Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    La testa nel pallone

    Condividere

    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Dic 14, 2015 2:44 pm

    Juve-Fiorentina 3-1, Allegri vince la sesta di fila: ora è quarto

    Botta e risposta Ilicic-Cuadrado nei primi 6 minuti, poi un gol del croato a 10 minuti dal termine e un'altra magia di Dybala allungano la striscia di successi dei bianconeri e li portano al quarto posto

    Sembravano tutti iscritti al club Domizzi, quello di chi, suo malgrado, fa un favore all’Inter. Invece no, la Juve non ci sta: saluta i “soci” Roma, Napoli e Fiorentina e dopo 80’ di sgasate ingrana la sesta. Sei vittorie di fila, -2 dal secondo posto. Attenti, forse abbiamo parlato per mesi di novità e ora ci ritroviamo al solito vecchio duello Inter-Juve, con i Mancio-boys a fare da lepre, e i bianconeri da temuta muta di cani. Piuttosto motivata, stile bava alla bocca. Nella domenica delle sfidanti viene fuori la squadra di Allegri: se quella di Cuadrado è la zazzera vincente dell’ex, la firma sul match è di Mandzukic, all’ennesima volenterosa scivolata, e soprattutto di Paulo Dybala, imprendibile per tutti i 90’.

    VIOLA SPUNTATA — Dopo sei gare utili crolla la Viola di Paulo Sousa, che si conferma squadra dalla chiara identità tattica e capace di stare in campo, ma che stasera crea troppo poco: merito anche di una difesa, quella bianconera, tornata muro come ai tempi belli. Barzagli-Bonucci-Chiellini erano secondi, nella classifica dei tiri concessi agli avversari: meno di loro solo la Fiorentina. Stasera, probabilmente, il sorpasso. Solida dietro, con tante armi davanti, con potenzialità di crescita in mezzo: questa Juve può far paura.

    I GOL — All’inizio e alla fine. I tifosi dello Juventus Stadium non fanno nemmeno in tempo a sedersi, dopo l’ingresso delle squadre in campo, che hanno già visto due gol. La Viola parte a mille, come spesso le succede, e al primo affondo di Bernardeschi trova il rigore. Il numero 10 entra in area in velocità, contatto con la gamba di Chiellini, in ritardo, e va giù in area. Orsato nicchia, forse pensa alla simulazione, Damato, arbitro di porta, lo consiglia: rigore. Ilicic non sbaglia, trasformando il settimo penalty per la Fiorentina (primato in Italia). Può essere una mazzata per la Juve, invece al secondo affondo fa centro anche lei. Evra, più che intraprendente sulla sinistra (anche in seguito), arriva indisturbato al cross. Sul secondo palo Cuadrado di testa probabilmente prova a far la torre. Di sicuro si aspetta quello Tatarusanu, che così è ingannato dalla palombella che finisce in rete. Poi, nel primo tempo, vanno più vicini al raddoppio i bianconeri, grazie a uno scatenato Dybala. Non è un caso che i due gol della ripresa passino dai suoi piedi: al 35’ Pogba lo lancia nello spazio, lui trova il colpo sotto: Tatarusanu stoppa ma la palla resta, Mandzukic è il più veloce, in scivolata da bomber vero. Il 3-1 nel recupero è un premio personale per Dybala, oltre che un distillata di gioco nello stretto, con portiere superato e palla depositata in rete.

    ARMI JUVE — Quei due, Mario e Paulo, sbloccano un pareggio che col passare dei minuti pareva sempre più pieno di rimpianti per la Juve, dopo l’equilibrio iniziale. Due squadre messe in campo quasi specularmente, anche se il 4-2-3-1 viola tende più verso il centro e crea spesso una superiorità in mezzo, che affiora, a tratti, in un possesso palla bello da vedere (specialità della casa). Allegri sull’altro fronte ha scelto Evra e Cuadrado come esterni. Paradossalmente, vanno forte proprio nei presunti punti deboli: il francese affonda, il colombiano si applica con profitto in difesa. In mezzo quello che soffre di più è il rientrante Khedira, che ha la mobilità dell’ultimo Pirlo, ma senza avere i suoi lampi. Ci si attende che accenda la luce Pogba, ma il francese è tanto voglioso di piazzare la giocata quanto impreciso. Almeno fino al filtrante per Dybala, che dà il via al 2-1. Il miglior attacco del campionato (30 gol)? Kalinic ne vede poche e ne prende tante, Ilicic e Borja non scardinano le strutture difensive bianconere, come era successo con l’Inter. Sempre secondi, ma il “sorpasso mentale” forse è già avvenuto.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport

