Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    Giochi Olimpici

    Condividere

    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 116964
    Data d'iscrizione : 26.05.12

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da annika il Mer Set 14, 2016 9:17 pm

    La Paralimpiadi andrebbero fatte prima delle Olimpiadi

    È l'unico modo per far sì che siano seguite come meritano, sostiene il Boston Globe, che cita anche diversi vantaggi pratici (anche se il comitato paralimpico non è d'accordo)


    Le Paralimpiadi di Rio stanno andando molto male. La vendita dei biglietti è andata molto male fino a pochi giorni prima del loro inizio, e oggi ne sono stati venduti appena il 60 per cento. I ritardi nei pagamenti dei viaggi in Brasile agli atleti hanno messo a rischio la partecipazione delle squadre di 10 paesi. Il comitato organizzatore ha tagliato il budget della manifestazione, riducendo i servizi, gli spazi per gli eventi e il numero di lavoratori che vengono impiegati nel gestire l’evento. Per alcuni giorni c’è stato persino il timore che l’intero evento potesse venire annullato. Ad agosto Philip Craven, presidente del comitato Paralimpico, ha detto che «mai prima d’ora nei 56 anni di storia dei giochi Paralimpici ci siamo trovati di fronte a una situazione così difficile».

    Shira Springer, giornalista sportiva del quotidiano Boston Globe, ha scritto che i tagli e disagi per le Paralimpiadi brasiliane erano attesi e non dovrebbero stupire più di tanto, ma la situazione di Rio mette in luce in maniera più chiara un problema comune a tutte le Paralimpiadi: «Affrontiamo la dura verità: tre settimane dopo la fine delle Olimpiadi, il mondo dello sport ha già spostato altrove la sua attenzione».

    Per questa ragione, Springer ritiene che la migliore soluzione per le Paralimpiadi sia un’idea proposta dal comitato Olimpico Boston 2024: tenere la Paralimpiadi prima delle Olimpiadi. La proposta non è mai divenuta ufficiale, perché nel luglio 2015 Boston ha ufficialmente rinunciato alla sua candidatura olimpica, ma secondo Springer è un’idea che non va abbandonata perché scegliere questa soluzione presenta parecchi vantaggi:

    Se la Paralimpiadi arrivassero per prime, beneficerebbero molto di tutti i precedenti anni di attesa. Immaginate quanti biglietti acquisterebbero i tifosi ansiosi di dare una prima occhiata agli impianti olimpici costruiti per l’occasione, mentre giornalisti e altri appassionati, arrivando solo qualche settimana prima delle Olimpiadi, potrebbero avere l’occasione di vedere dal vivo anche gli eventi paralimpici.

    Si tratta dello stesso ragionamento dietro all’idea del comitato Boston 2024: usare le Paralimpiadi come “traino” delle Olimpiadi, in modo che entrambe le manifestazioni possano beneficiarne in maniera reciproca. Secondo John Fish, uno dei principali sostenitori del comitato, c’è anche un’altra ottima ragione per anticiparle: «gli impianti di solito sono nuovi e più in generale l’ambiente [cittadino] non è abituato a ospitare eventi di questo tipo. Organizzando per primo un evento più piccolo si può creare gradualmente una situazione migliore».

    Le Paralimpiadi, in sostanza, sarebbero un test su scala ridotta del funzionamento degli impianti, dei sistemi di sicurezza e trasporto. Gli organizzatori potrebbero osservare in anteprima come e dove si formano le code e sistemare tutti quei piccoli problemi che, in genere, una volta cominciate le Olimpiadi è troppo tardi per risolvere. Springer ha chiesto al Comitato Paralimpico Internazionale cosa pensa di questa proposta, ma la loro risposta è stata abbastanza sorprendente, scrive.

    «Non funzionerebbe mai», ha detto il portavoce del comitato, Craig Spence. Le sue argomentazioni sono l’esatto opposto di quelle di Springer e del comitato Boston 2024. Spence sostiene che sono le Olimpiadi ad essere un test per le Paralimpiadi, grazie al quale i suoi organizzatori possono risolvere problemi evidenti emersi nel corso dell’evento principale. «Ci piace arrivare secondi», ha detto Spencer: «è un modello che funziona». Springer ammette che anche con il sistema attuale la situazione non è disperata. Con tutti i loro problemi, le Paralimpiadi di Rio saranno probabilmente le più seguite di sempre in televisione e le seconde più viste sul posto, dopo quelle di Londra (anche se con un grande distacco, visto che nel 2012 vennero venduti circa 2,7 milioni di biglietti). Ma secondo Springer, se le Paralimpiadi non saranno anticipate, non riusciranno mai ad esprimere tutto il loro potenziale.il post.it
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 116964
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da annika il Mer Set 14, 2016 9:19 pm

