Avanzi

Avanzi

spettacolo a 360 gradi con incursioni in altro


    Pallacanestro

    Condividere
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Dom Giu 23, 2013 8:18 am

    Pallacanestro


    La pallacanestro, conosciuta anche come basket (abbreviazione del termine in lingua inglese basketball), è uno sport di squadra in cui due formazioni di cinque giocatori ciascuna si affrontano per segnare con un pallone nel canestro avversario, secondo una serie di regole prefissate. È nato a Springfield (Massachusetts) nel 1891, grazie all'idea di James Naismith, medico ed insegnante di educazione fisica canadese.
    Dalla fine del XIX secolo, il basket si è diffuso in tutto il mondo, grazie all'attività di propaganda della Federazione Internazionale Pallacanestro, fondata nel 1932. È uno sport olimpico dalla XI Olimpiade, che si tenne a Berlino nel 1936.

    Storia  
    La pallacanestro fu creata da un solo uomo: il dottor James Naismith, professore di educazione fisica canadese. Nel 1891 Naismith lavorava presso la YMCA International Training School di Springfield, nel Massachusetts. Gli venne chiesto di trovare uno sport che potesse tenere in allenamento durante la stagione invernale i giocatori di football in alternativa agli esercizi di ginnastica.
    Ispirato al gioco canadese duck-on-a-rock, il basketball vide la luce il 15 dicembre 1891, regolato da tredici norme, con un cesto appeso alle estremità della palestra del centro sportivo e due squadre di nove giocatori. Il nome del gioco fu coniato da uno degli allievi di James Naismith, Frank Mahan, dopo che l'inventore aveva rifiutato di chiamarlo Naismithball.
    Il 21 dicembre si disputò la prima partita della storia della pallacanestro. Il 15 gennaio 1892 Naismith pubblicò le regole del gioco: è la data di nascita ufficiale della pallacanestro.
    La prima partita ufficiale venne disputata in nove contro nove il 20 gennaio e terminò 1 a 0 grazie al canestro di William "Willie" Chase. Il canestro fu applicato all'altezza della tribuna, come canestro usavano un cesto di vimini e quando la palla entrava si usava una scala per riprenderla.
    Lo sport divenne popolare negli Stati Uniti in brevissimo tempo, cominciando subito dopo a diffondersi in tutto il mondo, attraverso la rete degli ostelli YMCA; gli allievi di Naismith divennero missionari e mentre viaggiavano nel mondo per portare il messaggio cristiano, riuscivano a coinvolgere i giovani nel nuovo gioco. Fu aggiunto al programma olimpico in occasione delle Olimpiadi di Berlino 1936 (anche se vi era stato precedentemente un torneo di pallacanestro durante le Olimpiadi di St. Louis 1904, non riconosciuto ufficialmente dal CIO). In quell'occasione, Naismith consegnò la medaglia d'oro agli Stati Uniti, che sconfissero in finale il Canada.
    Nel 1946 nacque negli USA la National Basketball Association (NBA), con lo scopo di organizzare le squadre professionistiche e rendere lo sport più popolare. Nel resto del mondo, la diffusione si incrementò con la nascita della Federazione Internazionale Pallacanestro nel 1932. In Europa, la pallacanestro ebbe una particolare risonanza e soprattutto l'Unione Sovietica fu lo stato che riuscì a competere a livello internazionale alla potenza degli Stati Uniti.

    Fonte: WIKIPEDIA


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Dom Giu 23, 2013 8:38 am

    Pistoia esulta: la Giorgio Tesi Group è in serie A Battuta in gara 5 della finale dei playoff di Legadue la Centrale del Latte Brescia 60-47. Ritorno nella massima serie dopo 14 anni.



    La Giorgio Tesi Group Pistoia è promossa in serie A, battendo, in gara 5 della finale dei playoff di Legadue la Centrale del Latte Brescia 60-47, in una serie in cui è sempre stato rispettato il fattore campo. Per Pistoia si stratta del ritorno nella massima serie della pallacanestro italiana dopo 14 anni.   Partita tesa, come non può non essere una finalissima di playoff, che ha visto la squadra allenata da Paolino Moretti prevalere soprattutto in difesa, limitando alla miseria di 47 punti le bocche da fuoco bresciane (a segno con il quasi-record di 6 punti sia nel primo, sia nell'ultimo quarto). Dopo una partenza negativa, Brescia era rientrata, riuscendo addirittura a portarsi in vantaggio ad inizio ripresa. Pistoia, pur tirando malissimo, si è rifatta sotto con una grandissima difesa e trascinata, in particolare, dai punti decisivi dell'americano Graves (17) e da una prova tutta sostanza di Meini e Toppo.

    Fonte: ANSA


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Dom Giu 23, 2013 2:36 pm



    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Dom Giu 23, 2013 2:39 pm

    annika ha scritto:
    CheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleaderCheerleader


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96837
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da thomas il Dom Giu 23, 2013 2:39 pm



    applausoapplausoapplausoapplausoapplausoapplausoapplauso


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96837
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da thomas il Lun Giu 24, 2013 9:00 pm



    Ultima modifica di thomas il Lun Giu 24, 2013 9:05 pm, modificato 1 volta


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96837
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da thomas il Lun Giu 24, 2013 9:04 pm

    Siena campione d'Italia; Luca Banchi, il prof del basket e un'impresa storica: vincere anche dopo l'era Pianigiani
    Siena, 19 giugno 2013 - La Montepaschi Siena è campione d'Italia. Luca Banchi festeggia come già molte altre volte ha fatto in questi anni da viceallenatore: mani in alto rivolto ai tifosi. Siena che vince lo scudetto: un classico di tutti i mesi di giugno degli ultimi sette anni, tricolori vinti nel caldo umido della prima estate, tricolori che diventano tradizione, come i ghiaccioli alla coca cola nei frigo degli stabilimenti balneari. Ma stavolta, qualcosa di clamoroso è davvero successo.

    Sì perché, reso merito ai sette scudetti precedenti, Luca Banchi ha vinto l'ottavo da allenatore contro ogni difficoltà e, all'ultimo, anche contro ogni gossip di chi, a due partite dalla fine, lo voleva già accasato all'Armani Jeans Milano. Ripetere le vittorie di Pianigiani, sfidare l'Italia per non farsi affibbiare l'etichetta di assistant coach "raccomandato": ce n'era abbastanza perché un grossetano trapiantato a Siena potesse rinunciare subito, sentendosi irrimediabilmente spalle al muro. Non lo ha fatto Luca Banchi: ha accettato la sfida, stretto i denti e, accompagnato da una società che lo ha sempre supportato nel suo lavoro, è saltato nel vuoto. Avendo alla fine ragione. Ma certo pensiamo alla sua mente nel primo giorno di allenamenti da capo allenatore, la scorsa estate.

    Pensieri di ogni genere, la paura, Milano che prometteva di fare sfracelli, ma anche la voglia di dimostrare. Dimostrare che lui poteva farcela e che Siena poteva tornare a vincere con la stessa filosofia del suo predecessore pur con nuovi interpreti. Dunque, sì a un regista assimilabile in qualche modo a McCalebb e McIntyre come Bobby Brown. Sì alla difesa di Moss, il Gattuso del basket, una stagione mostruosa.