    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Lun Dic 14, 2015 9:52 pm



    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mar Dic 15, 2015 3:51 pm

    Champions League, sorteggio durissimo: negli ottavi Roma-Real Madrid e Juventus-Bayern

    Urna di Nyon 'nemica' delle italiane: i giallorossi affronteranno i blancos di Benitez. Per i bianconeri la sfida con i bavaresi di Guardiola . Nei sedicesimi di Europa League Fiorentina-Tottenham, Galatasaray-Lazio e Villarreal-Napoli

    ROMA - Urna sfortunata per le italiane in Champions League. Negli ottavi dovranno affrontare gli avversari più pericolosi e temuti: la Roma sfiderà il Real Madrid di Rafa Benitez (andata mercoledì 17 febbraio all'Olimpico, ritorno martedì 8 marzo al Bernabeu), la Juventus se la vedrà con il Bayern Monaco di Guardiola (martedì 23 febbraio allo Stadium e mercoledì 16 marzo all'Allianz Arena). Gli altri ottavi sono Gent-Wolfsburg, Arsenal-Barcellona, Psg-Chelsea, Benfica-Zenit, Dynamo Kiev-Manchester City e Psv-Atletico Madrid. La finale di questa edizione di Champions si giocherà a San Siro sabato 28 maggio 2016. Bayern e Juventus si ritrovano dopo i quarti del 2012-2013. Passarono i tedeschi con un doppio 2-0, il Bayern vinse poi il trofeo. Roma e Champions si sono sfidate in Champions già sfidate otto volte. I giallorossi eliminarono i blancos agli ottavi della stagione 2007/08, vincendo 2-1 sia in casa sia in trasferta. Sorteggio ostico, anche se non impossibile, per le tre italiane nei sedicesimi dei Europa League: Fiorentina-Tottenham, Galatasaray-Lazio e Villarreal-Napoli (partite di andata giovedì 18 febbraio, ritorno giovedì 25).

    ALLEGRI: "SERVIRA' UNA JUVE STELLARE" - Massimiliano Allegri cita il Maestro Yoda di 'Guerre Stellari' per commentare, con un tweet, il sorteggio di Champions che ha accoppiato la Juventus, negli ottavi, al Bayern Monaco. "Fare o non fare, non c'è provare", 'cinguetta' il tecnico livornese, consapevole che per passare il turno ci sarà bisogno di un mezzo miracolo. "Più che un #EuroJuve servirà una #JuveStellare!", è la chiosa di Allegri.

    NEDVED: "NEL CALCIO NON SI SA MAI" - "Non è una sfida impossibie, nel calcio non si sa mai, certo speravo in un sorteggio più fortunato...". Così Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, commenta ai microfoni di Mediaset il sorteggio degli ottavi che vedrà i bianconeri opposti al Bayern. "Già il girone era difficilissimo, ma la squadra è stata brava a superarlo senza difficoltà giocandosi il primo posto fino alla fine. Pensavo in un sorteggio più fortunato, ma non è stato così e vuol dire che dobbiamo soffrire", aggiunge l'ex centrocampista bianconero.

    MAROTTA: "IL BAYERN E' SEMPRE IL BAYERN..." - "In campionato i valori vengono fuori alla lunga, dopo una competizione di diverse giornate. In un torneo, invece, il sorteggio determina il percorso di una squadra e serve fortuna". Questo il commento dell'ad della Juventus. "Il Bayern è sempre il Bayern...", si limita ad aggiungere a margine della premiazione a Torino come Dirigente dell'anno da parte dell'Ussi Subalpina.

    GUARDIOLA: "JUVE HA GRANDE MENTALITA'" - "E' una sfida molto difficile ma anche molto interessante - commenta il presidente del Cda del Bayern, Karl-Heinz Rummenigge - Ritroveremo come avversario Mandzukic e per raggiungere i quarti di finale avremo bisogno di due ottime partite". "La Juventus è una delle migliori squadre d'Europa, non ha iniziato bene in campionato ma ha una grande mentalità - sottolinea invece Pep Guardiola - Noi favoriti? Vediamo quale sarà la nostra forma a febbraio".