    Alex Zanardi ha vinto l’oro nella handbike
    L'ex pilota italiano, quasi cinquantenne, ha vinto la prova a cronomentro della categoria H5: è il suo terzo oro olimpico, dopo i due di Londra 2012, e non è finita qua



    L’atleta italiano Alex Zanardi ha vinto oggi pomeriggio la prova a cronometro della categoria H5 della handbike alle Paralimpiadi in corso in Brasile: Zanardi, che in questa specialità specialità è anche campione del mondo in carica, ha finito la gara davanti all’australiano Stuart Tripp. Alex Zanardi è un ex pilota di Formula 1 che nel 2001 perse entrambe le gambe in un incidente durante una gara di Formula Cart: era fra gli atleti italiani più attesi alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro e nonostante abbia quasi 50 anni era tra i favoriti per la vittoria. Alla medaglia vinta oggi potrebbe aggiungere anche quelle nella cronometro e nella prova in linea della categoria H4. Da quando gareggia nella handbike Zanardi ha vinto otto medaglie d’oro nei campionati mondiali e alle ultime Paralimpiadi di Londra ha vinto due ori e un argento.

    Zanardi è nato a Bologna nel 1966 e cominciò a correre sui kart a 13 anni. Proseguì la sua carriera passando alla Formula 3, e vincendo un campionato nel 1990, arrivando poi alla Formula 3000. Dalla fine del 1991 Zanardi cominciò a correre in Formula 1, prima con il team Jordan, poi con la Lotus. Nel 1993 ebbe un brutto incidente durante il Gran Premio del Belgio, ma già un anno dopo ritornò a correre. Quando però alla fine di quell’anno la Lotus fallì, Zanardi lasciò temporaneamente la Formula 1. Venne assunto come pilota di Formula Cart, arrivò secondo al suo primo campionato e vinse le due stagioni successive: nel 1997 e nel 1998. Grazie al suo ottimo inglese e al suo carattere simpatico e modesto, diventò presto un pilota molto conosciuto nel circuito sportivo statunitense.

    Nel 1998 Zanardi ritornò alla Formula 1, ma non ottenne grandi risultati. Fece un incidente sulla pista di Imola e chiuse la stagione del 1999 con zero punti. Lasciò di nuovo la Formula 1 e tornò alla Formula Cart. Il 15 settembre 2001 a Lausitz, in Germania, stava disputando una delle sue migliori gare di sempre: dopo una partenza in fondo alla pit lane era riuscito a recuperare una posizione dopo l’altra e a piazzarsi in testa alla gara. Dopo un pit stop, probabilmente troppo posticipato, stava rientrando in pista cercando di non perdere posizioni ma a causa di un colpo di acceleratore si ritrovò di traverso in mezzo alla pista. Un primo pilota riuscì ad evitarlo per poco, ma un altro pilota, il canadese Alex Tagliani, riuscì a vedere l’auto di Zanardi soltanto all’ultimo minuto, la colpì di fianco e le tagliò via il muso.

    Zanardi perse immediatamente entrambe le gambe e in pochi minuti quasi tre quarti di tutto il suo sangue. Dopo un primo soccorso in pista, in ospedale i medici lo operarono per tre ore nel tentativo di chiudere le ferite, e alla fine riuscirono a salvargli la vita. Zanardi rimase incosciente per oltre una settimana ma riuscì ristabilirsi e appena due anni dopo l’incidente corse dei giri di prova in un circuito con un’auto Gran Turismo.

    Nel 2007 partecipò alla maratona di New York a bordo di una handbike: vinse la gara e stabilì il record della manifestazione. Da allora partecipa regolarmente a tutte le principali competizioni nazionali e internazionali. Zanardi ha sempre detto che per lui lo sport è tutto e che non potrebbe mai restare con le mani in mano. Allo stesso tempo, è anche consapevole di essere diventato da qualche anno un personaggio molto popolare e di essere per molti una fonte di ispirazione. È considerato tuttora uno degli sportivi italiani più famosi e influenti.

