Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    La testa nel pallone

    Condividere

    Kim Winchester
    La tua Anima ha un peso!
    La tua Anima ha un peso!

    Messaggi : 46677
    Data d'iscrizione : 01.08.13

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da Kim Winchester il Ven Mag 22, 2015 4:39 pm

    DOKURORIDER ha scritto:
    IO L'HO SEMPRE DETTO.....


    SEMPLICE NO!!  
    Ancora questo!!!!!  Mo\' basta   sogghigno sogghigno sogghigno
    avatar
    DOKURORIDER
    Guardati le spalle Cacciatore!
    Guardati le spalle Cacciatore!

    Messaggi : 10381
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 150
    Località : oltre i confini umani

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da DOKURORIDER il Sab Mag 23, 2015 2:18 pm

    Kim Winchester ha scritto:
    DOKURORIDER ha scritto:
    IO L'HO SEMPRE DETTO.....


    SEMPLICE NO!!  
    Ancora questo!!!!!  Mo\' basta   sogghigno sogghigno sogghigno
    Ancora questo.... sisisi sisisi sisisi


    _________________
    Rapido come il vento, Silenzioso come la foresta, Feroce come il fuoco, Inamovibile come la Montagna!
    Il Dokurorider non riconosce maestri...e siede da solo a capotavola ad ammirare gli OPPAI!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Mag 24, 2015 8:12 am

    http://www.juvemagazine.it/2015/05/23/video-auriemma-saluta-la-champions-per-colpa-della-juve-che-rosicata-in-diretta-tv/13959


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Mag 24, 2015 8:15 am

    " />

    " />

    [img][/img]


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Mag 24, 2015 8:21 am

    Juventus 3-1 Napoli: Pereyra-Sturaro-Pepe, festa bianconera festeggiare

    Sabato scorso l'Inter, ieri il Napoli: non chiamatela Juve B perchè altrimenti si arrabbia. Il 3-1 con cui vengono stroncate le speranze europee dei partenopei è l'esempio di come i bianconeri non hanno voglia di regalare niente a nessuno, nemmeno a fine stagione, nemmeno quando il campionato di serie A è già vinto e stravinto. Eppure il Napoli parte bene e sfiora il gol dopo appena due minuti con Mertens.

    La Juventus, però, è viva e al primo vero affondo passa in vantaggio: l'invenzione è di Coman, la finalizzazione è affidata al bravissimo Pereyra. Una mazzata per gli ospiti che provano a farsi vivi dalle parti di Buffon, con una manovra che però risulta lenta e inefficace: anzi, i bianconeri potrebbero addirittura raddoppiare con Pogba, il cui tiro finisce di pochissimo sopra la traversa.
    Ci pensano Sturaro e Pepe, dopo il momentaneo pareggio di Lopez

    La partenza della squadra di Benitez, nella ripresa, è di quelle fulminanti. Dopo quattro minuti, Banti concede il rigore per fallo di 'braccio' di Asamoah: batte Insigne, Buffon riesce a parare ma David Lopez infila il pareggio. Il Napoli insiste e i padroni di casa rischiano per ben due volte di capitolare: ancora David Lopez costringe alla prodezza il portiere della Nazionale che si ripete sugli sviluppi dell'angolo seguente, deviando in angolo un colpo di testa di Hamsik.

    Nel momento migliore del Napoli, i bianconeri passano inaspettatamente in vantaggio: Sturaro sorprende Albiol lasciandolo sul posto e fulmina Andujar con un meraviglioso sinistro all'angolino. Gli ospiti non si danno per vinti e provano ad arrivare nuovamente al pareggio, ancora con Lopez che sfiora il palo su un'uscita incerta di Buffon.

    Nel recupero, saltano i nervi a Britos che rifila una testata ad Alvaro Morata. Di nuovo calcio di rigore, questa volta per la Juventus, con Simone Pepe che torna al gol dopo gli innumerevoli problemi fisici.
    festeggiare festeggiare festeggiare taaaaaadaaaaaa festeggiare festeggiare festeggiare



    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Mag 24, 2015 1:56 pm

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    La Juventus batte il Napoli per 3 a 1! DoppioPingu
    Buffon para un rigore! PinguHop


    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114157
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da annika il Sab Mag 30, 2015 11:21 am

    Fifa, Blatter: "L'Uefa mi odia. Platini? Perdono, ma non dimentico" mafioso mafioso mafioso mafioso