    GARCIA: "DOVREMO FARE L'EXPLOIT" - "Poter confrontarsi con il Real Madrid, una squadra che punta a vincere la Champions League, è una cosa buona. Loro sono favoriti e noi dovremo fare l'exploit per arrivare ai quarti di finale. Sia andare al Bernabeu che sfidarli qua il 17 febbraio sarà entusiasmante. Mi auguro che l'Olimpico sia pieno in occasione del match". Sono le parole del tecnico della Roma, Rudi Garcia, ai microfoni della radio ufficiale della società. "Noi giochiamo la Champions League per sfidare le grandi squadre e vedere all'Olimpico i migliori giocatori del mondo, è una bella cosa per noi e per tutta la città. A febbraio spero di avere la squadra al completo, potendo recuperare tutti i ragazzi", ha proseguito il tecnico francese. "Sarà molto importante avere uno stadio pieno: ho vissuto due stagioni con l'Olimpico pieno -ribadisce Garcia-, ti dà tanta forza e punti in più in campionato e in coppa. Mi auguro che questa situazione possa tornare alla normalità, anche per il pubblico, se lo merita". Garcia si è anche soffermato sulla partita con il Napoli. "Sappiamo che abbiamo fatto un risultato importante ieri a Napoli, era possibile fare meglio ma un pareggio senza subire a gol nel momento migliore del Napoli è un buon risultato".

    BUTRAGUENO: "CON LA ROMA NON SARA' FACILE" - "E' una partita difficile per entrambe, la Roma è una squadra competitiva con esperienza e qualità. Non sarà facile per noi". Così Emilio Burtagueno, dirigente del Real, commenta ai microfoni di Mediaset il sorteggio. L'ex attaccante parla anche della posizione di Benitez dopo la sconfitta contro il Villareal. "Benitez è un grande professionista e con molta esperienza, peccato ieri abbiamo perso ma siamo convinti che potremo raggiungere i risultati sperati. La squadra è forte, Rafa è un professionista ineccepibile e che potrà fare bene con il lavoro di tutti", conclude Butragueno.

    ROGG: "VOGLIAMO VIVERE ALTRE NOTTI IMPORTANTI" - "Ci abbiamo già giocato negli ottavi la scorsa stagione, li conosciamo, sono una squadra forte, tecnica, fisica, giocano in uno stadio dove l'ambiente è importante, ma guardiamo a questa sfida con molta emozione e voglia di trascorrere altre notti europee importanti". Andrea Rogg, direttore generale della Fiorentina, commenta così il sorteggio dei sedicesimi di Europa League che ha riservato ai viola il Tottenham. Del resto Sousa aveva chiesto una inglese. "E' la mentalità del nostro mister, vuole competere e giocare partite di questo livello, di grande emozione e di grandi contenuti tecnici - continua ai microfoni di Sky Sport - E' la Fiorentina su cui stiamo lavorando in modo attento e serio da diverse settimane".

    EUROPA LEAGUE, IL QUADRO DEI SEDICESIMI - Questi gli accoppiamenti dei sedicesimi di Europa League. Gare d'andata in programma il 18 febbraio, ritorno il 25 dello stesso mese. Finale il 18 maggio a Basilea.

    Valencia (Esp) - Rapid Vienna (Aut)
    FIORENTINA (ITA) - Tottenham (Eng)
    Borussia Dortmund (Ger) - Porto (Por)
    Fenerbahce (Tur) - Lokomotiv Mosca (Rus)
    Anderlecht (Bel) - Olympiacos (Gre)
    Midtjylland (Dan) - Manchester United (Eng)
    Augsburg (Ger) - Liverpool (Eng)
    Sparta Praga (Cze) - Krasnodar (Rus)
    Galatasaray (Tur) - LAZIO (ITA)
    Sion (Sui) - Braga (Por)
    Shakthar Donetsk (Ukr) - Schalke (Ger)
    Marsiglia (Fra) - Athletic Bilbao (Esp)
    Siviglia (Esp) - Molde (Nor)
    Sporting Lisbona (Por) - Bayer Leverkusen (Ger)
    Villarreal (Esp) - NAPOLI (ITA)
    Saint Etienne (Fra) - Basilea (Sui)
    Fonte: La Repubblica