    Qualche giorno fa, parlando delle gare di Rio de Janeiro, Zanardi ha detto: «Nelle gare individuali io dico sempre che sono come il vino rosso: più sta lì e più migliora. Anche se nella realtà non è proprio così io so di poter ripetere lo stesso tipo di prestazioni che già in passato mi hanno regalato grandi soddisfazioni. È logico che gli avversari, alcuni in particolare che hanno la metà dei miei anni, sono carne che cresce, quindi non sai mai cosa ti puoi aspettare. Però, qualora dovessi fare ‘il mio’, ed è ciò che scientificamente so di poter fare, sarò comunque molto soddisfatto: se gli altri andranno più forti di me bisognerà davvero fargli i complimenti, perché io andrò molto forte».

    Zanardi non è l’unico ciclista paralimpico italiano a poter vincere una medaglia a Rio 2016: ci sono anche Giancarlo Masini e Jenny Narcisi, che gareggiano su pista, e Vittorio Podestà, Luca Mazzone e Francesca Porcellato, tutti su strada, in diverse discipline e categorie. Oggi gareggeranno tutti e cinque, con buone probabilità di ottenere delle medaglie.

    Dove seguire le Paralimpiadi
    Le Paralimpiadi sono trasmesse dalla Rai. Su Rai Sport 1 e Rai Sport 2 le gare delle Paralimpiadi occupano la maggior parte della programmazione, sia durante il giorno che durante la notte. Rai 2 invece trasmetterà delle gare di notte, e anche qualche gara nel pomeriggio. La maggior parte delle trasmissioni sarà in diretta, ma alcune gare saranno trasmesse anche in differita.il Post .it






    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente


    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Ven Set 16, 2016 8:24 am

    Paralimpiadi 2016: Italia da sogno, è pioggia di ori

    Dieci medaglie in un giorno per gli azzurri che festaggiano cinque ori, due argenti e tre bronzi con i trionfi di Zanardi, Bebe Vio, Legnante, Podestà e Mazzone



    Non c'è solo Alex Zanardi nella giornata trionfale dell'Italia alle Paralimpiadi di Rio. Dalla scherma arriva il trionfo di Bebe Vio nel fioretto, mentre nel lancio del peso è Assunta Legnante a salire sul gradino più alto del podio. Anche il ciclismo si rivela una miniera d'oro con le imprese di Vittorio Podestà nella cronometro H3 e di Luca Mazzone nella crono H2. Sempre dal ciclismo anche i bronzi di Francesca Porcellato e Giancarlo Masini.

    Giornata da ricordare per la spedizione azzurra alle Paralimpiadi di Rio 2016. Impresa di Zanardi a parte, le gare regalano una pioggia di ori. A cominciare da quello, attesissimo, di Bebe Vio che centra un trionfo strameritato nel fioretto, categoria B. La 19enne schermitrice veneziana, dopo un cammino esaltante, si è presentata alla sfida finale con la cinese Jingjing Zhou e non ha tradito imponendosi con un netto 15-7. Fa festa anche Assunta Legnante, campionessa paralimpica nel lancio del peso con la misura di 15,74 metri nella categoria F11-12 davanti all'uzbeka Burkhanova e alla messicana Alvarez.

    Grandi gioie anche dal ciclismo che regala un fantastico doppio oro: quello di Vittorio Podestà, campione nella cronometro H3, e quello di Luca Mazzone nella crono H2. Podestà, già bronzo quattro anni fa ai Giochi di Londra, ha dominato la sua gara staccando nettamente l'austriaco Walter Ablinger (argento) e il canadese Charles Moreau (bronzo). Mai in discussione nemmeno il successo di Luca Mazzone che, dopo tre Paralimpiadi nel nuoto, si toglie la sua soddisfazione più grande nella crono sul percorso infernale del Pontal.

    E sempre dal ciclismo arrivano altri due bronzi. Il primo è di Francesca Porcellato nella classe H1-2-3 che si piazza alle spalle della britannica Karen Darke e della statunitense Alicia Dana. Terzo gradino del podio anche per Giancarlo Masini nella classe C1: oro al tedesco Michael Teuber, argento al canadese Ross Wilson.
    Nella notte è arrivata anche la terza medaglia personale per Federico Morlacchi, argento nei 100 rana S9. 1'12”68 il tempo che è valso all'azzurro il secondo gradino del podio, dietro allo spagnolo Salguero. Dall'Aquatics Centre arriva anche il bronzo di Efrem Morelli nei 50 rana SB3.