    Il presidente dopo la rielezione a presidente della Fifa: "Non hanno capito che nel 1998 sono diventato presidente". Intanto alla conferenza di chiusura del congresso non commenta le accuse a Warner: "Non mi riguardano"



     






    30 maggio 2015 - Milano
    Fresco di rielezione alla presidenza della Fifa, per Joseph Blatter è il momento di mandare i primi segnali a chi ha deciso di non mettersi dalla sua parte. E il bersaglio più grosso e rumoroso è lui, quel Michel Platini - numero 1 della UEFA -, che il giorno precedente le elezioni gli ha chiesto prima in privato e poi pubblicamente le dimissioni, annunciando il sostegno alla candidatura del giordano Alì Bin al-Hussein. Blatter, questa mattina in un'intervista agli svizzeri di RTS, ha dapprima preso di mira l'organo amministrativo del calcio europeo: "C'è un odio che non viene soltanto da una persona, ma da un'organizzazione, l'Uefa, che non ha capito che nel 1998 sono diventato presidente". Per poi lanciare la bordata al francese: "Platini? Perdono tutto il mondo, ma non dimentico".
    il discorso, le frizioni con gill e le accuse — Sepp Blatter intorno alle 12 ha poi presenziato alla conferenza di chiusura del Congresso Fifa che ha votato il quinto mandato al presidente. "Sono felice di essere stato rieletto per altri quattro anni - esordisce Blatter -. A dispetto dei problemi emersi in questi giorni, la grande maggioranza dei paesi mi ha confermato la sua fiducia e ora tocca a me risolvere i guai. Affronterò questa tempesta, tocca a noi avere la responsabilità di riportare alla calma le acque. Il presidente e tutto il suo entourage. La Fifa deve tornare forte, felice e credibile". Ma David Gill, l'inglese che starebbe rinunciando alla vice-presidenza per protesta contro la rielezione di Blatter, non crede che tutto ciò sia possibile con il dirigente svizzero al comando. Blatter fa spallucce: "Non so perché Gill oggi non ci sia, so invece che è stato nominato vice-presidente. Se voi ne sapete di più...". Laconico il commento sulle accuse a Jack Warner, ex vice-presidente Fifa arrestato mercoledì per corruzione: "Non so entrare nello specifico di queste accuse, non mi riguardano. Lasciamo che le indagini vadano avanti... i soldi a Warner li avrei dati io? Non rispondo a questo genere di domande. Chi fa le indagini ha diritto di farle, anche su di me. Ma io non ho nessuna preoccupazione: non ho mai avuto paura di essere arrestato. Arrestato per cosa, poi?". Ma un presidente può non essere coinvolto se nella sua organizzazione c'è del marcio? "Io posso parlare solo della mia persona. I membri del comitato non sono eletti da me o dall'organo che ha eletto me. Ci sono responsabilità personali che non mi toccano...". Le frizioni con la Uefa e possibili ripercussioni, come boicottare il Mondiale? "Ma no, Uefa fa parte della Fifa. Abbiamo bisogno gli uni degli altri. Ed entrambi abbiamo a cuore l'immagine della coppa del Mondo". A proposito di immagine, quella della Fifa è stata sicuramente danneggiata dagli arresti seguiti all'inchiesta dell'Fbi. Il caso di Visa potrebbe non restare isolato. "Dobbiamo riconquistare credibilità davanti ai nostri partner, lo so. Ma sono sicuro che sistemeremo con ognuno dei nostri sponsor".Gazzetta dello sport


     



    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Mag 31, 2015 8:37 am



    La Juventus pareggia col Verona per 2 a 2! PinguHop



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Mag 31, 2015 8:41 am

    Verona-Juventus 2-2. Toni sale a 22 gol in testa alla classifica cannonieri

    Allegri archivia il campionato con i gol di Pereyra (un gioiello) e Llorente e finisce con 87 punti. Toni piazza il 22° centro: ora aspetta Icardi (a 20) prima di diventare il re dei bomber. Nel finale Rafael para un rigore a Tevez e fa festa con il suo centravanti. Espulso Pepe

    Tra Juventus e Verona finisce pari, ma la festa è tutta di Luca Toni, osannato dai tifosi dell'Hellas dal primo all'ultimo minuto. Con un gol sale a 22 gol in campionato, stacca Tevez (fermo a 21) e si porta a +2 su Icardi, ipotecando il trono del gol.