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Dic 17, 2015 3:01 pm

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Coppa Italia: La Juventus batte il Torino per 4 a 0! DoppioPingu DoppioPingu

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Dic 17, 2015 3:08 pm

    Juventus-Torino 4-0, derby senza storia allo Stadium


    L'esultanza di Zaza dopo il gol del 2 a 0

    Zaza sblocca un primo tempo equilibrato, nella ripresa i bianconeri dilagano: l'ex Sassuolo firma la doppietta dopo l'espulsione di Molinaro, nel finale Dybala e Pogba fissano il risultato e lanciano la Vecchia Signora ai quarti di finale di Coppa Italia contro la vincente di Lazio-Udinese

    TORINO - Lo Stadium rimane maledetto per il Torino, Simone Zaza trascina la Juventus ai quarti di finale di Coppa Italia (contro la vincente di Lazio-Udinese). I bianconeri, dopo quella di campionato, si aggiudicano anche la seconda stracittadina stagionale, sfruttando la serata di iperattività dell'attaccante ex Sassuolo: due gol a indirizzare la sfida, un cartellino giallo rimediato e altri due schivati per pochissimo. E' lui il protagonista della serata della Vecchia Signora, che nobilita la competizione vinta nel maggio scorso con un turnover ragionato e una prestazione solidissima. Nel finale, con il Toro rimasto in 10 per l'espulsione di Molinaro, i campioni d'Italia dilagano: magie di Dybala e Pogba, finisce addirittura 4-0.

    UN LAMPO NELLA NOIA - Allegri e Ventura si giocano il derby con lo stesso identico modulo e la partita ristagna per almeno mezz'ora. Il doppio 3-5-2 non lascia spazio alle emozioni, il Torino prova a stanare i bianconeri con il solito possesso palla tra difensori ma la Juventus non ha la minima intenzione di lasciare spazio alle folate di Bruno Peres e compagni. C'è Belotti con Maxi Lopez in attacco per i granata, mentre i padroni di casa registrano l'esordio dal primo minuto di Rugani, la solita alternanza sulle corsie - tocca al tandem Lichtsteiner-Alex Sandro - e la presenza di Morata insieme a Zaza. Sono loro due a confezionare la rete che scuote il match dal torpore. Minuto 28, l'ex Sassuolo ha appena rischiato di finire sotto la doccia con un intervento scellerato su Ichazo: lo spagnolo scappa sulla sinistra e mette in mezzo, il mancino di prima intenzione del numero 7 bianconero è una perla. Il primo tempo scivola via così, con più ammoniti che occasioni da rete. Difficile immaginare la goleada finale.

    LA JUVE DILAGA - Bianconeri pericolosissimi già dal fischio d'inizio della ripresa. Destro a giro di Morata, Ichazo si allunga e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner la Juve trova il raddoppio ma Bonucci viene colto in offside: gol annullato. Molinaro affonda il tackle su Molinaro, Doveri estrae il sacrosanto secondo giallo e il derby del Torino si mette come peggio non potrebbe già a partire dalla punizione seguente. Marchisio al cross, mischia in area, un rimpallo permette a Zaza di battere Ichazo per la seconda volta: sterzata sul rientro di Moretti per portare il pallone sul prediletto mancino e conclusione letale per il raddoppio. Da rivedere la posizione di partenza dell'attaccante, che rischia ancora l'espulsione con un'entrata in ritardo ai danni di Belotti prima di lasciare spazio a Dybala. E' proprio l'ex rosanero a trovare la via del 3-0. Solita fuga di Alex Sandro sulla sinistra, Moretti libera l'area senza troppa convinzione, Morata raccoglie e pesca il nuovo compagno di reparto nel cuore della mezzaluna del limite: sinistro imparabile per Ichazo. L'argentino aveva già cercato il bersaglio grosso così come Belotti, autore dell'unico guizzo granata: scambio con Maxi Lopez e destro sull'esterno della rete. Manca la ciliegina, la mette Paul Pogba con una punizione che sorprende tutti. Posizione leggermente defilata sul centro-destra, tutti attendono Dybala, va invece il francese con il destro a giro sulla barriera: la Juventus cala il poker e vola ai quarti aspettando la vincente di Lazio-Udinese, il Torino viene spazzato via.

