 06, 2017 9:10 am



    La Pistoiese pareggia contro il Pisa per 3 a 3!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 06, 2017 9:17 am

    Pistoiese da sballo a Pisa, 3-3 in extremis!

    Partita spettacolare all'Arena Garibaldi: dopo il 2-2 del primo tempo il Pisa trova il vantaggio nel finale, ma al 94' Zullo zittisce tutto lo stadio. E gli arancioni possono anche recriminare

    Una Pistoiese con testa sgombra, personalità e tanto, tanto carattere firma l’impresa all’Arena Garibaldi al termine di una gara giocata ad alti livelli. Dopo un avvio pirotecnico (al 36’ siamo già sul 2-2), in una ripresa combattuta Ferrari trova il 3-2 ma l’arbitro annulla nell’incredulità della panchina orange. Poco dopo il Pisa trova il colpo dei tre punti con De Vitis a pochi giri di lancetta dal triplice fischio. Sembra profilarsi la terza sconfitta stagionale per gli arancioni, ma così come con il Prato la Pistoiese non molla fino alla fine e trova il definitivo 3-3 con un magistrale pallonetto di Zullo negli ultimi istanti di gara. Il 94', ultimamente, porta benissimo.

    SCHIERAMENTI: Tante novità di formazione da entrambe le parti. Indiani cambia modulo per disporsi in maniera speculare agli avversari, varando un 4-4-2 con Quaranta terzino sinistro con il compito di occuparsi di Masucci. Tre uomini cambiati rispetto alla sbornia del derby con il Prato: L’esperienza di Rossini, al debutto dal primo minuto al posto di Nossa, i muscoli di Minardi in luogo di Tartaglione e la verve di Zappa per Ferrari, non al meglio. Problemi anche per Pazienza, alla prima all’Arena: fuori per infortunio i difensori Ingrosso e Carillo, il mister è costretto a schierare la difesa a quattro. In avanti due esterni offensivi come Masucci e Mannini e due punte extra lusso come Eusepi e Negro.

    FUOCHI D'ARTIFICIO: L’avvio della sfida è pirotecnico e la classica “fase di studio” va a farsi benedire. Il Pisa si riversa in avanti per mettere in chiaro le cose fin da subito, ma scopre il fianco al contropiede e al quarto minuto paga dazio: Vrioni allarga sulla sinistra per Zappa che con un diagonale mancino chirurgico batte Petkovic. La reazione è veemente e in 10’ i nerazzurri ribaltano i risultato. All’ottavo Masucci elude la guardia di Quaranta e incoccia in maniera vincente un cross dalla trequarti di Negro, sei minuti più tardi è Mannini in spaccata ad anticipare Minardi e a battere Zaccagno, su cross del solito Negro. La Pistoiese soffre da matti sulle corsie esterne , tant’è che Indiani inverte Regoli con Minardi per dare più equilibrio. Tuttavia la squadra arancione dimostra grande maturità e non perde la bussola, nonostante i due colpi incassati. Prima gli arancioni sfiorano il pari al 23’, con Hamlili in pressione che ruba palla a Petkovic e appoggia per Zappa che non inquadra la porta, poi trovano il pari al 36’ proprio con Regoli, bravo a centrare la porta con una botta di prima intenzione sulla respinta della difesa su una sua precedente conclusione, dopo un’azione tambureggiante per vie centrali. 2-2 e tutto da rifare per il Pisa, dunque, che in poco più di mezzora ha incassato due terzi dei gol subiti in tutta la stagione.

    FINO AL 94ESIMO: Nella ripresa i nerazzurri provano a forzare la mano fin da subito, ma Zaccagno è superlativo sulla botta di controbalzo di Filippini e sul tentativo di tap-in di Lisuzzo. L’Arena prova a spingere i suoi beniamini alla vittoria, ma la Pistoiese ha trovato un assetto che funziona e concede il minimo indispensabile ai padroni di casa. Il Pisa avrebbe una ghiottissima occasione al 67’, ma né Negro né Eusepi trovano la deviazione vincente su un cross basso al bacio di Masucci. Anche la Pistoiese potrebbe trovare il tris, anzi lo troverebbe al minuto 82’ con una gran giocata di Ferrari su calcio d’angolo, ma l’arbitro annulla tutto senza alcun motivo apparente. Dal potenziale 2-3 al 3-2: cross del solito Masucci, bel tocco di Eusepi e Minardi di testa serve incredibilmente De Vitis, che non può far altro che appoggiare in porta. Nel recupero Ferrari sfiora il pareggio (bravissimo Petkovic), poi l'apoteosi: Zullo punisce l’avventata uscita dello stesso portiere con un pallonetto di prima intenzione da antologia zittisce l’Arena un istante prima del triplice fischio.