    RIGORE SBAGLIATO — Però la partita la sbocca uno che non ha il nome che inizia per T: Pereyra inventa una rete che è un vero bijoux, tiro a giro da fuori che finisce nell'angolino. Una decina di minuti prima Llorente aveva colpito la traversa con un colpo al volo. Il Verona gioca tutto per Toni, la Juve invece va al piccolo trotto. Giustamente, visto che tra una settimana c'è la finale di Champions League. Però l'attaccante del Verona ci mette poco a riprendersi la scena: un pallone perso da Tevez innesca il contropiede gialloblù, Hallfredsson lancia Toni che coglie al volo l'occasione. vincente e 1-1. E' il primo segnale della resa: lo sfidante Carlitos s'inchina di fronte al vincitore. Quello definitivo arriva a pochi spiccioli dalla fine del match, quando Rafael tocca quel tanto che basta per mandare fuori il rigore calciato da Carlitos (fallo di Marquez su Llorente). Giusto così, anche perché Toni ci ha provato e creduto più dell'argentino, mettendo il piede in tutte le occasioni da gol del Verona. Sembra quasi che solo a lui sia consentito tirare: solo Hallfredsson ci prova una volta, guadagnando un angolo.

    CHIUDE JUANITO — Però, nonostante il ritmo da partitella della domenica, è la Juve a tornare in vantaggio al 12': Pirlo per Padoin (che poco dopo, con l'ingresso in campo di Lichtsteiner, si sposterà a fare il terzino sinistro) e stavolta non c'è legno che fermi Llorente. In fondo al Verona sta bene così: con due gol di vantaggio su Icardi (che giocherà domani) Toni a 38 anni è a un passo dal bis come miglior marcatore del campionato (lo è già stato nel 2005-06 con la Fiorentina e potrebbe diventare il primo a conquistarla con due maglie diverse). Il Verona reclama per fallo in area di Ogbonna su Gomez (dubbio), ma poi si consola trovando il pari proprio con Juanito a pochi secondi dalla fine. I gialloblù festeggiano come se avessero vinto la Champions, la Juve ora può pensare solamente a Berlino. Lì il sogno può diventare realtà.
    Fonte: La Gazzetta dello SPort



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114157
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da annika il Mar Giu 02, 2015 8:12 pm

    Fifa: Blatter via a fine anno, poi nuove elezioni

    "Non sento più appoggio del calcio". Fbi indaga su di lui. Platini: scelta giusta e coraggiosa










    Sepp Blatter rimarrà in carica fino alla fine dell'anno e che poi, "entro marzo 2016", ci saranno nuove elezioni per la presidenza dell'ente mondiale. "Tengo alla Fifa più di qualsiasi cosa, sono stato rieletto ma non sento più l'appoggio del mondo del calcio - fa sapere Blatter -, quindi un nuovo presidente verrà eletto per succedermi".

    La decisione di Blatter e' ''coraggiosa''. Lo afferma - secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg - il presidente della Uefa, Michel Platini, sottolineando che Blatter ha preso una ''decisione difficile'' che va ''nella giusta direzione''.



    Le dimissioni di Blatter sono una "totale sorpresa ma mirano a mantenere unita la Fifa", per il ministro dello sport russo, Vitali Mutko, che aveva sostenuto la rielezione del presidente. "Le sue dimissioni arrivano come una sorpresa - ha detto alla Tass -. Le sue frasi rendono chiaro che vuole salvare la Fifa e che si aspetta delle riforme".



    "Quella di Blatter è la mossa giusta, penso che ora dobbiamo cominciare a pensare al futuro". Questo il primo commento del principe Ali' di Giordania, fatto alla Cnn, dopo l'annuncio delle dimissioni del n.1 della Fifa che lo aveva sconfitto nelle elezioni per la presidenza della scorsa settimana. Ali' bin Al Hussein non ha voluto dire se proverà ricandidarsi: "Sono a disposizione di tutte le federazioni nazionali che vogliono cambiare, comprese quelle che avevano paura di farlo".