    Ma insieme a loro serviva il valore aggiunto. Serviva credere in Daniel Hackett, arrivato da Pesaro dopo Treviso e University of South California. Abbastanza esperto di Stati Uniti, dunque capace di tener testa agli Usa delle altre squadre, anche a parole. Ma abbastanza italiano da mordere i polpacci del suo diretto avversario, abbastanza italiano da provare la giocata che ti risolve la gara.

    Difesa, lotta su ogni pallone, mente fredda nei momenti caldi, le triple di Bobby Brown, il valore aggiunto di Hackett: una serie di ingredienti che Banchi ha miscelato in un anno intero, con l'apporto fondamentale del resto del roster, del resto della società. Barra dritta anche nei momenti in cui chiunque avrebbe mollato.

    Barra dritta anche durante lo scandalo Montepaschi, che la squadra ha sentito in maniera pesante, quando i cronisti arrivavano nei palazzetti per vedere nei loro occhi la paura del futuro. Banchi non aveva mai raccolto successi clamorosi da head coach. Gli anni splendidi ma senza promozioni a Livorno e Trieste.

    "E' un grandissimo insegnante di basket, è lui il professore del basket italiano per le giovani generazioni - si è sempre detto del grossetano - Ma non sa tenere insieme le squadre di professionisti". In una serata di afa pesante a Roma, Banchi ha vinto il suo primo scudetto da head coach. Ripenserà a quel salto nel vuoto quando gli dissero che avrebbe guidato Siena. Sapendo di aver dato a tutti, cestisti e non, la lezione più grande. Non abbiate paura di incarichi importanti, ma raccogliete l'eredità di chi vi ha preceduto, studiatela, reinventatela. Vincerete.


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96837
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da thomas il Gio Giu 27, 2013 4:05 pm



    Kobe Bryant
    Kobe Bean Bryant (Filadelfia, 23 agosto 1978) è un cestista statunitense.

    Gioca prevalentemente nel ruolo di guardia tiratrice, e milita nei Los Angeles Lakers, squadra con cui ha conquistato cinque titoli NBA. Con la Nazionale statunitense ha partecipato ai FIBA Americas Championship 2007, ai Giochi olimpici di Pechino 2008 e di Londra 2012, vincendo la medaglia d'oro nelle tre manifestazioni.
    Kobe Bryant è uno dei migliori tiratori ed è il quarto cestista più prolifico della storia della NBA, alle spalle di Jabbar, Karl Malone e Jordan.

    Gioca solitamente come guardia tiratrice, ma all'occorrenza può ricoprire i ruoli di playmaker e ala piccola. Dal 1999 è stato sempre incluso in almeno uno dei tre quintetti dell'All-NBA Team, ed è stato convocato per partecipare all'NBA All-Star Game. In 12 occasioni ha fatto parte di uno dei due NBA All-Defensive Team.

    È un realizzatore prolifico e ha al suo attivo una media di circa 25 punti a partita, da aggiungere ad uno score medio di 4,7 assist, 5,3 rimbalzi ed un totale di oltre 1.800 palle rubate. È anche un abile tiratore da tre punti: a pari merito con Donyell Marshall, infatti, detiene il record NBA di triple realizzate in una sola partita, 12.. Gli oltre 31.400 punti totali realizzati lo pongono al 4º posto tra i migliori marcatori NBA di sempre, primo tra quelli in attività. È invece al 3º posto per quanto riguarda i migliori realizzatori di sempre nei playoff, con 5.640 punti (alle spalle di Michael Jordan con 5.987).

    Figlio di Joe Bryant inizia a giocare a basket sin da piccolo in Italia, dove il padre gioca fra il 1984 e il 1991. Tornato negli USA si iscrive alla high school, dove guadagna fama a livello nazionale vincendo il titolo statale con la Lower Merion High School, situata in un sobborgo di Philadelphia, infrangendo al contempo il record di punti nel quadriennio liceale per la zona di Philadelphia detenuto da Wilt Chamberlain mettendo a referto ben 2883 punti.

    La carriera in nazionale di Bryant ha avuto inizio nel 2007, anno in cui vinse in FIBA Americas Championship 2007 di Las Vegas. Nel 2008, sotto la guida dell'allenatore di Duke Mike Krzyzewski, disputò i Giochi olimpici 2008; anche in quell'occasione vinse la medaglia d'oro.

    Con la nazionale ha disputato complessivamente 37 incontri, di cui 16 alle Olimpiadi e 10 ai FIBA Americas Championship, mettendo a referto 504 punti (media di 13,6 punti a partita).

    Record assoluti

    Più giovane giocatore dell'All Star Game (19 anni e 175 giorni) l'8 febbraio 1998.
    Più giovane giocatore ad essere stato scelto nel NBA All-Defensive Team (1999-2000).
    Più giovane giocatore ad essere stato scelto nel NBA All-Rookie Team (1996-97).
    Più giovane giocatore ad avere vinto lo Slam Dunk Contest: (18 anni e 175 giorni) l'8 febbraio 1997.
    Miglior realizzatore di sempre dell'All Star Game con 280 Punti.
    Più canestri realizzati negli All Star Game: 115.
    Maggior numero di rimbalzi offensivi: 10 in una gara dell'All Star Game, nel 2011.
    Maggior numero di recuperi negli All Star Game: 37, condiviso con Michael Jordan.
    Più giovane giocatore ad avere segnato:

    23.000 punti (30 anni e 171 giorni)
    24.000 punti (31 anni e 75 giorni)
    25.000 punti (31 anni e 151 giorni)
    26.000 punti (32 anni e 80 giorni)
    27.000 punti (32 anni e 160 giorni)
    28.000 punti (33 anni e 131 giorni)
    29.000 punti (33 anni e 199 giorni)
    30.000 punti (34 anni e 105 giorni)
    31.000 punti (34 anni e 185 giorni)

    Uno dei due giocatori della storia ad aver segnato 50 o più punti in 4 gare consecutive (l'altro è Wilt Chamberlain che è il primo essendo arrivato a 7 gare consecutive).
    Più tiri da 3 segnati in una partita: 12 (7 gennaio 2003 contro i Seattle SuperSonics; eguagliato da Donyell Marshall il 13 marzo 2005).
    Più tiri da 3 segnati in un tempo: 8 (28 marzo 2003 contro i Washington Wizards)
    Più tiri liberi segnati in un quarto: 14 (20 dicembre 2005 contro i Dallas Mavericks)
    Più tiri da 3 segnati negli All-Star Game: 17
    Unico giocatore nella storia NBA a segnare almeno 600 punti nella postseason per tre anni consecutivi.
    633 (2008), 695 (2009), 671 (2010)


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    thomas
    Un Angelo veglia su di te!
    Un Angelo veglia su di te!