    IL TABELLINO DI PISA PISTOIESE 3-3
    MARCATORI: Zappa al 4’, Masucci al 8’, Mannini al 14’, Regoli al 36’ p.t; De Vitis al 40’, Zullo al 49’ s.t.

    PISA (4-4-2) Petkovic; Birindelli (dal 8 s.t. Zammarini) Lisuzzo, Sabotic, Filippini; Masucci (dal 42’ s.t. Maltese), Gucher, De Vitis, Mannini; Negro (dal 25’ s.t. Di Quinzio), Eusepi. (Voltolini, Nencioni, Cuppone, Peralta, Cernigoi, Giannone, Izzillo, Favale, Balduini). All. Pazienza.
    PISTOIESE (4-4-2) Zaccagno; Mulas, Rossini, Zullo Quaranta; Minardi (dal 41’ s.t. De Cenco), Hamlili, Luperini, Regoli; Vrioni (dal 25’ s.t. Ferrari), Zappa (dal 30’ s.t. Surraco). (Biagini, Petroni, Eleuteri, Boggian, Nossa, Sanna, Dosio, Tartaglione, Sadotti). All. Indiani.
    ARBITRO Mei di Pesaro (Marchi-Saccenti).
    NOTE: Spettatori 6.060 (di cui circa 100 da Pistoia). Ammoniti Regoli, Filippini ed Eusepi per g.s. Angoli 3-4. Recuperi: 0 e 4’.
    Fonte: PistoiaSport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Nov 09, 2017 3:20 pm

             PISTOIESE   1   -   SIENA   2


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Sab Nov 11, 2017 4:02 pm

             SVEZIA   1   -   ITALIA   0




    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 13, 2017 9:00 am



    La Pistoiese pareggia contro la Viterbese per 1 a 1!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mar Nov 14, 2017 2:47 pm

             ITALIA   0   -   SVEZIA   0


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mar Nov 14, 2017 2:51 pm

    Italia-Svezia 0-0: Azzurri fuori dal Mondiale

    Occasioni sprecate, un po' di sfortuna ma zero gol in 180' agli svedesi, che vanno in Russia. L'arbitro ci nega un rigore, ma i nostri avversari ne meritavano due

    Non ci saranno notti magiche inseguendo nessun gol, noi non saremo con voi né voi con noi, l’amore così grande sarà meglio riservarlo per altre cose. L’Italia non parteciperà al Mondiale, non accadeva dal ’58. In Russia ci va la Svezia, e con pieno merito, visto che in 180 minuti più recupero non siamo riusciti a segnare lo straccio di un gol. Una disfatta sportiva epocale, un disastro annunciato: lo 0-0 di San Siro è lo specchio fedele di un flop tecnico e tattico che lascia senza parole, maturato a Madrid e culminato a Milano. Le conseguenze saranno inevitabili, va solo capito se si limiteranno alla panchina di Ventura o si andrà oltre.

    RIGORI NON VISTI — Si comincia male, coi fischi all’inno svedese: Buffon (ultima in azzurro per il capitano) e i giocatori azzurri provano a salvare la faccia dei maleducati applaudendo, ma il danno d’immagine è fatto. Dagli errori del pubblico si passa a quelli di Mateu Lahoz, l’arbitro del match: due evidenti falli di mano in area vengono perdonati a Darmian e Barzagli, ma anche agli azzurri manca un penalty netto su Parolo. Nessun fischio, e via di dietrologie, dopo le polemiche (e la protesta italiana) post-Solna. Chiacchiere inutili, perché non cambiano ciò che avviene in campo. E il prato di San Siro dice che, fino all’intervallo, il 3-5-2 con Jorginho, Florenzi e Gabbiadini titolari fatica a macinare calcio, nonostante il playmaker del Napoli tocchi molti palloni.

    FIAMMATA AZZURRA — Chiellini e Barzagli provano a fare l’accento svedese, nel senso che alzano il tasso fisico-agonistico della gara come gli scandinavi all’andata, ma rimediano solo cartellini gialli (“Barza” rischia pure la seconda ammonizione sul rigore non assegnato). Ci sono, però, alcune fiammate che tengono viva la speranza: un destro alto di Candreva e un forcing finale che chiama Granqvist a due chiusure last-minute (la prima, su Immobile, in collaborazione col portiere), più una parata di Olsen su diagonale ravvicinato di Florenzi. Non è molto, ma basta per non deprimersi in vista della ripresa.