    "Ben gli sta, ora sparisca. Di lui non voglio proprio sentir parlare". L'ira di Gennaro Gattuso per l'offesa della mancata premiazione degli azzurri da parte di Sepp Blatter ai mondiali 2006 non è ancora finita. ''Altro su di lui non dico - aggiunge all'Ansa - non merita commenti''.
    L'Fbi e le autorita' americane starebbero indagando su Sepp Blatter nell'ambito dello scandalo delle tangenti. Lo riporta il network Abc citando alcune fonti. L'indiscrezione arriva dopo le dimissioni di Blatter  ai mondiali 2006 non è ancora finita. ''Altro su di lui non dico - aggiunge all'Ansa - non merita commenti''.
    L'Fbi e le autorita' americane starebbero indagando su Sepp Blatter nell'ambito dello scandalo delle tangenti. Lo riporta il network Abc citando alcune fonti. L'indiscrezione arriva dopo le dimissioni di Blatter dalla guida della Fifa.ansa


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Sab Giu 06, 2015 9:24 pm

    Champions League - Finale
    Juventus 1 - 3 Barcellona

    castigo castigo castigo lacrimoni lacrimoni TristezzaEstrema TristezzaEstrema



    Juve sconfitta 3-1, la coppa al Barcellona
    All’Olympiastadion di Berlino la finale di Champions League è degli spagnoli



    Il gol di Suarez che ha deciso la partita al 68’

    Il Barcellona vince la sua quinta Coppa dei Campioni superando la Juventus per 3-1 nella finale giocata all’Olympiastadion di Berlino e conquistando il suo secondo triplete dopo quello del 2008. Morata replica alla rete iniziale di Rakitic, ma poi decidono il gol di Suarez al 23’ della ripresa e un gol all’ultimo minuto di recupero di Neymar.


    la festa blaugrana


    La cerimonia di premiazione con i giocatori della Juventus


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Lun Giu 08, 2015 4:01 pm



    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114157
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da annika il Gio Giu 25, 2015 9:09 pm

    Corinthians pentito: “Prego giorno e notte per cedere Pato”

    http://calciomercato.corriere.it/2015/06/25/corinthians-pentito-prego-giorno-e-notte-per-cedere-pato/


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Sab Ago 08, 2015 2:07 pm

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Supercoppa Italiana: La Juventus batte la Lazio 2 a 0! DoppioPingu

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Ago 09, 2015 7:23 am

    Supercoppa italiana 2015: Juventus Lazio 2-0, a Shanghai decidono nella ripresa i gol di Mandzukic e Dybala
    Lazio battuta con le due reti dei nuovi acquisti bianconeri. Allegri: "Gara di carattere. Mercato? Valuta il club". Pioli: "E' mancato solo il risultato"


    E' della Juventus, come da pronostico, il primo trofeo della nuova stagione. A Shanghai, in uno stadio dal manto erboso pessimo e in un ambiente condizionato dal forte vento, la squadra di Allegri batte 2-0 la Lazio dopo un primo tempo all'insegna della noia, in cui però le cose migliori avevano cercato di farle i giocatori biancocelesti. Poi però, nella ripresa, la Juve si è svegliata e trascinata da un ottimo Pogba, galvanizzato dalla maglia numero 10, ha chiuso il match nel giro di 4 minuti, dal 69' al 73', con due reti dei nuovi acquisti Mandzukic e Dybala.
    Maggior numero di scudetti e di Coppa Italia e, ora, anche di Supercoppa italiana. Con la vittoria per 2-0 contro la Lazio, a Shanghai, la Juventus conquista la settimana Supercoppa e stacca nella speciale classifica il Milan, che resta fermo a quota sei. La Juventus - alla quarta edizione consecutiva della competizione - è anche la squadra che ha preso parte a più edizioni della Supercoppa, ben 11 inclusa quella di oggi in Cina.


    " />

    [img][/img]


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Sab Ago 22, 2015 4:32 pm

    Calendario partite Serie A Tim del campionato di calcio 2015/2016

    http://www.sportlive.it/calcio/calendario-serie-a-2015-2016-risultati-anticipi-posticipi.html


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Lun Ago 24, 2015 2:52 pm


    Serie A, Juventus-Udinese 0-1: decide Thereau, i Campioni d'Italia cadono
    Bianconeri battuti per la prima volta nella storia al debutto in casa. Il gol decisivo del francese al 78', che punisce una squadra prevedibile, lenta e decisamente poco tecnica

