Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    La testa nel pallone

    Condividere

    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 10, 2017 8:02 am

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte il Chievo per 3 a 0! PinguHop  PinguHop  PinguHop

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 10, 2017 8:06 am

    Juventus-Chievo 3-0, decidono Higuain, Dybala e l'autogol di Hetemaj

    Terza vittoria su tre per Allegri: apre un autogol di Hetemaj, nella ripresa il raddoppio di Higuain e il gol del numero 10, che cambia il match.

    Compleanno bagnato compleanno fortunato. Il diluvio a Torino non ferma la partita e neppure la Juventus, che per festeggiare i 6 anni dello Stadium ha rifilato tre gol al povero Chievo. Se vinci così bene anche quando non convinci e ti mancano tanti giocatori, significa che la strada è quella giusta. Bastano un Dybala part time e un Higuain ancora non al top per la terza vittoria di fila in campionato (con 10 gol segnati).

    REGALO GIALLOBLÙ — A Torino è la giornata delle novità (debutto dal primo minuto per tre: Szczesny, Matuidi e Douglas Costa) e dell'assenza dei senatori: fuori Buffon, Barzagli, Chiellini e Marchisio tutti insieme, non solo sparisce completamente la BBC (già menomata dalla partenza di Bonucci) ma in campo c'è solo un reduce dei sei scudetti di fila, Lichtsteiner, che da partente (lo voleva il Besiktas) si ritrova capitano. Era dal 2008 che la Juventus non si presentava in campionato senza lo zoccolo duro italiano. E' anche la giornata della partenza lenta bianconera, complici anche i tanti cambi: a riposo Dybala, Alex Sandro (fermato da un virus) Barzagli, Buffon, Khedira e Marchisio infortunati. Così la Signora fatica a immaginare trame di gioco e pure a metterle in pratica. Troppi passaggi in orizzontale, non c'è nessuno che taglia in mezzo al campo e per arrivare alla porta ci vuole un'eternità. Non a caso la Juventus riesce nell'impresa di portarsi in vantaggio senza aver fatto un tiro in porta: merito di Hetemaj, che al 17' devia alle spalle di Sorrentino una punizione di Pjanic. La Juventus si risveglia intorno alla mezzora, con un paio di accelerazioni che partono soprattutto da Pjanic, il migliore del primo tempo. Lui e Lichtsteiner sono gli unici a costringere Sorrentino alla deviazione in angolo. Il Chievo parte bene ma poi perde aggressività dopo l'inaspettato svantaggio. Su punizione ci prova Radovanovic (che poi farà il bis sempre da fermo nella ripresa, ma senza centrare la porta), Szczesny non fa rimpiangere Buffon, respingendo un tiro insidioso, e Benatia la butta in corner.

    TANGO ARGENTINO — Il secondo tempo ha un avvio sonnacchioso ma quando entra Dybala (dopo meno di 10 minuti) tutto cambia: si torna al 4-2-3-1, con Sturaro alto a destra, e bastano pochi minuti per arrotondare il punteggio. L'argentino giovane scambia con Pjanic, l'argentino più anziano riceve e segna. Ennesimo gol di Higuain al Chievo (dopo la doppietta dello scorso anno) ed ennesima dimostrazione che anche quando il Pipita non è sprint sa come metterla dentro. Comunque la sensazione ricavata anche contro il Chievo è che questa squadra non possa prescindere da Dybala: lui e Pjanic sono il fosforo della Signora. Il numero 10 si esibisce in un colpo di tacco, sfiora il 3-0 in un paio d'occasioni e lo trova dopo l'ingresso in campo di Bernardeschi: l'ex viola lo serve, lui si libera di due avversari e beffa Sorrentino sul primo palo. Ottimo allenamento con vista Messi. E il Chievo? Sfortunato ma anche meno tignoso di quanto ci si aspettasse. Pucciarelli è troppo tenero, non a caso Maran lo toglie nel secondo tempo per mettere il vecchio leone Pellissier, che comunque per poco fa il 2-1 di testa). La difesa attempata regge per un po' ma alla fine naufraga, il centrocampo non è mal ma rende al di sotto delle aspettative. Niente da fare: per il Chievo lo Stadium resta un tabù.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mer Set 13, 2017 1:42 pm

             -   BARCELLONA   3   -   JUVENTUS   0   -






    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 17, 2017 1:53 pm

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  

    La Juventus batte il Sassuolo per 3 a 1! PinguHop  PinguHop  PinguHop

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader

    Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader  Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 17, 2017 1:57 pm