    JUVENTUS-TORINO 4-0 (1-0)
    Juventus (3-5-2): Neto; Rugani, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (36′ st Padoin), Marchisio (42′ st Hernanes), Pogba, Alex Sandro; Zaza (8′ st Dybala), Morata. (Buffon, Rubinho, Barzagli, Caceres, Evra, Cuadrado, Sturaro, Mandzukic). All.: Allegri
    Torino (3-5-2): Ichazo; Bovo, Glik, Moretti (37′ st Avelar); Bruno Peres, Acquah, Gazzi, Baselli (19′ st Silva), Molinaro; Belotti (19′ st Quagliarella), Maxi Lopez. (Padelli, Castellazzi, Jansson, Pryima, Zappacosta, Prcic, Vives, Amauri). All.: Ventura
    Arbitro: Doveri
    Reti: 28′ pt e 6′ st Zaza, 28′ st Dybala, 37′ st Pogba
    Ammoniti: Marchisio, Zaza, Acquah
    Espulso: Molinaro
    Recupero: 1′ e 0
    Fonte: La Repubblica



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Gio Dic 17, 2015 9:14 pm






    soddisfazioni soddisfazioni hiphiphurrà hiphiphurrà festeggiare festeggiare DoppioPingu DoppioPingu taaaaaadaaaaaa


    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Dic 20, 2015 9:25 am

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    La Pistoiese batte il Savona per 1 a 0! PinguHop

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Dic 20, 2015 9:32 am

    Pistoiese-Savona, sfida fra due deluse

    Alvini: «I ragazzi sono consapevoli dell’importanza della gara, un successo ci farebbe trascorrere un Natale più sereno»


    Un'azione durante il match Pistoiese-Arezzo

    PISTOIA. Sceglie la linea del silenzio la Pistoiese dopo la sfuriata, pubblicata venerdì 18 dicembre da Il Tirreno, da parte dei tifosi della curva Nord.

    La società, infatti, parlerà soltanto poche ore prima di Natale e preferisce rimanere concentrata sull’ultima partita del 2015. Una contestazione che andrà in scena, nella sua forma più estrema, questa sera (sabato 19 dicembre) alle 20.30 quando Pistoiese e Savona si affronteranno al “Melani” per la 16° giornata del girone B di Lega Pro: di fronte terz’ultima ed ultima del campionato con i liguri che però, a fronte dell’unico punto a referto, ne avrebbero in realtà 13 al netto delle penalizzazioni, vale a dire uno in più di quelli “veri” della Pistoiese.

    Due squadre che, comunque, non navigano in buone acque e questo lo si capisce anche dai convocati: 18 per la Pistoiese, visto che rimangono fuori i soliti noti per infortunio e scelta tecnica, 17 per il Savona che in settimana ha perso il jolly Speranza, ha due squalificati e prima di partire per Pistoia ha dovuto lasciare a casa anche capitan Antonelli, colpito da bronchite.

    «Questa partita vale tantissimo – spiega mister Massimiliano Alvini – perché chiude quattro mesi di lavoro e c’è un solo risultato a disposizione: vincendo potremmo passare un Natale leggermente più sereno con una classifica che darebbe un po’ di respiro in più anche se sempre molto negativa. La squadra è consapevole che non si può sbagliare e mi auguro che lo metta in pratica. Troviamo una squadra che ha fatto più punti di noi, in attacco ha buone individualità e verranno a giocarsela».

    Alvini tornerà al suo 4-3-1-2 con il dubbio legato a capitan Di Bari: il difensore sta avendo problemi con la maschera protettiva realizzata per proteggere il naso appena operato e potrebbe non giocare. In tal caso la coppia centrale sarà composta da Pasini e Falasco con Lanini e Sammartino pronti ad agire sulle fasce. Davanti confermata la coppia Sinigaglia-Rovini con Mungo da trequartista. Di sicuro si giocherà in un clima spettrale, pronto a non perdonare il benché minimo errore alla squadra in campo di fronte ad una contestazione che non si vedeva, così forte, dai tempi della presidenza Braccialini. «Il clima del match è particolare già da diverso tempo – dice Alvini – perché i risultati non arrivano e può anche essere giusto. Mi auguro soltanto che almeno durante la partita sia data la possibilità alla squadra di esprimersi al meglio».