    Messaggi : 96837
    Data d'iscrizione : 20.05.12
    Età : 133
    Località : Transilvania

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da thomas il Ven Giu 28, 2013 10:00 am


    Michael Jordan
    Michael Jeffrey Jordan, conosciuto anche con le sue iniziali, MJ (pronuncia: ˈmaikl ˈdʒefri ˈdʒɔːd(ə)n; Brooklyn, 17 febbraio 1963), è un ex cestista statunitense. La sua biografia sul sito della National Basketball Association dichiara: "Per acclamazione, Michael Jordan è il più grande giocatore di basket di tutti i tempi". Jordan è stato uno degli atleti più sponsorizzati della sua generazione ed il suo ruolo è stato fondamentale nel diffondere la NBA a livello mondiale negli anni ottanta e novanta, grazie anche al suo stile di gioco spettacolare. Jordan è stato sei volte Campione NBA, realizzando coi Chicago Bulls ben 2 Three-peat, termine con il quale si indica la vittoria delle NBA Finals per 3 edizioni annuali di fila (91-92-93 e 96-97-98), impresa riuscita finora solo a lui e a Scottie Pippen.

    Dopo un'ottima carriera alla Università della Carolina del Nord a Chapel Hill, dove guidò i Tar Heels alla vittoria del campionato nazionale NCAA nel 1982, Jordan entrò a far parte della NBA con i Chicago Bulls nel 1984, diventando in breve tempo una delle stelle della lega, mostrando grandi doti realizzative. Le sue spiccate qualità atletiche e le sue azioni spettacolari gli valsero, a partire già dalle primissime stagioni disputate tra i professionisti, i soprannomi di Air Jordan e His Airness. Si guadagnò, inoltre, anche la reputazione come uno dei migliori giocatori difensivi.

    Nel 1991 vinse il suo primo titolo NBA con i Bulls, seguito da altri due nel 1992 e 1993, ottenendo un cosiddetto three-peat. Dopo aver abbandonato improvvisamente la pallacanestro prima dell'inizio della stagione 1993-94 per intraprendere una carriera nel baseball, Jordan tornò ai Bulls nel corso della stagione 1994-95, guidando la squadra ad altri tre titoli consecutivi nel 1996, 1997 e 1998, facendo segnare anche il tuttora imbattuto record di 72 vittorie nella regular-season NBA nella stagione 1995–96. Jordan si ritirò quindi una seconda volta dopo aver vinto il suo sesto titolo nel 1998, salvo tornare sul parquet per altre due stagioni nel 2001, questa volta nei Washington Wizards.

    Tra i risultati ed i riconoscimenti individuali di Jordan figurano 5 MVP Award, 10 presenze nell'All-NBA First Team, 9 nell'All-Defensive First Team, 14 convocazioni al NBA All-Star Game con 3 All-Star MVP Award, 10 titoli come miglior marcatore e 3 come per il maggior numero di palle rubate, 6 NBA Finals MVP Award ed il NBA Defensive Player of the Year Award nel 1988. Detiene il record NBA per la miglior media punti per partita in carriera con 30,12 per la regular season e 33,4 per i playoff.

    Nel 1999 è stato nominato come "più grande atleta nord-americano del XX secolo" dal canale televisivo sportivo ESPN, e fu secondo dietro Babe Ruth nella lista degli atleti del secolo stilata dalla Associated Press. È stato scelto per il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame il 6 aprile 2009, dove è stato ufficialmente introdotto l'11 settembre 2009. La fama acquisita lo rende un autentico emblema sportivo paragonabile ad atleti eterni come Pelé, Diego Armando Maradona, Muhammed Ali o Ayrton Senna ed è considerato all'unanimità un campione dentro e fuori dal campo, sia per le imprese individuali e di squadra sia per il successo planetario conseguito. Jordan è anche celebre per i prodotti che portano il suo marchio. Le scarpe da pallacanestro della Nike Air Jordan, introdotte a partire dal 1985, ottennero subito un grande successo e sono tuttora molto popolari anche dopo il suo ritiro. Jordan ha anche recitato nel film del 1996 Space Jam.

    Si è cimentato anche nel baseball professionistico, disciplina sportiva nella quale ha ottenuto risultati molto minori rispetto alla carriera nella pallacanestro. Dopo esserne stato il co-proprietario e Managing Member of Basketball Operations, Jordan nel 2010 acquista i diritti dei Charlotte Bobcats, diventandone così l'unico proprietario.

    Cifre e record

    10 volte miglior marcatore della NBA (record assoluto): 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993, 1996, 1997, 1998
    Miglior marcatore della NBA per 7 stagioni consecutive (record assoluto condiviso con Wilt Chamberlain): dal 1987 al 1993
    Punti realizzati: 32.352 (terza posizione assoluta)
    Punti segnati in una partita di regular season: 69 (contro Cleveland Cavaliers il 28/3/1990)
    Più alta media punti nella storia della NBA: 30,12
    Più alta media punti a partita nei play-off: 33,4
    Più alta media punti in una serie di finale: 41, nel 1993 contro i Phoenix Suns
    Partite consecutive a segno in doppia cifra: 842
    Punti totali segnati nei play-off: 5987
    Punti totali segnati all'NBA All-Star Game: 262
    Punti segnati in un tempo di una finale: 35, nel 1992 contro i Portland Trail Blazers
    Punti segnati in una gara di play-off: 63, nel 1986 contro i Boston Celtics
    Giocatore più volte nel quintetto difensivo ideale: 9
    Giocatore più volte miglior marcatore dell'anno: 10
    Giocatore più anziano ad aver realizzato più di 50 punti in una partita: 51 contro gli Charlotte Hornets a 38 anni
    Giocatore ultraquarantenne ad aver segnato più di 40 punti in una partita: 43 contro i New Jersey Nets (stagione 2002-03)
    Primo giocatore a realizzare una "tripla doppia" all'NBA All-Star Game (nel 1997)
    Tiri liberi realizzati (20) e tentati (23) in un tempo di una partita (contro i Miami Heat il 30/12/1992)
    Tiri liberi realizzati (14) e tentati (16) in un quarto di una partita
    Tiri tentati in un tempo di gara di play-off: 25
    Tiri da 3 segnati in un tempo di gara di play-off: 6 (Record battuto nelle NBA Finals 2010 da Ray Allen con 7 triple)
    Tiri decisivi in carriera: 29
    Tiri tentati, tiri liberi realizzati, percentuale al tiro e recuperi nei play-off
    Canestri fatti in un tempo di gara di play-off: 24


    _________________

    Juventino nel cuore
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Mar Nov 05, 2013 9:54 am

    http://www.pistoiabasket2000.it/

    Ma cosa mi stanno combinando???   ...che inizio di stagione deludente! castigo 


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Dom Feb 09, 2014 10:40 am

    La Dinamo è in finale di Coppa
    Sassari-Reggio finisce 92-86
     CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore 

    Un'altra impresa della Dinamo, stavolta contro il Grissin Bon Reggio Emilia. Sassari domina la partita grazie a una grande prestazione di Travis Diener. Affronterà in finale, la prima della sua storia, il Monte dei Paschi.

    http://www.unionesarda.it/articolo/sport/2014/02/08/dinamo_super_rimonta_con_milano_oggi_la_semifinale_di_coppa_italia-4-353453.html


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Lun Feb 10, 2014 12:02 pm

    CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore  

    La Dinamo porta Sassari e la Sardegna in vetta
    A Milano trionfo nella Coppa Italia di basket


    http://www.unionesarda.it/articolo/sport/2014/02/09/la_dinamo_all_appuntamento_con_la_storia_coppa_italia_a_milano_la_finale_siena_sassari-4-353602.html

     CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore 


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Lun Mag 26, 2014 2:57 pm

    Pistoia da sballo! Batte Milano e tiene aperta la serie: 2-1
    GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 82 – 71 (19-15, 35-45, 60-56)

    La Giorgio Tesi Group Pistoia batte, in rimonta, l’EA7 Emporio Armani Milano, sospinta dalla bolgia del PalaCarrara, e tiene aperto il discorso-qualificazione, riaprendo la serie: 2-1. Gli uomini di Moretti vanno a -10 all’intervallo, ma con un secondo tempo super ribaltano la situazione, trascinati da Johnson e dall’atletismo di tutti i suoi americani, vincendo per 82-71. A Milano non basta un’ottima prova di un ritrovato Hackett (21 punti) per chiudere il discorso già in gara-3 e raggiungere Sassari in semifinale: primo match-ball annullato da Pistoia, dunque, che tra 48 ore cercherà di pareggiare la serie. Domenica sera, infatti, sempre al PalaCarrara, andrà in scena gara-4.