    Clamoroso allo Juve Stadium! Passa l'Udinese, con una vecchia ricetta: catennaccio e contropiede. Difesa ordinata, tutti dietro la palla e leggero cambio di marcia nella seconda parte della ripresa, quel tanto che basta per pescare la giocata vincente Kone-Thereau. Il tutto facilitato da una Juve prevedibile, lenta e decisamente poco tecnica. Va benissimo Cuadrado, ma a questa squadra serve ora soprattutto un organizzatore di gioco di gran livello, altrimenti finisce per portare fuori ruolo anche un cavallo di razza come Pogba.
    Fra i campioni d'Italia c'è Mandzukic dal primo minuto, provino okay in mattinata. Va invece in panchina Dybala per fare posto ancora una volta a Coman, proprio come a Shanghai, in Supercoppa, contro la Lazio. Senza Marchisio, è Padoin a fare la guardia davanti alla difesa, ma a turno tocca in realtà a Bonucci e a Pogba dettare i ritmi del gioco. E lì il francese perde moltissimo. Pereyra vince il ballottaggio con Sturaro, sulle fasce i soliti Lichtsteiner ed Evra, mentre dietro, ai lati di Bonucci e a protezione di Buffon, ci sono i titolarissimi Barzagli e Chiellini.
    Udinese a specchio: Karnezis in porta; Heurtaux, Danilo e Piris dietro; Edenilson e Adnan esterni; Badu, Iturra e Bruno Fernandes in mezzo al campo; Thereau a ridosso di Di Natale. Atteggiamento inizialmente rinunciatario quello dei friulani, con gli esterni che di fatto sono in marcatura piena sui dirimpettati Lichtsteiner ed Evra. Però la "diga" funziona, e infatti ne escono quarantacinque minuti noiosi. Al 5', Coman è molle a dieci metri da Karnezis, un quarto d'ora dopo pure Pereyra fa il sollettico al portiere greco, meglio Lichtsteiner che su sponda di Mandzukic costringe Karnezis a una respinta non semplicissima, infine colpo di testa di poco alto di Mandzukic. L'Udinese? E' tutta in una discesa disordinata di Adnan con sinistro a lato.
    Nememno il tempo di rientrare in campo dopo l'intervallo ed eco che Colantuono deve rinunciare a Badu, infortunato: dentro Kone. La Juve alza leggermente il ritmo, Pogba dai 20 metri gira di destro, di prima intenzione, ma non trova la porta. Al 13', Bruno Fernandes è strepitoso, e in acrobazia, a due metri da Karnezis, toglie la palla a Pereyra. C'è poi un sinistro molle di Padoin e una mischia che i friulani sbrogliano con un pizzico di fortuna. Quindi, assist-magia di Dybala (dentro al posto di Coman) che Pogba spreca con un dribbling di troppo in piena area. E allora ecco la beffa alla prima vera sortita di un'Udinese più brillante con l'ingresso in campo di Zapata per Di Natale. Minuto 33: cross da destra di Kone, difesa bianconera addormentata e tocco vincente sotto misura di Thereau, dimenticato sul secondo palo. Dentro Llorente e Isla, la reazione della Juve è però poca cosa. L'Udinese alza ulteriormente il muro, lavora bene un paio di ripartenze e porta a casa una vittoria pesantissima sotto ogni punto di vista.
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Dom Ago 30, 2015 8:53 pm

    Roma-Juventus 2-1, Pjanic-Dzeko: festa Garcia, per Allegri k.o. storico

    I due bosniaci firmano il trionfo giallorosso nella ripresa. I bianconeri restano in dieci per l'espulsione di Evra poco prima del raddoppio, accorciano con Dybala e subiscono il secondo k.o. di fila nelle prime due gare: nei campionati a girone unico non era mai accaduto