    Si ferma a un solo punto dall'oro Alberto Simonelli nell'individual compound. L'arciere azzurro, riscatta la delusione di Londra e fa il bis d'argento dopo Pechino 2008. Oro allo statunitense Shelby.
    Fonte: SportMediaset


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Ven Set 16, 2016 8:28 am

    - 16 Settembre - ore 10.28 - MEDAGLIERE -


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Sab Set 17, 2016 2:00 pm

    Paralimpiadi 2016: Bebe Vio show, bronzo Italia nel fioretto

    Decisiva la stoccata della schermitrice veneziana, che permette alle azzurre di battere Hong Kong per 45-44



    17 Settembre 2016
    Quante emozioni per i colori azzurri alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro. Nella notte arriva un'altra bella medaglia che porta il totale a 34. Bronzo per la squadra femminile di fioretto, le azzurre si sono imposte su Hong Kong, al termine di una bellissima sfida giocata punto a punto. Decisiva la stoccata di Bebe Vio, suo il definitivo 45-44 che ha permesso alla capitana Loredana Trigilio ed Andreaa Mogs di salire sul podio con lei.

    La sfida sembrava quasi persa per l'Italia, sotto 40-38 ad un giro dal termine, ma in pedana poi è salita Bebe Vio, la più giovane del trio azzurro, la 19enne veneziana è riuscita nell'impresa di recuperare lo svantaggio e di portare la sfida sul 44 pari e come solo le grandi campionesse riescono a fare ha trovato la forza e la concentrazione per infliggere l'ultima decisiva stoccata che è valsa un'altra medaglia per l'Italia, un prezioso bronzo che va ad aggiungersi nella personale bacheca di Bebe all'oro conquistato nella prova individuale.

    BEBE VIO PORTABANDIERA
    Sarà Beatrice Vio la portabandiera dell'Italia in occasione della cerimonia di chiusura della XV Paralimpiade Estiva. La schermidrice azzurra, nata a Venezia il 4 marzo del 1997, ha vinto, al suo esordio a una Paralimpiade, la medaglia d'oro nel fioretto individuale, e la medaglia di bronzo nel fioretto a squadre con Loredana Trigilia e Andreea Mogos. Il 18 settembre, la campionessa mondiale ed europea in carica, oltre che fresca vincitrice del titolo paralimpico, avrà l'onore di guidare la nostra Delegazione al suo ingresso nel leggendario Stadio Maracanà di Rio de Janeiro.
    Fonte: SportMediaset


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 18, 2016 8:08 am

    LUTTO
    Paralimpiadi di Rio 2016, ciclista iraniano muore durante la gara

    Una caduta fatale al 48enne Bahman Golbarnezhad: ha battuto la testa contro un sasso ed è morto durante il trasporto all’ospedale


    Golbarnezhad durante le Paralimpiadi di Londra 2012

    Bahman Golbarnezhad non ce l’ha fatta. Vittima di un incidente durante la road race C4-5 di ciclismo alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, il 48enne corridore iraniano - riporta Globoesporte - sabato è morto il trasporto in ospedale. Secondo le prime ricostruzioni, Golbarnezhad era caduto con la sua bici finendo fuori strada in una delle discese del percorso e riportando un grave trauma cranico.

    Golbarnezhad è caduto nel finale della sua prova, colpendo una pietra con il cranio. Trasportato verso un ospedale nella Barra da Tijuca, è morto in ambulanza. La classe C4 è destinata agli atleti con difficoltà di controllo del manubrio e con tono muscolare definito «lieve».

    L’atleta iraniano aveva partecipato anche alle Paralimpiadi 2012 a Londra, giungendo 23esimo nella prova su strada e 18esimo nell’inseguimento a cronometro.
    Fonte: Il Corriere dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 18, 2016 8:16 am

    Paralimpiadi 2016, atletica: Caironi-Contrafatto, oro e argento

    Doppietta azzurra nella finale dei 100 metri T42. Per l'Italia anche l'argento di Arjola Trimi nei 50 stile libero S4 del nuoto



    L'Italia non si ferma più e conquista altre tre medaglie nel penultimo giorno di Paralimpiadi a Rio 2016. La squadra azzurra è protagonista nell'atletica dove centra una clamorosa doppietta: nella finale dei 100 metri categoria T42 la portabandiera Martina Caironi conquista l'oro mentre Monica Contrafatto è terza e prende il bronzo. Nel nuoto invece arriva l'argento di Arjola Trimi, seconda col nuovo record italiano nei 50 stile libero S4.