    Iniziativa. Per incentivare una presenza più importante sugli spalti, ieri una delegazione di squadra e staff si è recata all’istituto Agrario “Barone de’ Franceschi” incontrando alcuni studenti e consegnando loro tagliandi omaggio per essere presenti al match. Vedremo se sarà così oppure no.
    Fonte: Il Tirreno



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Dic 20, 2015 3:35 pm

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    La Juventus batte il Carpi per 3 a 2! PinguHop PinguHop PinguHop

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Dic 20, 2015 3:38 pm

    Carpi-Juventus 2-3: doppio Mandzukic e Pogba, 7ª vittoria di fila

    Borriello illude gli emiliani, poi travolti dalla doppietta del croato e il sigillo del francese, autogol di Bonucci nel recupero. Dal derby in poi, i bianconeri hanno sempre vinto

    20 DICEMBRE 2015 - MODENA
    La rimonta scudetto della Juve continua: i bianconeri vincono anche in casa del Carpi per 3-2 e si portano momentaneamente al secondo posto a 33 punti, a -3 dall'Inter capolista (ma con i risultati di Napoli e Fiorentina è poi sceso di nuovo al quarto). Agli emiliani non basta un bel gol di Marco Borriello perché la doppietta di Mandzukic e il gol di Pogba ribaltano il risultato, anche se l'autorete du Bonucci nel recupero e un ultimo giro di orologio di sofferenza mettono i brividi ad Allegri. Per i bianconeri è la settima vittoria consecutiva in campionato: dal derby col Toro in poi sono sempre arrivati i tre punti.

    LA LEGGE DI MANDZUKIC — Nei padroni di casa, orfani degli infortunati Fedele, Bubnjic e Wallace, reduci dalla vittoria in Coppa Italia ai danni della Fiorentina, Castori ha puntato inizialmente su un abbottonato 5-3-2, con il solo Di Gaudio a sostegno dell'unica punta Borriello. Confermato il 3-5-2, invece, in casa Juve, dove Allegri ha mandato in avvio in campo Barzagli, Bonucci e Chiellini davanti a Buffon; Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba ed Evra sulla linea mediana; con Dybala e Mandzukic in attacco. Eppure, dopo un tentativo di poco alto di Dybala (al 4'), il Carpi era passato in vantaggio, al 15': Cuadrado ha sbagliato a centrocampo e Cofie ha servito in profondità Borriello, abile ad eludere la marcatura di Bonucci e a battere Buffon con un destro sul palo del portiere. Ma la gioia emiliana è durata appena tre minuti, quando Mario Mandzukic è salito in cattedra. Minuto 18: su un cross da destra di Cuadrado, Khedira spara su Belec, sulla respinta Mandzukic la butta dentro con una girata da applausi. Ed è sempre il croato, al 41', a firmare il sorpasso, di testa, sfruttando al meglio un cross al bacio di Evra dalla sinistra.

    BRIVIDI FINALI — Nella ripresa, c'è spazio anche per il sigillo di Pogba (al 5'), pescato con un bel lancio da Marchisio e aiutato dalla dormita di Zaccardo. Per il resto della gara i bianconeri hanno controllato il risultato, fino ai minuti di recupero, durante i quali prima Bonucci ha realizzato il più classico degli autogol e a seguire (prima del triplice fischio) Lollo ha mancato l'occasione del 3-3.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Lun Dic 21, 2015 9:57 pm





    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Mer Gen 06, 2016 9:30 pm

    La Juve inizia bene il 2016: 3-0 al Verona


    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Gen 07, 2016 10:02 am

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    La Juventus batte il Verona per 3 a 0! PinguHop PinguHop PinguHop

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Gio Gen 07, 2016 10:07 am

    Juve-Verona 3-0. Allegri si gode Dybala: gol e assist per Bonucci. Chiude Zaza

    Ottava vittoria consecutiva in campionato per i bianconeri, momentaneamente secondi in classifica

    La Befana questa volta è stata buona con la Signora: dopo il pari dell'anno scorso e la sconfitta di due stagioni fa, la Juventus nella calza ha trovato tre punti preziosi per continuare il suo cammino di avvicinamento al primo posto: contro il tenero Verona è arrivata l'ottava vittoria di fila in campionato, un ruolino di marcia che ha permesso ai bianconeri di ricominciare a sognare lo scudetto. Per l'Hellas invece solo carbone amaro: 8 punti in classifica, ancora zero vittorie in questo campionato, ultimo posto solitario e una situazione che si fa sempre più preoccupante.