    CRONACA – Avvio di gara piuttosto vibrante, soprattutto per merito di Pistoia, che cerca di tenere alto il ritmo, a volte forzando troppo: Gibson e Daniel scrivono 5-0, ma Hackett e Moss pareggiano quasi subito (5-5 dopo 4′). Il punteggio si mantiene basso anche nei minuti immediatamente successivi, con punti che arrivano solo dalla lunetta (Milano in bonus già dopo 3′). Wanamaker e una tripla di Galanda portano Pistoia a +4 (13-9 all’8′), Hackett tiene a contatto l’EA7, ma un buzzer-beater di Washington ridà il +4 ai suoi: nell’equilibrio della prima frazione, la Giorgio Tesi Group resta comunque sempre in vantaggio e chiude sul 19-15 il primo quarto.

    Con l’ingresso di Jerrells e la crescita della difesa, Milano raggiunge e supera Pistoia con un mini-break 2-9 in 2′ (21-24 al 12′): Moretti chiama time-out. La Giorgio Tesi Group si riprende in attacco e sistema anche la difesa: contro-break, 28-26 al 16′ e time-out stavolta per Banchi. Moss piazza un 0-5 tutto suo, Gibson gli ribatte, ma è Jerrells a fare la differenza: porta lui Milano al massimo vantaggio, +7, sul 33-40 al 19′. Vantaggio ritoccato dallo stesso Jerrells, con una tripla pazzesca in fade-away allo scadere: al 20′ il punteggio dice 35-45 per Milano.

    Pistoia torna in campo agguerrita per impedire a Milano di scappare: Wanamaker guida i suoi ad un 14-5 di parziale (favorito anche da un tecnico di Gentile), chiuso con una sua schiacciata in contropiede: la Giorgio Tesi Group torna a -1 (40-50 al 25′) e un infuriato Banchi chiama time-out. L’EA7 è in bambola e, carica di falli, viene superata sul 52-50, prima che Hackett interrompa 3′ di digiuno milanese. Ancora lui, dalla lunetta, tiene a galla una Milano che attacca in maniera inguardabile, mentre Pistoia trova facilmente il fondo della retina (58-54 al 29′). Il terzo quarto si chiude sul 60-56 per gli uomini di Moretti, grazie ad una terza frazione da 25-11.

    Un imbufolito Banchi urla ai suoi la sveglia: Kangur e Samuels in 2 minuti pareggiano e superano Pistoia, mentre Johnson con un’inchiodata “monstre” pareggia nuovamente a 62 (62-62 al 33′). Lo stesso Samuels però è costretto a uscire per 5 falli, di cui l’ultimo è un tecnico: Gibson e una nuova schiacciata spaventosa, stavolta di Washington, portano i toscani a +4. Si prosegue a colpi di tecnici: uno a Gibson per flopping, uno a Banchi per proteste per un canestro non dato a Moss (con Washington che tocca la retina): a giovarne è la squadra di casa, che tocca il +10 (75-65 a 2′ dalla fine) con lo stesso Gibson e Johnson. Milano fatica a segnare, si innervosisce e regala diversi 2+1 a Pistoia, che può controllare gli ultimi istanti di gara. La Giorgio Tesi Group batte 82-71 l’Ea7 Emporio Armani Milano e tiene vivo il discorso qualificazione alla semifinale.
    Fonte: Basketinside


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Mar Mag 27, 2014 9:01 am

    La Tesi Group manda Milano Ar...mani-comio: 84-82 e martedì la bella al Forum
    Il sogno della Tesi Group continua: si va alla "bella" (Carobbi/PtSport)Pistoia alle corde all'intervallo, trova un terzo periodo quasi da record (36 punti segnati) e tiene testa all'EA7 fino alla fine - Wanamaker immenso, Gibson concreto e Milano affonda - E ora tutti al Forum martedì sera

    Se è un sogno per favore non svegliateci, ma l'impressione è che sia tutta realtà. La Giorgio Tesi Group vince anche gara4 contro l'EA7 per 84-82 e riporta la serie a Milano per una "bella" che si preannuncia davvero imprevedibile martedì sera alle 20.30.

    Una partita strana, pazza, da playoff. L'inizio di Pistoia è di sostanza, però ancora una volta Milano scava il solco nel secondo quarto sorretta da un Langford decisamente diverso da gara3 e con Banchi che mette in ritmo persino Wallace e Lawal lasciando le briciole ad un inconsistente Melli. E così all'intervallo Pistoia sembra sprofondare (26-42 con soli 7 punti segnati dai biancorossi dal 10' al 20') ma dal 20' ed un secondo cambia il mondo. Milano è troppo fallosa e la Tesi Group dà il via ad uno show che produce 36 punti: 3/5 da 2, 6/8 da 3, 12/12 ai liberi, 41 a 5 di valutazione i numeri di squadra di un quarto che rimarrà nella storia (per poco non viene raggiunto il record di Reggio Emilia siglato soltanto pochi giorni fa).

    Rimessa in piedi (62-59) la Tesi Group tiene botta a Milano anche quando si sembra pronti a sprofondare di nuovo (67-73). Moretti si affida ad un immenso Wanamaker che segna 5 bombe pazzesche e poi ci pensa Gibson, però, a tenere a braccetto il miglior play del campionato per portare Pistoia in trionfo. Nel mezzo anche un siparietto tutt'altro che entusiasmante con l'espulsione di Gentile e Washington: l'episodio è da rivedere, di sicuro c'è che il figlio di Nando ha sferrato un destro notevole a Deron. Tutti e due fuori, adesso bisognerà capire cosa deciderà il giudice sportivo.

    LA CRONACA
    PRIMO QUARTO. L'unico cambio nei quintetti rispetto a gara1 è l'inserimento di Langford per Banchi al posto di Moss, pubblico numeroso anche se forse leggermente inferiore a gara3. Milano parte bene con la tripla di Gentile (2-5) al 1'. Subito 2 falli per Hackett in un inizio incendiario con scaramucce Samuels-Wanamaker. La Tesi Group rimane lì con la penetrazione di Deron per il 6-7 al 4'.