    Due partite, due sconfitte. È presto per dire che lo scudetto non è roba per lei, visto che siamo solo alla seconda giornata, ma la Juventus che cade all'Olimpico (2-1) e resta a zero punti fa un gran rumore. Mentre la Roma, che si gode i nuovi acquisti e un Pjanic versione Pirlo, rafforza la sua candidatura per il tricolore. In questo caldo di fine agosto, con le gambe appesantite dal caldo (temperatura oltre i 35 gradi e umidità alle stelle) e dalla preparazione ancora troppo vicina, quello che colpisce è l'arrendevolezza della Juve che si sveglia solo nel finale, quando in dieci (rosso ad Evra) è anche più difficile rimontare. La Roma invece deve meditare sulle occasioni sprecate e suoi rischi corsi nel finale .
    RITMI BASSI — Partita brutta nel primo tempo che si accende nella ripresa grazie ai tre gol e all'espulsione. La Roma aveva illuso i quasi sessantamila dell'Olimpico con una partenza incalzante, invece sono stati i giallorossi ad adeguarsi all'andamento lento della Juve, che senza gente capace di giocare la palla in mezzo al campo (Padoin ancora al posto di Marchisio) e con Pogba in versione "normal" sceglie di aspettare e ripartire. L'idea è quella di far impostare Bonucci, ma la manovra in realtà è inesistente e i palloni toccati dalle punte si contano sulle dita di una mano. Non a caso non succedeva dal 2004-05 che la Juve non chiudesse il primo tempo con un solo tiro.
    PJANIC FA IL PIRLO — La Roma reclama un rigore dopo neanche un minuto (fallo di Mandzukic su Florenzi), e cerca di farsi strada soprattutto sulla corsia di sinistra, dove Iago Falque, in coppia con Digne, dà fastidio a Lichtsteiner e Caceres (preferito a Barzagli). Dzeko rientra e fa un gran lavoro per la squadra, Salah è sempre pericoloso quando parte in velocità, ma per arrivare in porta ci vogliono troppi passaggi. Nonostante il dominio nel ritmo e nel palleggio alla fine l'unica vera occasione giallorossa è il palo di Pjanic al 24' (destro a giro). Quel legno che si mette tra lui e il vantaggio giallorosso non va giù al bosniaco, che al 16' sblocca su punizione, con un destro morbido che scavalca la barriera: senza Pirlo, ci pensa lui a far vedere a tutti come si fa. Il gol della Roma era nell'aria, poco prima ci avevano provato Dzeko e lo stesso Pjanic. Dybala prova a imitare Pjanic su calcio piazzato dal limite (per fallo di mani De Rossi, che da centrale di difesa non sfigura), ma il suo tiro finisce alto. Il brivido vero ai tifosi della Roma però lo provoca Pogba, che mette a lato di testa.
    DYBALA, TROPPO TARDI — La Juve non reagisce, Allegri butta dentro Pereyra e poi Cuadrado, passando al 4-3-3, ma non cambia granché. L'impressione è che la squadra bianconera abbia perso, oltre a tre giocatori importanti, molto in personalità e grinta. L'espulsione di Evra per doppio giallo è il segnale della resa: Dzeko raddoppia di testa (33') su assist di Iago Falque e si capisce che la campagna acquisti della Roma ha un suo perché. Quando i bianconeri si svegliano è troppo tardi: il 2-1 di Dybala arriva al 42', mentre al due minuti dalla fine tocca a Szcesny fare una paratona su Bonucci per evitare la beffa.


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Ago 31, 2015 7:50 am

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Coppa Italia Lega Pro: La Pistoiese batte Savona per 4 a 0! DoppioPingu  DoppioPingu

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Ago 31, 2015 7:55 am

    Coppa Italia Lega Pro, Pistoiese travolge 4-0 il Savona e passa il turno


     
    Successo largo degli arancioni nel terzo turno del girone D che battono il Savona 4-0 con Vassallo, Lo Sicco, Rovini e Merini: centrata la qualificazione al turno successivo di Coppa.

    Obiettivo centrato per la Pistoiese di Massimiliano Alvini che batte 4-0 un Savona galvanizzato di per se per essere rimasto in Lega Pro ma che deve alzare bandiera bianca (in campo, per mister Riolfo, una squadra giovanissima) contro una Pistoiese che, dopo aver preso le misure nei primi minuti, ha dominato il match in lungo ed in largo.

    Quattro gol di pregevole fattura che dimostrano come gli arancioni siano già in palla e pronti per il debutto in campionato a L'Aquila: bene molti giocatori in campo con Rovini che si conferma bomber di Coppa (2 gol in 2 uscite). Gioco positivo, soprattutto sulla fascia sinistra, e punteggio che poteva essere ben più ampio senza i tre-quattro miracoli del portiere del Savona, Falcone.

    Adesso di Coppa Italia se ne riparlerà ad ottobre (possibile avversario la Robur Siena di Atzori): c'è da pensare a chiudere il mercato con il bomber che manca (ma arriverà? Virdis, ovviamente, rimarrà a Savona, nessuna voce veritiera su Corrado Colombo) e capire se domenica si giocherà in Abruzzo oppure no.