    ASSALTO VANO — E’ sempre il romanista il più vicino al gol: gran destro al volo in uscita dagli spogliatoi, fuori di un soffio. E’ il preludio a un arrembaggio azzurro volenteroso, anche se poco organizzato. E gli ingressi di Belotti ed El Shaarawy per Gabbiadini e Darmian aumentano la pressione. Quando Bernardeschi, a un quarto d’ora dalla fine, prende il posto di Candreva, si azzerano le possibilità di vedere in campo Insigne per gli ultimi assalti. Ci prova allora San Siro a suonare la carica, anzi a cantarla, con l’inno intonato a squarciagola. Frutta solo un bellissimo tiro al volo di El Shaarawy e qualche intervento di Olsen non trascendentale. Mateu Lahoz fischia la fine. E’ ora di iniziare a guardare il programma serale di giugno e luglio: concerti, sagre paesane, cinema. Qualsiasi cosa, pur di non guardare le partite della Svezia a Russia 2018, perché farebbe troppo male.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Nov 19, 2017 4:04 pm

             SAMPDORIA   3   -   JUVENTUS   2


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 20, 2017 9:54 am

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    La Pistoiese batte il Piacenza per 2 a 1! DoppioPingu

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 20, 2017 3:43 pm



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Nov 23, 2017 3:27 pm



    Champions League: La Juventus ha pareggiato contro il Barcellona 0 a 0!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 27, 2017 9:17 am



    La Pistoiese pareggia contro l'Arzachena per 1 a 1!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 27, 2017 9:18 am

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte il Crotone per 3 a 0! PinguHop PinguHop PinguHop

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 143420
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 18
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 27, 2017 9:23 am

    Juventus-Crotone 3-0: gol di Mandzukic, De Sciglio e Benatia

    In avvio di ripresa Mandzukic sblocca di testa, poi gran gol dell'ex rossonero e sigillo di Benatia. Bianconeri a meno 4 dal Napoli

    26 NOVEMBRE 2017 - TORINO


    Tre gol e tutti a casa. La Juventus ci mette un tempo a prendere le misure al Crotone, poi la sblocca nella ripresa e non si ferma più. Senza Higuain, apre Mandzukic, chiude Benatia e in mezzo c'è la sorpresa De Sciglio. Adesso testa al Napoli (a proposito, poco simpatici ed evitabilissimi i cori contro i napoletani intonati dalla curva): il primo dicembre c'è la sfida alla prima della classe Fonte: San Paolo.

    FATICA — La Juventus conferma la difficoltà stagionale nello sbloccare le partite: 0-0 dopo 45 minuti in casa col Crotone non è proprio la normalità per la Signora, che si presenta con lo stesso abito dell'ultima di Champions, ovvero difesa a tre, centrocampo a quattro e doppio trequartista, ma non con gli stessi uomini. Oltre al debutto di Howedes (zero minuti giocati) in versione regista difensivo, ci sono Marchisio e Matuidi a centrocampo, Lichtsteiner a destra, Douglas Costa accanto a Dybala e Mandzukic centravanti. Per Higuain (in panchina con la mano sinistra fasciata per un trauma al terzo metacarpale procurato in allenamento) turno di riposo in vista dell'imminente tour de force (Napoli, Olympiacos e Inter). Il Crotone arriva con l'umiltà di chi sa di non potersela giocare a viso aperto: il diktat di Nicola è "prima si difende e poi si vede". La Juve ci prova, ma non sfonda. Molto attivo Matuidi all'inizio e a metà del primo tempo (un tiro alto e un colpo di testa che finisce fuori di poco) insieme a Mandzukic (due occasioni: entrambe di testa), mentre Marchisio ci prova dalla distanza. Il più pericoloso però è Alex Sandro che con una gran sassata costringe Cordaz a salvarsi in corner. In sostanza il Crotone resta chiuso nella sua area, ma la Juve non riesce a sbloccare il risultato.

    TRIPLETTA — Ci riesce all'alba della ripresa, quando Mandzukic usa bene la testa su un cross di Barzagli e mette il pallone dove il portiere non può arrivare. A quel punto il Crotone capisce che è arrivata la sua ora: rotti gli argini, la Signora dilaga come un fiume in piena. Dopo il croato tocca a De Sciglio, che prova la gioia della prima rete della carriera tra i professionisti: su rinvio sbilenco della difesa del Crotone fa partire un destro che sorprende Cordaz (15'). Poi Benatia fa il 3-0 su cross di Pjanic, entrato al posto di Howedes. Il Crotone impegna Buffon una sola volta con il sinistro di Budimir.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun Set 24, 2018 9:36 am