    Festa bianconera al gol di Dybala.

    MAGHETTO DYBALA — La Juventus senza Mandzukic e Barzagli (al loro posto Morata e Caceres) chiude nel primo tempo una partita che in realtà non è mai cominciata. Il Verona dell'ex Delneri, schierato con un 4-4-2 e senza Toni (costretto a dare forfeit in mattinata per un problema fisico), colpisce più che altro per mollezza e totale mancanza di intraprendenza. Dopo 8 minuti i bianconeri sono già in vantaggio: fallaccio di Souprayen su Lichtsteiner, punizione di Dybala dalla destra che con il sinistro inventa una traiettoria a scendere, imprendibile per Gollini. Un'altra magia nello straordinario repertorio dell'argentino, sempre più trascinatore della Juventus: per lui 9 gol in campionato e 11 totali in bianconero. Non a caso Pogba lo ha soprannominato Quadrato R2, ovvero il tasto che bisogna schiacciare alla playstation per fare il tiro a giro. Bene anche il francese, che delizia con alcune giocate.

    TRIPLETTA SERVITA — T'aspetti una reazione del Verona che però non arriva: niente a parte un tentativo estemporaneo di Pazzini (11'), su cui Buffon è prontissimo a deviare in angolo. Per il resto l'attaccante si sgola chiedendo ai compagni di salire, ma è fiato sprecato: in nove se ne stanno dietro alla linea della palla, rintanati nella propria metà campo, nella speranza di limitare i danni. Così la Juventus è padrona del campo: dopo un tiro di Morata (deviato dal portiere) e un buon anticipo di Souprayen (una delle poche note liete dell'Hellas) su Lichtsteiner arriva il raddoppio di Bonucci: altra punizione di Dybala (stavolta dalla sinistra) e stacco imperioso (e solitario) del difensore, che di testa firma il 2-0. Non senza colpe i centrali del Verona, che invece di saltare sono rimasti a guardare. Il secondo tempo inizia con fallo di Bianchetti su Pogba, al limite del calcio di rigore. Delneri prova a dare una scossa inserendo Juanito Gomez e l'ultimo arrivato Emanuelson: sempre un 4-4-2 ma molto più offensivo, ma continuano a non arrivare tiri in porta. A fruttare invece sono i cambi di Allegri: Zaza sostituisce un volenteroso Morata e segna dopo tre minuti su ottimo invito di Pogba. L'ex del Sassuolo continua ad avere una media gol-minuti giocati spaventosa. Così come la Juventus continua ad accumulare punti e si avvicina sempre più alla vetta.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Gen 10, 2016 9:43 pm



    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 98827
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Gen 10, 2016 10:18 pm

    Sampdoria-Juventus 1-2, bianconeri secondi
    Al 16' primo gol della Juventus: Pogba stoppa di petto spalle alle porta e girandosi tira al volo col sinistro: Viviano non può arrivarci.   gongolare  gongolare  hiphiphurrà  festeggiare

    Al 46' la Juventus raddoppia con Khedira. Dybala lo pesca con un passaggio filtrante al centro dell'area. Il centrocampista bianconero a tu per tu con Viviano realizza con facilità.  
    hiphiphurrà hiphiphurrà festeggiare festeggiare taaaaaadaaaaaa taaaaaadaaaaaa DoppioPingu DoppioPingu



    _________________

    Juventino nel cuore
    “La morte è la morte. C'è sempre stata. Che sia per un attacco di cuore, cancro o uno zombie. Che differenza c'è?”
    La natura è divina, la natura umana è tossica.
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 122451
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Gen 11, 2016 9:56 am

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    La Juventus batte la Sampdoria per 2 a 1! DoppioPingu
    ....arrivando seconda nel Campionato d'Inverno insieme all'Inter!!!


    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    -------

    http://www.avanzi-amo.com/viewtopic.forum?t=1905


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Non sempre "Sempre e per sempre" è per sempre!!!
    Salva una Pianta, mangia un Vegano!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Nov 22, 2017 9:24 am