    E ancora Deron si infila come il burro, Hackett non può fare il 3° fallo e si va sul 9-9. Milano commette già abbastanza falli e così Pistoia capitalizza dalla lunetta (13-11) al 5'30", mentre di là Samuels non perdona nemmeno da 3 (7 per lui). 2 falli anche per Gek ma Moretti lo tiene in campo. Al 7' è 14-16 EA7 che ha un Langford decisamente più in palla di gara3. Pistoia torna ad avere difficoltà offensive con Wana non in palla, poi Daniel si rianima (16-18) al 9'30" e Gibson da 3 sulla sirena per il sorpasso: 19-18.

    SECONDO QUARTO. Pistoia difende bene fin da subito con Milano che torna a far falli e il 2+1 di Daniel pareggia la bomba di Wallace 22-21 al 12'. Si sveglia anche Lawal con alley oop con fallo di Daniel (22-23) e Banchi stupisce tenendo in campo Wallace-Lawal più che in tutta la serie per sparigliare le carte (22-25) con l'8° punto di Langford al 13'.

    Pistoia è anche un po' sfortunata al tiro con un paio di conclusioni che entrano ed escono (24-27) al 15' ma Milano non ne approfitta più di tanto. Mini-allungo EA7 con Samuels (24-29) con Johnson che si sblocca soltanto dalla lunetta: 26-29 al 16'. Moss spinge sull'acceleratore, Moretti tiene troppo in campo Meini e con Kangur arriva il parzialone (26-37) al 18'. Torna a segnare anche Gentile e sembra notte fonda (26-39) con la bomba di Langford: 26-42, sembra durissima.

    TERZO QUARTO. La Tesi Group prova a ripartire per cercare di riaprire il match anche se Milano è in controllo totale: 19-46 di valutazione dopo 20'. E si inizia con la bomba di Johnson in faccia ad Hackett ma risponde subito Gentile (29-45). Milano commette 4 falli in 1' e 20" arrivando subito in bonus. Arriva anche il tecnico a Melli che condiziona l'EA7 dal punto di vista dei falli e Pistoia fa 4 liberi che provano a rimetterla in pista (35-45) al 22' con Johnson che ne mette altri 2 (39-47) al 23'. Cortese non ne indovina una ma Wana mette la bomba (42-50). Ma poi arriva anche il professor Gibson (45-50) ed il PalaCarrara torna una bolgia. Tecnico a coach Banchi per proteste e Gibson fa 2/2 dalla lunetta per il minimo scarto: 50-53, prima che Langford torni a svegliarsi. Wana per la parità da 3 punti (55-55). L'EA7 è quasi solo Langford che dalla lunetta riporta avanti sul 55-57 e di nuovo parità con Deron. E nel finale ancora Wana per il sorpasso: Pistoia segna 36 punti in un quarto. Milano sembra in bambola.

    QUARTO PERIODO. Succede di tutto al PalaCarrara con Gentile che segna e poi perde la testa stendendo Washington: espulsi entrambi (62-61) poi ci pensa Langford a rianimare Milano con un canestrone: 62-63 al 32'. Langford si mette in proprio, Wana risponde da campione (con fallo non fischiato) e Moretti si prende tecnico per proteste: 65-68 al 33'. Dopo i fischi abbastanza favorevoli del terzo quarto, come logico arriva la compensazione e Pistoia torna sotto sul 65-70 al 34'.

    Si sveglia anche Jerrels e Milano prova a scappar via (3-14 il parziale in 4'30") sul 67-73. Meini scippa e JJ vola a inchiodare il 69-73 con Lawal che va a fare antisportivo sul canestro del compagno: 73-76 al 36'. 5° fallo anche per un deludente Melli, Pistoia prova a rimanere aggrappata: 74-76 al 36'30". Ancora uno strepitoso Wana per il 76-76 al 37'. A 3' dalla fine, PalaCarrara tutto in piedi per cercare di spingere Pistoia all'impresa. Doppio errore di Langford ma la Tesi Group ne deve approfittare con Daniel (78-76) al 39'. Samuels inchioda la schiacciata del nuovo pareggio sul 78-78 a 50" dalla fine ed è un finale incredibile. Altro triplone di Gibson per l'81-78, poi fallo di "Hair" su Samuels che sbaglia il primo e mette il secondo: 81-79 a 20" dalla fine. Pistoia gestisce i liberi e Samuels smanaccia e finisce qui.
    Fonte: PistoiaSport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Mer Mag 28, 2014 9:03 am

    Basket, playoff serie A: Milano è in semifinale
    In gara-5 EA7 non sbaglia e supera Pistoia 88-78. Ora Sassari

    22:51 - Con molta più fatica rispetto al previsto, l'EA7 Emporio Armani Milano vince la decisiva gara 5 al Forum 88-78 contro una coriacea Giorgio Tesi Group Pistoia e accede alle semifinali dei playoff di serie A. Dopo le due gare perse in Toscana, e senza capitan Gentile, squalificato, la squadra di Banchi non fallisce l'appuntamento e con una scarica di triple a cavallo dei due quarti conclusivi si aggiudica il match. Ora la sfida con Sassari.

    IL MATCH
    Al Forum dopo la palla a due è Pistoia a uscire meglio dai blocchi e scappare sul 7-0. Milano, senza il capitano Alessandro Gentile (squalificato) non si fa impressionare, rientra e poi pareggia con una bomba di David Moss. A fine primo quarto i padroni di casa, davanti agli occhi del patron Giorgio Armani, più tifosi speciali come Adriano Galliani e Massimiliano Allegri (ad ed ex allenatore del Milan), sono avanti 17-15 ma perdono Niccolò Melli per una sospetta distorsione al ginocchio sinistro. Nel secondo periodo la Giorgio Tesi Group, spinta dai soliti Wanamaker e JaJuan Johnson, scappa ancora sul 32-25, poi subisce un break di 10-0 che porta l'EA7 avanti 35-32 ma all'intervallo lungo sono i toscani a condurre 40-39 grazie alla tripla di Riccardo Cortese. Nel terzo periodo Milano parte molto forte e scappa via grazie a tre bombe dall'angolo dello specialista Moss, ben assistito da Langford e Wallace. L'EA7 allunga prima 56-47 poi, dopo un rientro fino a -6 di Pistoia grazie al contropiede di Gibson, trova il +11 (61-50) e infine va al riposo avanti 63-53. All'inizio del quarto ed ultimo quarto la squadra di Banchi scappa a suon di triple: Wallace per il +13, Langford per il +16 e poi Samuels con la bomba del 74-55 che fa esplodere il Forum. Nel finale la Giorgio Tesi Group rimonta fino al -10 (82-72) ma è Cerella con due triple a mettere la parola fine sulla gara. Pistoia, che ha perso presto nella gara Galanda per un infortunio, chiude con onore avendo portato la corazzata Olimpia, regina di regular season, ad una difficile gara 5 decisiva. L'Olimpia ha cinque uomini in doppia cifra tra cui spiccano i 20 punti di Hackett e i 16 di Langford. A Pistoia non bastano i 20 di Gibson e i 15 di JaJuan Johnson. A partire da venerdì 30 maggio alle 20.30 al Forum scatta la serie di semifinale tra la EA7 Emporio Armani Milano e il Banco di Sardegna Sassari, reduce dal facile 3-0 contro Brindisi.
    Fonte: TgCom24


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Sab Giu 07, 2014 8:50 pm

    Basket: playoff, Milano-Sassari 73-76
    Sardi accorciano 3-2, prossima sfida lunedì nell'Isola

    (ANSA) - MILANO, 7 GIU - Il Banco di Sardegna Sassari CartelloCuore  CartelloCuore  ha battuto l'EA7 a Milano per 76-73 (15-11, 34-31, 48-52) in gara 4 dei playoff scudetto di basket. I sardi allungano la serie della semifinale, che ora vede l'Armani avanti 3-2, al meglio delle sette partite. Lunedì gara-6 si giocherà a Sassari, con la squadra di Sacchetti che cercherà di sfruttare il fattore campo per conquistare il diritto alla bella, mercoledì a Milano.