    LE FORMAZIONI
    Pistoiese (4-3-1-2): Iannarilli; Placido, Di Bari, Falasco, Cruz; Taddei, Mungo, Vassallo; Lo Sicco; Merini, Rovini. A disp: Marchegiani, Lanini, Pasini, Petriccione, Damonte, Romiti, Sanchez. All.: Alvini.
    Savona (4-3-2-1): Falcone, Antonelli, Lomolino, Pinton, Negro, Costantini, Speranza, Clematis, Gagliardi, Vittori, Virdis. A disp: Cincilla, Cabeccia, Carta, Conti, Preci, Aslannaj, Romney. All.: Riolfo.
    Arbitro: Chindemi di Viterbo

    LA CRONACA
    Mister Alvini cambia un solo elemento rispetto alle indicazioni della vigilia: Falasco centrale con capitan Di Bari assieme a Pasini, in mezzo Mungo che gioca in mezzo a Lo Sicco. Savona in campo sicuramente rinfrancato dopo le decisioni della giustizia sportiva e pronta a vender cara la pelle per superare il turno.

    17': percussione di Rovini sulla destra, cross per Vassallo che che smorza troppa la conclusione e trova soltanto un corner. Sugli sviluppi, ancora Rovini con Falcone costretto a smanacciare.

    19' GOL PISTOIESE: recupero in mezzo al campo arancione, pallone che arriva a Vassallo sulla fascia sinistra, tiro anche affrettato ma Pinton di ginocchio fa autogol.

    28': la Pistoiese continua a spingere sull'acceleratore, Alvini chiede a gran voce l'incitamento del pubblico (circa 600 spettatori sugli spalti) e gran cross di Lo Sicco per l'inserimento da dietro di Cruz che svetta ma il pallone finisce di poco a lato.

    30': arancioni gagliardi con Vassallo imprendibile sulla sinistra, entra in area ma portiere di piede l'ha salvata in calcio d'angolo.

    31': ripartenza del Savona, ammonito Falasco che stende l'avversario diretto sulla corsa.

    35': Savona temporaneamente in 10 per l'infortunio di Lomolino, Pistoiese pronta in contropiede ma Merini spreca davanti al portiere, sempre sulla fascia sinistra.

    36': primo cambio per il Savona con l'infortunio di Lomolino: entra Romney.

    37': lampo del Savona dopo un errore in disimpegno della Pistoiese. Virdis sulla sinistra trova il varco ed incrocia al meglio, Iannarilli fuori causa e pallone a lato di un soffio.

    45': imbucata centrale del Savona con Virdis che sbuca alle spalle di Di Bari, ma Iannarilli trova la giusta posizione e chiude il pericolo.

    SECONDO TEMPO
    47': Pistoiese subito pericolosa anche nella ripresa con una gran conclusione di Taddei che mira all'incrocio dei pali ma Falcone la toglie letteralmente da dentro.

    51': lancio di Mungo fra le linee perfette, Pinton scavalcato e Lo Sicco tenta il tiro sul primo palo al volo, miracolo di piede ancora di un superlativo Falcone.

    Ammonito Antonelli

    61': GOL PISTOIESE. Incontenibili arancioni in contropiede e trovano il raddoppio con una azione super. Rovini si trova a tu per tu con Falcone che compie un altro miracolo, pallone torna in mezzo all'area, botta di Taddei ad incrociare e palo, ci pensa Lo Sicco che tira sotto la traversa e va in gol.

    65': doppio cambio per la Pistoiese con Alvini che non vuole spremere i suoi. Fuori Placido e Vassallo, dentro Lanini e Damonte.

    68': GOL PISTOIESE. La grinta non manca a questa squadra che anche avanti 2-0 non abbassa la pressione e così arriva anche il tris: Cruz va via bene sulla sinistra, cross centrale e basso con Rovini che gira al volo e non lascia scampo a questo giro a Falcone.

    71': ultimo cambio per la Pistoiese, esce un applauditissimo Rovini autore ancora una volta di una ottima prova, entra l'atteso Petriccione.

    78': out Costantini in Conti

    82': out Vittori in Asllanaj

    84': partita oramai in ghiaccio per gli arancioni che possono soltanto controllare la qualificazione. Bene anche Damonte che trova il varco ma da 5 metri spara addosso a Falcone che prende anche una botta allo sterno.

    85': contropiede di Mungo che incrocia bene, ancora una volta Falcone compie un nuovo miracolo.

    88': Lo Sicco lanciato alla perfezione entra in area, Falcone gli si fa incontro ma invece di tirare regala il cioccolatino perfetto per Merini che scuote la rete.