    Sassuolo-Juventus 1-3: Dybala fa tripletta, segna anche Politano

    Tre gol pazzeschi dell'argentino, che vince la partita da solo. Per gli emiliani momentaneo 1-2 firmato da Politano

    17 SETTEMBRE 2017 - MILANO
    Ok, non è Messi e forse non lo sarà mai. Ok, la bocciatura di Barcellona ha avuto un che di impietoso. Ma questo resta pur sempre un gioiello abbagliante, soprattutto dentro alla vetrina italiana. Nei campi di casa nostra Dybala è un inno alla bellezza, sembra un adulto nel campetto dei bambini: il sinistro tagliente da fuori area nel primo tempo, la puntata di sinistro in stile futsal più la solita dolce punizione nel secondo hanno steso il Sassuolo, ma sono le ennesime genialate in questo inizio di Serie A. Alla centesima presenza in bianconero, le reti numero 50, 51 e 52 da quando Paulo ha abbracciato Madama: in questo campionato fanno già otto, dieci se si aggiunge la Supercoppa. Ben oltre i numeri, c’è il talento, pungolato anche dalle critiche eccessive post Camp Nou: le prossime notti europee diranno in che posizione metterlo nel ranking dei fuoriclasse internazionali. Il sospetto, però, è che in tempi rapidissimi ne scalerà parecchie. La Juve si appende mani e piedi a lui per ottenere la quarta vittoria e riagganciare all’ora di pranzo l’Inter. Gli applausi al Mapei Stadium, quando a dieci minuti lascia il campo a Bernardeschi, sono talmente fragorosi da coprire anche qualche cattivo pensiero sulla difesa bianconera: continua a prendere gol, anche in un pomeriggio placido di fine estate.

    VECCHIE CERTEZZE — Il ritorno delle vecchie certezze, con Mandzukic e Cuadrado di nuovo ai lati di questo magnifico Dybala nel quadrilatero offensivo: ecco la buona notizia per il mondo Juve. In fondo, a Barcellona la mancata reazione era figlia anche delle troppe assenze. Invece, con il solito spartito, si suona un’altra sinfonia: Pjanic e Matuidi sono rapidi nel fraseggio stretto e lesti nell’allargare il campo da Lichtsteiner e Alex Sandro. Il francese, poi, è un acquisto azzeccatissimo per capacità tattica, carisma e abitudine alla lotta. Così la palla si muove rapida, come “garba” ad Allegri, ma oltre ai meriti bianconeri molto incide (in negativo) questo nuovo, sbiadito Sassuolo. Lascia troppi spazi per far giocare i palleggiatori juventini, è stranamente basso nell’attesa di recuperare e ripartire. Su questo campo la Juve aveva visto le streghe più volte ai tempi dei ritmi vertiginosi di Di Francesco e anche oggi certi piccolissimi pericoli Bucchi li crea quando i suoi alzano i ritmi. Certo, il gol di Politano, figlio soprattutto di uno scivolone di Lichtsteiner e preso subito dopo il 2-0 della Joya, non è una buona notizia per la Juve: i gol subiti in sei partite ufficiali sono nove, cifra cospicua e preoccupante per le abitudini della casa. Alla fine dei conti, però, la Juve ha vita facile e la grandinata non arriva solo per un po’ di imprecisione sotto porta e per la scarsa vena del Pipita, un po’ nervoso e ancora lontano dalla migliore forma. Allegri aveva motivato il centravanti argentino con parole miratissime dopo la mancata convocazione argentina, ma serve altro tempo per tornare ai vecchi fasti. In discussione non è certo l’efficacia sotto porta, ma la reattività, lo scatto quando le difese si stringono su di lui. Recuperasse anche il vero Higuain, la Juve potrebbe tornare di buon umore anche in Europa. In fondo, ogni giudizio passa da lì: qui basta (e avanza) il gioiello col dieci sulle spalle.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96632
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Set 17, 2017 8:11 pm

    taaaaaadaaaaaa taaaaaadaaaaaa PinguHop PinguHop applauso applauso DoppioPingu DoppioPingu DoppioPingu StayinAlive StayinAlive Evvai! Evvai! festeggiare festeggiare


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118772
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA Ieri alle 8:24 am



    La Pistoiese pareggia contro il Pro Piacenza per 1 a 1!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar Set 19, 2017 1:25 pm