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Lun Ott 13, 2014 7:48 am

    Si soffre ma si vince: Tesi Group batte Orlandina 74-71
    Pistoia Basket ricomincia con il piglio giusto, a Capo d'Orlando 150 tifosi fanno festa con i biancorossi. E ora sale l'attesa per l'esordio al PalaCarrara lunedì 20 contro Sassari.

    UPEA - GIORGIO TESI GROUP 71-74
    CAPO D’ORLANDO: Archie 16 (5/8, 1/2), Freeman 3 (1/7, 0/5), Hunt 9 (4/11 da 2), Basile 3 (1/5 da 3), Soragna 4 (0/1, 1/1), Flynn 6 (2/5, 0/3), Nicevic 14 (4/5, 1/1), Pecile 5 (1/3, 1/2), Burgess 11 (1/2, 3/4), Bianconi, Strati ne. All. Griccioli.

    PISTOIA: Brown 11 (4/6, 1/2), Cinciarini 13 (3/7, 1/2), Williams 14 (6/9, 0/2), Mastellari ne, Milbourne 4 (1/6, 0/3), Filloy 7 (1/2, 0/1), Severini ne, Magro 2 (1/2 da 2), Hall 7 (1/5, 1/2), Johnson 16 (7/12 da 2). All.: Moretti.

    PARZIALI: 25-15, 39-38, 54-55

    ARBITRI: Lanzarini, Chiari, Rossi

    NOTE: Spettatori 3.500 circa (di cui 150 da Pistoia). Usciti per 5 falli: nessuno. Fallo antisportivo a Johnson (34’).

    LA CRONACA
    Primo quarto. Moretti lascia a sedere Cinciarini e Gilbert Brown e quasi tutti americani in campo: il primo canestro dell'anno è del "Presidente" prima del parziale di Freeman (5-2) al 3' con l'Upea che non scherza fin da subito con Archie e Hunt: 8-6 al 4'. Poi però i siciliani fanno subito capire che da 3 vogliono dire la loro e con due bombe di Burgess scavano il primo solco sul 14-6 con primo time-out chiamato da Moretti. Si riparte con il Cincia in campo ed un gioco da 3 punti che però sembra fine a se stesso visto che Capo d'Orlando non scherza nemmeno con i "vecchietti" che portano l'Upea sul 21-11 all'8'. Le cose non migliorano, Magro soffre Nicevic e si chiude sul 25-15 al 10'.

    Secondo quarto. Si inizia ancora peggio visto il canestro di Nicevic e la bomba di Pecile (30-15) all'11' prima che Pistoia cerchi di risvegliarsi (32-19) al 12'. Moretti tiene a sedere Hall affidandosi ad un Cinciarini in palla (6 punti in fila) e la prima bomba di Brown serve per tornare sotto i 10 punti di divario: 34-25. Johnson si fa sentire in difesa contro Hunt ed allora la Tesi Group ci crede con il canestro di Milbourne (34-29) punito subito dopo dalla bomba di Freeman 37-29 al 16'. La rimonta è quasi completata da Williams e dalla bomba di Hall per il 37-34 al 18'. Hall segna anche dalla lunetta e Brown sigla il sorpasso 37-38 al 19'. Magia finale di Archie per il 39-38 ma adesso siamo nel match. 23-9 di parziale per Pistoia.

    Terzo quarto. Capo d'Orlando parte male con 2 falli in attacco, mentre Williams fa vedere di esserci dentro per il nuovo sorpasso sul 39-40. Tocca di nuovo a Cinciarini salire sugli scudi con una bella tripla del 40-43 poi non si segna per un bel po'. Moretti capisce che è il momento giusto per accelerare: palla a Cincia che non perdona con 7 punti in fila e massimo vantaggio 45-49 al 25'.

    L'oggetto misterioso della serata è Milbourne che non ne indovina una ma, soprattutto, non tiene nemmeno in difesa su Archie e quindi la partita rimane in equilibrio 49-51. Pistoia torna però a martellare con gli italiani in campo e la super-giocata arriva sull'asse Williams-Brown che confeziona un super alley oop (50-53) prima del 4° fallo di Magro molto discutibile contro un Nicevic imprendibile. Poi si sveglia anche Soragna per la tripla del pareggio sul 53-53 ed il PalaFantozzi si infiamma. Alla fine 2 liberi di Filloy per andare all'ultimo intervallo in leggerissimo vantaggio: 54-55.

    Quarto periodo. Si riparte con un bel canestro di Williams per il 54-57 al 31' che si migliora e Griccioli deve chiamare il time-out fino al 54-59, massimo vantaggio: per lui 10 punti e leadership offensiva. Due erroracci consecutivi di Hall costringono Moretti a riparlarci su e Capo d'Orlando è di nuovo lì sul 58-59 al 33'. Pistoia deve andare senza Magro che ha 4 falli, e allora lo schiaccione di Johnson vale il 58-63 al 34'. Alla distanza cresce tantissimo il "presidente" per il 60-67 al 35' con Archie che prova a tenere in vita da solo i siciliani.

    Pistoia ha difficoltà sotto le plance con tanto di anti-sportivo fischiato a Johnson (62-67), ma Pistoia non riesce più a segnare anche se negli ultimi istanti il campo di Capo d'Orlando diventa quasi impraticabile per le continue scivolate da una parte e dall'altra. Gran canestro di Brown ispirato da un grande Cincia 63-69, ma poi si cincischia in difesa e si risolve col pick&roll di Johnson schiacciato che poi scivola in difesa su Nicevic ancora devastante. Parte il fallo sistematico con Capo d'Orlando che ne approfitta con l'1/2 di Filloy ma poi Burgess sbaglia il canestro che poteva riaprire il match. Sembra finita ma Hall fa 0/2 dalla lunetta, Nicevic trova un altro miracolo a 4" dalla fine con una tripla siderale. Il fallo sistematico manda in lunetta CJ che fa 2/2 con il 71-74, poi l'ultimo tiro è per Capo d'Orlando con la bomba "ignorante" dell'Upea di Basile che sbatte sul ferro e finisce lì.
    Fonte: PistoiaSport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Lun Nov 03, 2014 9:38 am

    La Giorgio Tesi group vince a Caserta e la inguaia
    Pasta Reggia Caserta-Giorgio Tesi Group Pistoia 59-63

    Pasta Reggia Caserta: Howell 12, Mordente 2, Young 26, Moore 4, Scott 2, Gaines 5, Vadi, Tommasini 3, Michelori 2, Sergio 3, Tealdi, Capuano. All.: Molin.