    Finisce 4-0 al Melani: Pistoiese avanti in Coppa Italia in virtù del gol segnato in trasferta a Carrara nonostante il ko.
    Fonte: PistoiaSport



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Sab Set 12, 2015 8:58 pm

    La Juventus rischia l’ennesima sconfitta con il Chievo, si salva nel finale con un rigore di Dybala ma esce dal campo con un solo punto e i fischi del pubblico. E’ crisi nera, alla vigilia del debutto in Champions.


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 13, 2015 3:18 pm



    La Pistoiese pareggia 0 a 0 col Siena!



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Lun Set 14, 2015 2:56 pm

    Juve, un'altra botta: Marchisio fuori un mese

    Gli esiti degli esami a cui si è sottoposto in giornata hanno evidenziato uno stiramento di primo grado (al limite del secondo grado) dell'adduttore della coscia destra. Potrebbe tornare per Inter-Juve del 18 ottobre. Hernanes regista di centrocampo?
    14 SETTEMBRE 2015 - VINOVO (TORINO)

    Claudio Marchisio.

    Un mese senza Marchisio. Brutto colpo per la Juve che perde il suo regista per quattro settimane. Gli esiti degli esami a cui Marchisio si è sottoposto in giornata hanno evidenziato uno stiramento di primo grado (al limite del secondo grado) dell'adduttore della coscia destra. Salterà sicuramente il City e il Siviglia in Champions, mentre in campionato potrebbe tornare a disposizione per Inter-Juve del 18 ottobre. A questo punto Allegri sarà costretto a ridisegnare la sua Juve; probabile rivedere Hernanes nel ruolo di regista di centrocampo già dalla sfida di domani sera contro il Manchester City.
    Fonte: La Gazzetta dello Sport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Mer Set 16, 2015 9:26 am

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Champions League: La Juventus batte il Manchester City per 2 a 1! DoppioPingu

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader

    Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader Cheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96650
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da thomas il Gio Set 17, 2015 8:19 pm



    Champions, la Juve batte il City 2-1. La rivincita di Allegri: “Abbiamo invertito la tendenza”
    Strepitoso Buffon: “E’ il primo mattoncino importante della stagione”


    Con i fucili puntati addosso, e un punto in tre partite in campionato, la Juve e Massimiliano Allegri ribaltano il destino, e il pronostico, che li avrebbe voluti sepolti, a Manchester, casa City. Invece: 2-1 per i bianconeri, che hanno rimontato un gol irregolare, con le reti di Mandzukic e Morata. Il successo, che su suolo inglese alla Juve mancava dal 1996, soffia via tanti cattivi pensieri: «E’ un’iniezione di fiducia che ci fa lavorare meglio - può sorridere alla fine l’allenatore juventino - perché una sconfitta sarebbe stata vista in modo diverso: è anche una questione psicologica: noi volevamo fare una bella prestazione e invertire la tendenza». Per la prima volta in stagione, la Juve è stata squadra: «Non ci siamo disuniti dopo il loro gol - spiega Allegri - e poi siamo venuti su crescendo, e abbiamo vinto». Il risultato l’ha tenuto ne caveau Gigi Buffon, che già era stato strepitoso in due occasioni: «Bravo Gigi, che ha fatto una bella parata su Yaya Tourè», conferma Allegri. Non resta che importare in Italia la voglia e la compettezza mostrata in Inighiltera: «Ci siamo trovati bene - continua l’allenatore - ed era importante partire così, anzichè rincorrere in classifica. In Champions ci mettiamo in una buona posizione, adesso pensiamo a vincere in campionato».
    Oltre a Mandzukic e Morata, ha segnato anche Gigi Buffon, perché le sue parate valgono gol (non concessi al nemico): «Penso che questo sia il primo mattoncino importante della stagione - attacca il capitano della Juve - perché abbiamo fatto una gara importante, con ingredienti giusti: dall’attenzione alla sagacia tattica, alla bravura tecnica. Non è mancato niente: però non bisogna illudersi. Un mattoncino a cui ne devono seguire altri». Questa vittoria servirà anche ai giovani, ai nuovi arrivati: «Secondo me quando vinci certe gare, in certi stadi, contro certi avversari, la consapevolezza che porti a casa, insieme alle sensazioni che si respirano, alla gioia, all’adrenalina, ti fanno crescere in maniera più rapida». Domenica a Genova, con il Genoa, si ricomincia.



    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 118870
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da APUMA il Dom Set 20, 2015 2:06 pm



    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La testa nel pallone

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Gio Set 21, 2017 10:40 am