    L'Italia è nella top ten delle Paralimpiadi di Rio 2016 con 39 medaglie, 10 delle quali d'oro. L'ultimo è arrivato dall'atletica e dai 100 metri categoria T42 dove Martina Caironi ha vinto con il tempo di 14"97, non troppo lontano dal suo record del mondo (14"61). La portabandiera azzurra, già argento nel salto in lungo, bissa il titolo di Londra 2012 e stavolta e anche più bello perchè sul podio con lei c'è la connazionale Monica Contrafatto, terza e medaglia di bronzo alle spalle della tedesca Vanessa Low, argento.

    "Volevo battere il record del mondo, so che ce l'avrei potuta fare, l'appuntamento è solo rimandato. Sono contentissima di essere sul podio con Monica. Il nostro abbraccio alla fine dovrebbe parlare da solo", ha detto la Caironi. "Il mio sogno si è avverato grazie a Martina. Ho iniziato a correre guardando lei in TV a Londra. In gara ad un certo punto non ce la facevo più, ero stanchissima ma da lontano vedevo la medaglia, non potevo mollare. Questo è il giorno più bello della mia vita, ora dovranno issare un altro tricolore sul podio", ha aggiunto la Contrafatto.

    Dalla pista alla piscina, l'Italia si gode un altro successo. E' quello di Arjola Trimi che vince la medaglia d'argento nella finale dei 50 stile libero categoria S4 stabilendo anche il nuovo primato italiano, 40"51. L'oro è andato all'australiana Rachel Watson mentre il bronzo se l'è aggiudicato la messicana Nely Miranda Herrera. Quella di Arjola Trimi è la 13esima medaglia conquistata dalla spedizione del nuoto, la disciplina che insieme al ciclismo e all'atletica ha dato più soddisfazioni all'Italia.
    Fonte: SportMediaset


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Lun Set 19, 2016 8:10 am

    Paralimpiadi di Rio 2016, Caironi d’oro e Contraffatto di bronzo nei 100: l’Italia è nona



    Chiude in bellezza la spedizione azzurra alla paralimpiade di Rio, con la 27enne bergamasca Martina Caironi che ha vinto l’oro nella gara dei 100 metri piani, mentre il bronzo è andato a Monica Contrafatto, bersagliere dell’esercito. Fra le due azzurre, si è piazzata la tedesca Vanessa Low. Con questi ultimi podi l’Italia ha conquistato complessivamente 39 medaglie (10 d’oro, 14 d’argento, 15 di bronzo), ed è nona nel medagliere generale.

    Caironi si è imposta nella categoria T42 bissando in 14”97 il successo di Londra 2012. Al traguardo, un pianto liberatorio: «Sono lacrime di gioia e di tensione, c’è dentro il peso e le tante aspettative di questi mesi, ma anche un incubo scampato perché stavo per perdere la protesi. Qui è stata davvero dura perché poteva succedere nel momento in cui avrei dovuto solo gioire».
    Fonte: Il Corriere dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122350
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da APUMA il Lun Set 19, 2016 8:16 am

    Paralimpiadi Rio 2016: Italia, la miglior edizione del nuovo millennio. Quanti campioni da amare!



    I numeri parlano chiaro: con 39 medaglie (10 ori, 14 argenti e 15 bronzi), quelle di Rio 2016 sono state le migliori Paralimpiadi dell’Italia nel nuovo millennio. Non è stato raggiunto il record assoluto – la doppia cifra di successi era già stata toccata e scavalcata a Tokyo 1964, a Tel Aviv 1968, a Seul 1988, a Barcellona 1992 e ad Atlanta 1996 senza dimenticare la trionfale edizione casalinga di Roma 1960 da 80 podi (29-28-23) ma con molta meno concorrenza – eppure questi dieci giorni brasiliani hanno esaltato il pubblico e portato agli onori della cronaca tantissimi atleti, vincenti e amati, con storie uniche e un amore sconfinato per lo sport.
    Fonte: OASport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    Kim Winchester
    La tua Anima ha un peso!
    La tua Anima ha un peso!

    Messaggi : 47591
    Data d'iscrizione : 01.08.13
    Località : Lawrence, Kansas

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da Kim Winchester il Mar Set 20, 2016 8:59 pm

    Brave ragazze avete fatto un ottimo lavoro! Menomale che ci siete voi! Vi adoro!!!!!

    E Complimenti a tutti i nostri atleti Paralimpici!!!!!! Siamo fieri di voi ragazzi e ragazze!
    Avete onorato l'Italia!!!!!!


    _________________

    Un MegaBacio alla mia cara APUMA, la mia Mishamiga ORANGE!   


     Improvise, adapt, and overcome!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Giochi Olimpici

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun Nov 20, 2017 2:12 am