    Giorgio Tesi Group Pistoia: Brown 12, Williams 7, Milbourne 4, Hall 10, Johnson 9, Cinciarini 4, Moretti, Filloy 14, Bianchi, Magro 3. All.: Moretti.

    Arbitri: Taurino, Paglialunga, Ranaudo.

    Note: tiri da due, Caserta 23/46 e Pistoia 14/32. Tiri da tre: Caserta 3/21, Pistoia 5/22. Tiri liberi: Caserta 4/6, Pistoia 20/27. Rimbalzi: Caserta 39, Pistoia 39. Falli: Caserta 23, Pistoia 14.

    La Pasta Reggia Caserta cede alla Giorgio tesi Group Pistoia nel finale e subisce il quarto ko di fila in campionato, secondo casalingo, restando ultima della classe nel campionato di Serie A di basket, con zero vittorie, in compagnia di Pesaro e Capo d’Orlando. I bianconeri di coach Molin, nonostante uno Young strepitoso, top-scorer del match con 26 punti e 11/14 da due, giocano a strappi e senza un gioco corale, sbagliando tanto da tre (appena 3/21).

    In avvio di primo quarto Pistoia piazza subito un mini-break con Brown e Milbourne (6-2), ma Caserta non tarda a reagire: Howell e Young sono molto caldi – in particolare il secondo autore di 10 punti con un 5/5 al tiro nella frazione – e insieme trascinano la Pasta Reggia alla rimonta e al sorpasso sul 14-13, quando mancano meno di due minuti alla prima sirena e all’allungo sul 18-13 che chiude il tempo.

    La Juve sembra proseguire con la stessa intensità dopo l’intervallo breve quando Howell realizza il 20-13, ma Pistoia inizia ad attaccare con più velocità e con Williams e la tripla di Johnson agguanta il pari (20-20); ancora reazione Caserta e ancora un mini-break con Young e la bomba di Sergio (25-21). E’ l’ultimo passaggio a vuoto per il quintetto di coach Moretti che torna a mettere grande intensità sul parquet: Filloy realizza la tripla del 28-27, quindi Magro e Hall fanno la differenza soprattutto dalla linea dei liberi mentre coach Molin prova a dare una scossa ai suoi chiamando due time-out ravvicinati nel finale ma invano.

    Si chiude con Pistoia sul +4 (33-29). I toscani allungano al rientro sul parquet (38-31), Caserta tiene grazie ai sei punti di Howell e allo scatenato Brown portandosi nel finale sul -2 con la tripla del giovane Tommasini. Filloy dà la zampata che chiude la frazione (48-46 per Pistoia).

    Caserta inizia bene l’ultimo quarto: Gaines, fin lì anonimo, e il solito Young, firmano il sorpasso (51-48). Il match si gioca punto a punto, Filloy dà la scossa decisiva con la tripla del 57-54; Caserta non riesce più a rientrare, i liberi di Hall chiudono il match.
    Fonte: Gonews


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Gio Giu 25, 2015 9:14 pm

    Dinamo Sassari CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore CartelloCuore bellissima e da infarto: batte Reggio e ora si giocherà lo scudetto in gara 7

    Al termine di una partita epica, che ha richiesto tre tempi supplementari, i biancoblù piegano la Grissin Bon e conquistano il diritto a giocarsi il tricolore nell'ultima decisiva sfida che si disputerà venerdì sul parquet emiliano

    http://lanuovasardegna.gelocal.it/sport/2015/06/24/news/dinamo-sassari-bellissima-e-da-infarto-batte-reggio-e-ora-si-giochera-lo-scudetto-in-gara-7-1.11670784?refresh_ce


    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    annika
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 114373
    Data d'iscrizione : 26.05.12
    Età : 19

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da annika il Ven Giu 26, 2015 9:38 pm

    sogghigno sogghigno sogghigno sogghigno sogghigno

     
    Lo scudetto va a Sassari, impresa per la storia

    Impresa in Gara7, vince il Banco Sardegna in trasferta, risalendo dal -17. MVP Rakim Sanders



    Scudetto a Sassari. La storia del basket sorride alla Sardegna. Immenso Banco di Sardegna, il tricolore è della pazza squadra di Sacchetti. Triplete con Supercoppa e Coppa Italia, un'impresa immensa, contro un'avversaria degnissima.

    Gara7 è un'altra battaglia senza quartiere, degno epilogo di una serie-scudetto bellissima, che entra di diritto nell'empireo delle più belle della storia del nostro basket. Lo scudetto passa di mano più e più volte, Reggio Emilia lo assapora a lungo ma alla fine non ce la fa.

    Il massimo vantaggio reggiano a fine primo quarto (21-4) con Sassari che tarda molto a entrare in partita, ma nel secondo si accende e risale fino al -3. Al riposo lungo è 36-26, Reggio sembra tenere il pallino in mano ed è aiutata da un tecnico a Sosa, che scava in piccolo break sul finire del terzo (55-48).

    Sassari comunque non molla, sta in partita orgogliosamente e con Logan (13) che trova la parità a quota 59 al 33'. Proprio lì la GrissinBon trova ancora la forza per un 8-0 con cui respirare, ma il subito il Banco risponde con uno 0-10 che fa 67-69, primo vantaggio esterno del match a 3' dalla fine. Poi è battaglia durissima.

    Dyson (17) con una prodezza fa +4, Diener trova il pari a quota 73-73, ancora Dyson dalla lunetta mette i due liberi del 73-75 lasciando 10 secondi sul cronometro, ma Reggio non riesce a organizzare un tiro pulito. Sfuma il suo sogno, ma grande onore anche a una GrissinBon coraggiosa ma sfortunata, e al suo pubblico.Premio di MVP a Rakim Sanders (18), festa grande in tutta la Sardegna.




    _________________

    DIETRO OGNI PROBLEMA C'E' UN' OPPORTUNITA'
    (GALILEO GALILEI)
    Non curante, ma non indifferente



                
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Ven Mag 06, 2016 8:14 am

    Basket, Giorgio Tesi magica, sesto posto finale e playoff, impresa storica

    Vittoia a Capo d'Orlando 58-65 nell'ultima giornata di regular season. Mai Pistoia aveva chiuso così in alto la regular season. Adesso l'appendice post stagionale inizia contro Avellino

    Pistoia, 4 maggio 2016 - Pistoia va ai playoff contro Avellino dopo i verdetti finali alla fine della regular season del campionato di serie A di basket. La vittoria con Capo d'Orlando 58-65 (leggi il tabellino) è la ciliegina sulla torta della stagione. E' un risultato storico, perché il team di Esposito raggiunge il sesto posto, il più alto mai ottenuto da Pistoia, mai acciuffato nemmeno ai tempi dell'Olimpia. La Giorgio Tesi Group se la vedrà contro Avellino in gara-1 già da sabato.

    Non c'è tempo dunque di rifiatare dopo una stagione regolare che ha visto momenti difficili ma che alla fine ha premiato una Giorgio Tesi che non ha mai smesso di lottare in un campionato piuttosto agguerrito. Il team di Esposito vince in Sicilia, a Capo d'Orlando, contro la Betaland. Una partita dal punteggio molto basso ma che la Giorgio Tesi, mostrando la sua proverbiale capacità di soffrire vince per due punti davvero d'oro, che la proiettano molto in alto. Adesso la sfida continua, con i playoff in Campania.

    Pistoia, il suo popolo, la città, spingeranno ancora una volta la squadra in una appendice post-stagionale che regalerà comunque grandi emozioni. A Capo d'Orlando Pistoia registra i 15 punti di Filloy, che va in doppia cifra insieme a Knowles. Nel finale le triple dei due hanno un peso specifico altissimo, che appunto danno al team e al popolo pistoiese una gioia immensa.

    La Giorgio Tesi si prende il sesto posto in una serata pazzesca per il campionato italiano, che vede la retrocessione della Virtus Bologna, una ex grande che torna nel pantano della serie A2 dopo una gloriosa storia.

    La classifica delle prime otto: 1 Milano, 2 Reggio Emilia, 3 Avellino, 4 Cremona, 5 Venezia, 6 Pistoia, 7 Sassari, 8 Trento.

    Gli accoppiamenti playoff: sabato Avellino-Pistoia, Reggio Emilia-Sassari. Domenica: Milano-Trento, Cremona-Venezia.
    Fonte: La Nazione


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!
    avatar
    APUMA
    La Famiglia prima di tutto!
    La Famiglia prima di tutto!

    Messaggi : 119147
    Data d'iscrizione : 25.05.12
    Età : 17
    Località : Dark Side of the Moon, Heaven

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da APUMA il Lun Mag 08, 2017 8:02 am

    The Flexx Pistoia da stropicciarsi gli occhi: ce ne andiamo ai playoff!

    I biancorossi non fanno sconti e vincono 86-62 la sfida con Brescia, dopo aver dominato dal primo al 40'. Sabato si va a Venezia per continuare a sognare


    Capitan Michele Antonutti, fra i giocatori decisivi del match (Ptsport)

    Signori e signore, l’impresa è servita. La The Flexx Pistoia batte Brescia e chiude la sua quarta stagione in Serie A al settimo posto, agganciando per la terza volta il treno playoff. Dopo Milano e Avellino, questa volta l’avversario nella post season sarà la Reyer Venezia di coach Walter De Raffaele. Alzi la mano chi ci avrebbe scommesso un euro, dopo la disastrosa gara di esordio a Cremona. Eppure questo gruppo, con gli innesti giusti e il certosino lavoro di coach Vincenzo Esposito, ha saputo riscrivere la storia. Storia che è nel dna della sfida infinita tra Pistoia Basket e Leonessa: Quattro anni fa le due squadre si trovarono davanti per la promozione in serie A, conquistata dall’allora Tesi Group in una “bella” diventata indimenticabile. Qualche mese fa Brescia si prese la vendetta strappando nell’ultima gara d’andata la qualificazione alle Finali di Coppa Italia ai biancorossi. Infine, in un PalaCarrara rovente e “rosso” di passione, il terzo capitolo della saga è stato letteralmente dominato dalla The Flexx, che con autorità e collettivo si è conquistata meritatamente l’accesso ai playoff.

    ALLUNGO. Il PalaCarrara è una polveriera e basta una scintilla per far detonare l’ambiente. Così dopo 5 minuti il gioco è già fermo tra le veementi proteste del pubblico biancorosso per un evidente fallo non fischiato a Vitali e il successivo tecnico affibbiato a Esposito, schiumante di rabbia contro i grigi (Aronne in particolare). Ma l’inerzia della gara era e resta nelle mani della The Flexx, che approccia meglio con i canestri di Moore e Antonutti e limita Brescia con la marcatura asfissiante dell’ex Jenkins e Okereafor su Luca Vitali, cervello della Leonessa. Il polacco Michalak, pescato a sorpresa dal giemme della Germani per il decisivo match di Pistoia, fa subito faville (7 punti per lui), ma la provvidenziale difesa di Lombardi e le triple di Jenkins valgono un buon +5 all’intervallo. Gli ospiti provano a tornare a contatto con un parziale di 7-0 firmato Berggren-Vitali, ma il redidivo Petteway e il capitano ricacciano subito Brescia a 9 lunghezze (35-26) costringendo al time-out coach Diana. Fatica sprecata: “Crazy Terran” è entrato in striscia e punisce dall’arco e in penetrazione (12 punti nel quarto per lui), dando il là al +17, leggasi massimo vantaggio biancorosso. Peccato che basti un piccolo rilassamento per far tornare in careggiata una Leonessa mai doma, all’intervallo sotto “solo” di 10 nonostante il 35% al tiro e ben 9 palle perse.

    CONTROLLO. Pur senza strafare, la The Flexx amministra il vantaggio nel terzo quarto sfruttando la buona vena di Antonutti, Magro e soprattutto Moore, tornato in gara dopo esserne uscito troppo presto causa falli. Brescia continua a sbagliare molto, complice l’egregio lavoro difensivo del Pistoia Basket (in primis Lombardi e Okereafor) e la stanchezza dovuta alle rotazioni ridotte all’osso (Moore e Michele Vitali non mettono piede in campo): appena 10 i punti realizzati nel periodo dalla Leonessa, che ripiomba a -17 all’ultimo intervallo. La gara sembra in ghiaccio, impressione che diventa solida realtà nei primi due minuti dell’ultimo periodo: Terran Petteway si traveste da Mvp e mette una pietra tombale sul match con 8 punti filati, +25 e via alla festa anticipata sui gradoni del PalaCarrara. Il resto è garbage time, e poco importa del trattamento arbitrale a dir poco sui generis (5 liberi tirati da Pistoia, ben 30 per Brescia): la testa è già al Taliercio, per continuare a sognare.

    IL TABELLINO DI THE FLEXX PISTOIA GERMANI BRESCIA 86-62
    (22-17, 45-35, 62-45)

    PISTOIA (27/49 da due, 9/21 da tre, 5/5 ai liberi) Moore 11, Petteway 25, Jenkins 6, Antonutti 17, Crosariol 8, Okereafor 0, Lombardi 4, Boothe 6, Magro 9, Solazzi 0. Coach Vincenzo Esposito.
    BRESCIA (13/36 da due, 5/18 da tre, 21/30 ai liberi) Vitali L. 9, Bushati, Landry 13, Michalak 13, Berggren 5, Moore n.e., Laganà 2, Burns 11, Vitali M. n.e., Bolis 0, Zanetti 0, Nyonse 0. Coach Andrea Diana.
    ARBITRI Begnis, Aronne, Grigioni.
    NOTE Spettatori: 3900. Parziali: 17-22, 18-23, 10-17, 24-17.
    Fonte: PistoiaSport


    _________________
    L'Organizzazione è ciò che distingue i Dodo dalle bestie! By la vostra APUMA sempre quì!
    Good Girls go to Heaven, Bad Girls go Hunting with Dean!
    Un Mega Bacio alla mia cara Hunterus Heroicus KIM, Mishamiga in Winchester!

    La Fretta è nemica della Perfezione!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Pallacanestro

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato

      Argomenti simili

      -

      La data/ora di oggi è Lun Set 25, 2017 7:57 am